visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
26.02.2007
INITIALIZING NEW YEAR
Autore: UfJ

Esausto, il vecchio anno si stacca dal desktop come un’icona necrotica. Lo osservo trascinarsi sul display diretto alla presa dell’alimentazione, bramoso soltanto di sbronzarsi di elettroni fino a dissolversi in un insignificante array di impulsi di clock. Mi lancia liquide occhiate mentre striscia penosamente sul ventre tumefatto dall’abuso di trojan. Si getta dentro alla presa come un viscido spider che ritorna al suo cluster, circondato da putridi file temporanei.
“Initializing New Year” dice lo scheduler. Tocca a me: attacco fra poco.
La testa gira come un floppy disk, non riesco a distinguere la realtà dallo screensaver, fluttuo sospeso in uno heap estraneo e malvagio come una variabile non indirizzata. Cerco di alzarmi dalla mia RAM, la nausea si intensifica, insistente come uno spooler. Cammino a fatica, i piedi sono più piantati di un sistema operativo, lo stomaco ribolle che sembra l’emettitore di un triodo. Com’è che mi riduco sempre così?
Il cielo è nero come una shell di emme esse dos, la luna è rancida, dev’essere finita in un deadlock. Incedo caracollando lungo la pista, affondando il passo nel fango numerico che ricopre il rame, gli stivali incrostati di sudici bit. Il gelido silenzio avviluppa  milioni di piccoli byte che attraversano la cache da una parte all’altra giù dalle striscie come parser incauti.
Gli edifici integrati mi sfilano di fianco uno dopo l’altro, inciampo ripetutamente nei loro pin equidistanti come radici scrupolose. Attraverso distratto la giunzione per effetto tunnel, svolto in un connettore: sono quasi arrivato.
Mi girano le lune: in questo momento vorrei soltanto liberarmi di questi dodici menhir digitali conficcati nella schiena, di questo eliocentrico cerchio alla testa fastidioso e sfuggente che pare una ‘e’ di Nepero. Entro, mi siedo alla mia postazione CMOS. Mi guardo attorno: lavoro in una VLSI, c’è più gente qua dentro che in un livello di Doom. Mi chino in avanti, premo il tasto di accensione del BIOS  e mi aggrappo ai resistori. La gravità aumenta, il bootstrap decolla rumoreggiando come un defrag. La nausea mi aggredisce nuovamente, trattengo un warning.
Il mio supervisore si avvicina alla scrivania tracotante come un driver appena installato: “Processing New Year – dice – enter password!”
Sorrido, emetto due silenziosi NOP. Stronzio di un quarzo, ma chi si crede di emulare? ‘FAQ U, son of a Microsoft’, penso, ed inizio piezoelettricamente a trasmettere.

UFJ [ufj@tapirulan.it]

 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli

Commenti [11 commenti]

il riferimento al livello di doom, oltre che dolorosamente generazionale, è la citazione più colta dell'intera storiella: frankie hi-nrg, 'quelli che benpensano': a memoria... "nasi bianchi come fruit of the loom che diventano più rossi d'un livello di doom".
ne vado orgoglioso. sul resto strapazzatemi pure.

UfJ | 13.04.2007  14:26 

Il riferimento al livello di Doom non ti fa onore!

Ci sentiamo tra 10 giorni e se vuoi ne parliamo!

Mario | 13.04.2007  11:42 

ciao ragazzi cerco una graziella, sedile basso impugnature in plastica se possibile ben tenuta.
telefonate al 338 9878678

livio | 13.04.2007  10:27 

la strada della frutta versione 2006?

B. | 28.02.2007  16:08 

Una solamente, poi mi sono limitata a dare l'esame alla fine :)...

Betty | 28.02.2007  09:15 

hai colpito il bersaglio...le hai frequentate anche tu?

Lady Bell | 28.02.2007  09:09 

Erano le lezioni del Prof. Michelini per caso? ;)

Betty | 27.02.2007  15:18 

UFJ...mi hai ricordato una delle tante lezioni di glottologia quando il prof. esordiva con frasi del tipo "la parcellizzazione logico-concettuale è velleitaria" che inserita in un conteso di una materia ancora più ostica e astrusa mi faceva sempre concludere la lezione con la pagina bianca, la data e la scritta minuscola in calce NO COMMENT!

Lady Bell | 27.02.2007  12:19 

una vocina dentro insisteva a ripetere che coma sarebbe stato tra i primi a commentare questo articolo...
troppo tardi... purtroppo il mio ICE è già vulnerabile... tant'è vero che mi sono beccato l'influenza proprio ieri...

UfJ | 27.02.2007  10:32 

State attenti a come parlate. Ho messo un segugio sintonizzato sui vostri feromoni sulle vostre tracce.

"Turner" Del | 27.02.2007  10:31 

Ehi cowboy,
non esagerare con quell'Ono-Sendai.
Se non vuoi che il tuo ICE diventi vulnerabile.

Count "Coma" Zero | 27.02.2007  00:17 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata