visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
28.04.2008
LA COLLINA
Autore: Kiesa

Dove se n'è andato Elmer che di febbre si lasciò morire
Dov'è Herman bruciato in miniera
Dove sono Bert e Tom, il primo ucciso in una rissa
E l'altro che uscì già morto di galera
E cosa ne sarà di Charley che cadde mentre lavorava
E dal ponte volò, e volò sulla strada
Dormono, dormono sulla collina

Valentino* che schizza veloce sulla strada, Valentino che sale, imperlato di sudore, solo con la sua fatica, Valentino che soccorre i compagni e porta loro le bevande, Valentino che scherza e tiene su il morale.
Adesso non c'è più il calore della gente, l'applauso della folla, l'incoraggiamento del pubblico. Qui sei solo come sul Mortirolo e sul Gavia, su quelle vette che amavi tanto, come quel tuo amico, Marco, così bravo e così vincente.
Già, Marco** era il tuo eroe, e tu gli sei stato vicino negli ultimi anni. Marco che rubava la scena anche sulla via del declino, e tu a ruota dovevi aiutarlo perché lo sport è fatto di gerarchie, chi ha classe emerge, chi ha polmoni e costanza aiuta il campione.
Tu eri il gregario senza volto e senza nome, colui che gioisce col campione e condivide il trionfo, ma è vicino anche nella sconfitta quando il morale è a terra.
L'hai voluto emulare anche sulla strada sbagliata.
Il triste e solitario calvario della sofferenza e della depressione dove si è soli con se stessi e con la propria coscienza come su quelle vette aguzze e faticose dove la strada si inerpica e solo i duri arrivano al traguardo.
Voi ne avete percorse tante di salite con l'affetto della gente, ma le più dure, quelle nascoste, silenziose e solitarie non le avete superate, inghiottiti da un sistema che ti spreme quando trionfi e ti abbandona nel momento difficile.
Adesso che vi incontrerete lassù riabbracciatevi come ai bei tempi e guardate quaggiù, l'affetto della gente è sempre con voi: a noi piace ricordarvi con le braccia alzate al traguardo.
Marco il campione con un nome e un volto, Valentino campione senza nome e senza volto, ma con la stessa sofferenza e la stessa fatica.

*Valentino Fois
**Marco Pantani

KIESA [kiesapeaceandlove@hotmail.com]

 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli

Commenti [3 commenti]

Complimenti Kiesa,bel "racconto"!!

Fede | 01.05.2008  13:50 

Grande Kiesa che nobilità uno sport non più nobile!

Porkettaro | Homepage | 29.04.2008  16:45 

UN'ASSOLUZIONE POSTUMA .
NE ABBIAMO TUTTI BISOGNO.
ANCHE PER QUELLI CHE DI TRAGUARDI NON NE HANNO MAI TAGLIATI , E CHE UN TAGLIO DI TROPPO HA PORTATO CON SE' ...
Assolviamo i deboli , e' cosi' semplice in fondo.

PS. BELLO
CIAO

atomo | 28.04.2008  17:34 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi? media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt? degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata