visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
25.09.2006
I MIEI PRIMI TRENT'ANNI - 3
Rotazione di 180 gradi a settembre
Autore: French

Normalmente la mia esistenza procede inanellando azioni che, se nella migliore delle ipotesi sono casuali, nella peggiore sono profondamente irragionevoli.

Tra quelle casuali si possono citare quelle che concernono l'alimentazione: supermercato dieci minuti ante chiusura, cosa è rimasto negli scaffali, cosa reclama il mio stomaco in quel momento, rapidamente si intrecciano i due sintagmi e si trovano gli elementi che formeranno la cena. Solitamente tonno e birra.

Poi ci sono le azioni casuali e casualmente irragionevoli, come quelle che interessano il vestiario. Se frutto del caso è ciò che si indossa, fatale imperizia può essere quella di non osservare minimante gli eventi metereologici in corso. Può capitare dunque di uscire in maglietta con temperature rigide, eccessivamente bardati con la canicola.

Infine, grande rilevanza hanno le azioni totalmente irragionevoli. Sono le più dannose, nonché le meno giustificabili. Tendono sfortunatamente a crescere nel corso degli anni, nonostante si dica che il tempo renda saggi. Gli esempi nella vita di ognuno di noi, in particolare della mia, abbondano: seguire le lezioni universitarie dopo aver superato l'esame; provare un abito dopo che lo si è acquistato; bere il caffè prima di andare a letto; accendere la luce nelle stanze buie dopo aver violentemente urtato il cranio contro uno spigolo; mettere abiti sporchi dopo la doccia e abiti puliti quando si è sudati; usare un preservativo a fine rapporto.

Per undici mesi si procede invariabilmente nella direzione del caos e dell'irragionevolezza. Poi, esausti, si premedita il cambiamento. Esiste un mese dell'anno in cui l'intera umanità decide di raddrizzare la propria vita, di compiere una rotazione di centottanta gradi che trasformi le azioni casuali in premeditate, le irragionevoli in razionali. Settembre. Ad agosto già vedo l'ora che giunga settembre, affamato di novità, pregusto i benefici effetti di questa capriola su me stesso. La proiezione è quella di divenire una persona totalmente rinnovata, ricca di pregi e iniziative, un ottimismo cosmico incapsula la mia mente.

Bastano pochi giorni e pochi indizi per capire che, se capriola c'è stata, è stata doppia e mi ha riportato al punto di partenza: il menu delle mie cene è sempre dominato da birra e tonno, ho appena comprato una camicia che sembra una tovaglia e non mi va bene; oggi piove a dirotto, ho le scarpe di tela e una maglietta a maniche corte, e soprattutto non ho l'ombrello. Inizio a prendere la rincorsa per la capriola dell'anno prossimo.

FRENCH [french@tapirulan.it]

 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli

Commenti [6 commenti]

UFFI JEI grazie per il tocco ironico mattutino ...;)

Lady Bell | 29.09.2006  10:44 

ma che dici ladybell
te, proprio te
che non dimostri più di
VENTICINQUE ANNI!!!

UfJ | 29.09.2006  08:47 

Ah, io, ormai, di propositi (buoni o cattivi che siano) evito di formularne...

fratearrigo | 29.09.2006  07:56 

Concordo pienamente...i cambi di stagione, di anno fanno sempre pensare alla frase "Anno nuovo vita nuova!"
La mia lista dei buoni propositi di solito viene stilata in dicembre, validità gennaio dell'anno successivo...di tutte le idee e suggerimenti diligentemente indicati nemmeno uno è stato portato a termine!
Però vediamo il lato positivo : tenendo uno storico dell'anno precedente vedo quanto possano essere insensati i miei buoni propositi e cerco di rendermi conto se durante un anno sono maturata e cresciuta oppure se anagraficamente sono solo invecchiata e non ho più il fisico rispetto al passato, e al momento è la seconda che ho detto!!!!

Lady Bell | 28.09.2006  13:38 

divertententissimo. complimenti. è vero! ad agosto sembra che "tutto" debba accadere in settembre. ogni cosa, ogni cambiamento possibile. grandi intenzioni dall'aria tenace, grandi rivoluzioni...una certezza totale ti investe, almeno la mente...poi...tutto uguaglio se nn peggio!! la faccenda è a conti fatti e in ogni caso coinvolgente e senza dubbio (per quanto simbolo della comune inettitudine umana) fa ridere molto. saluti.

 | Homepage | 28.09.2006  10:09 

Io, che notoriamente sono un tipo prudente, ho ruotato di 3°06'00". I miei errori sono quelli di sempre, anche se ho qualche anno più di te.
Caspiterina, non vedo svolte significative, se si eccettua la morte.
E comunque errare è non solo umano, ma bello, anche se può essere irritante. Ci ricorda che siamo una costola e uno sputo sul fango.

robi robi | 26.09.2006  15:08 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata