visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
02.06.2008
MUSIC CORNER - 13
Plotter!!
Autore: Gual

Verona, Arena, 13/5/2008 - concerto Kiss

Un tiepida giornata di primavera rideva agli abitanti della pianura padana, un energico olezzo di merda incorniciava tra due raggi di sole le chiassose cazzate di una piccola canea di stronzi.

“Ma dove cazzo l’hai messa la macchina? La prossima volta ti veniamo a prendere direttamente a casa” disse l’ansiolitico French.
“Eeeeeh Vabbbbeh! Arvete deviato di soltanto tre km. in questa amena campagna…”
“Sì, beh... tre chilometri ‘sto cazzo”. Proferì Ufj. Inspirò profondamente. Uno zirillione di molecole di monossido di merda si insinuò nelle sue narici costernate. “E amena ‘sto cazzo! – aggiunse – e chiuse il finestrino. Ma d'altronde, che cosa vuoi aspettarti da un  Fottutissimostorpiodimerda?”
“Ok, ok, ho capito. Sembra che qualcuno, qui dentro, abbia i coglioni girati, eh? Allora: da capo! Ve lo chiedo con calma, c’è qualche rottinculo che oggi ha avuto una giornata di merda?”
Tutti gli indicatori digitali dell’auto puntarono verso una sola persona e, a dargli man forte,  passò pure un camionista magiaro il quale, dopo aver affiancato la navicella spaziale a quattro ruote, col suo bel alluce indicativo, indicava, appunto, un pirla corrucciato su se stesso, il French. Incominciò a rompere i maroni con questioni tipografiche, con rotture di plotter, formati incompatibili, piangendo lacrime in quadricromia formato A0.
Nessuno avrebbe ascoltato la sua geremiade di tre ore su questa mostra già bell’e che pronta andata a monte per colpa di una banale rottura di plotter e bla bla bla e strabla!
“Ma non ci rompere il plotter” sbottò alfine uno scoglionato Fottutissimostorpiodimerda. Il risultato fu inaspettato. Prostrato da un impetuoso accesso di narcolessia triste, il nostro, letteralmente, si spense.
Tombola! Ogni volta che il French rompeva troppo i maroni, l’equipaggio aveva tra le mani un’arma più deflagrante di un’intera gerla di stelle shinobi: bastava dire ‘plotter’ per vederlo spegnersi come se qualcuno – dotato peraltro di parecchio fegato – gli avesse estratto le duracell dal culo.
Affianco al Fottutissimostorpiodimerda la quarta compagna di viaggio, Simone Loraine la stella della Senna in persona dotata dell’inconfondibile maschera da eroina francese, si chiedeva come potesse un tempo l’Amica di Porthos (che più tardi rincontreranno) sopportare un viaggio intero in compagnia di questi tre tettografi pirloidali. La risposta tardava a venire e il Veneto con lei.
Da buon navigatore più esperto di Hikaru Sulu, Ufj pensava bene di farsi tutte le uscite autostradali da Modena a Verona alla ricerca di Twisted Sister of  French sperduta, per causa del polemico fratello, nelle lande mantovane. Fortuna e merito del grande timoniere Hikaru Ufj riuscirono a traghettare la giovine sul vascello all’altezza di Nogerolle Rocca, localizzato anche P.K. Dick oltre i bastioni di Orione. Immediatamente la povera sorella si pentiva di essere salita a bordo in compagnia di quell’insulso equipaggio. Troppo tardi. Sulu aveva già raggiunto velocità warp.
Il caldo non cedeva la sua morsa e l’insopportabile French mordeva i coglioni perché avvertiva un prurito alla gola. Sete? Voglia di rompere la minchia? Ufj e Fottutissimostorpiodimerda si guardarono negli occhi. “Plotter!” dissero all’unisono.
Per alcuni minuti regnò la pace.
Ma il viaggio era lungo e il French, non totalmente domato dall’alcol, si ripropose con insistita intolleranza disarcionando dalla minchia nell’ordine: il pilota Ufj, l’allergico Fottutissimostorpiodimerda, Simone Loriane, Twisted Sister of French e persino Don Dokken in persona. Era venuto nuovamente il momento di attivare il ctrl-alt-canc.
“PLOTTER!!!”
La meta si avvicinava ma un muro di automezzi raccontava l’attesa che li divideva dalla loro meta, l’iperspazio quel giorno non funzionava, come il plotter del resto, e i quattro si sorbirono un’infinita coda di lamiera, caldo e – quel che è peggio – veneti in fila.
Dopo sette o otto secondi di coda il French sbottò: “Ma se uscivamo a Verona sud… lo dicevo io che era me…”
“PLOTTER!!”.
Tornata la pace, la fila si diradò, Verona si riappropriò del suo originario significato estetico, impunemente abbruttito da un incontinente Ufj al contempo urinante in un’aiuola in pieno centro e baldo combattente contro un gatto nazi-fascista.
Dopo aver imprecato la metà delle bestemmie di un padovano, utilizzando tutti i vocaboli noti a un vicentino, si fece vivo anche un parcheggio contestualmente a un divieto di sosta che i quattro ignoreranno con l’ignoranza di un trevisano. Coesi nel dividere l’eventuale multa, Simone Loriane e T.S.O.French si diressero verso l’arena.
Giusto il tempo di lasciare una trentina di diottrie appiccicate ai due culi di altrettante pulzelle più mignotte di una veneziana che, giunti finalmente all’Arena si appoggiavano le terga sui posti che il buon Undertaker assieme all’Amica di Porthos, avevano protetto per noi con la caparbietà di Lyga e Fuga.

Abbioccati come gibboni sui rami, l’attesa si faceva letargica ma… un guizzo: T.S.O.French si gira verso il Fottutissimostorpiodimerda: “Ma l’hai vista???”
“Chi?”
“Quella con le tette grosse!”
Tette grosse? Il Fottutissimostorpiodimerda e il French si alzarono di scatto con occhi a periscopio e cazzo a manovella. Le tette più tette dell’universo a tribordo! Sulu, già attivo da tempo, aveva ordinato a Undertaker di fotografare l’avvistamento.
La risposta di Undertaker “La sto filmando”, meritò la standing ovation dell’intera Arena.
Maschi arrapati e fighe invidiose si scotennarono per mettere le mani su quei due avamposti di libido.
Tutto passa, tutto finisce. Si fece buio, iniziò il concerto dei Kiss!
Beh, sì ma… Kiss-enefrega!

Finito lo show qualcuno si alzò, altri se ne andarono, c’era chi diceva che gli era piaciuto, qualcun altro meno. Undertaker e l’Amica di Porthos concordarono sul fatto di alzare i tacchi; gli altri: Ufj, la Stella della Senna, il Fottutissimostorpiodimerda, T.S.O.French, tutti, insomma, avrebbero voluto andarsene a casa, visto l’orario. Giusto il tempo di una maglietta, insomma… e via andare. Ma una voce disse, insinuosa e stronzeggiante: “…e adesso che ne dite di una bella piz…”
Dall’intera piazza si levò un coro all’unisono: “PLOTTER!!!”
E fu pace, gioia e figa per tutti.

GUAL [agualan@libero.it]

 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli

Commenti [4 commenti]

Complimenti!! bravo Gualandri!!!!!

dopo la "standig ovation" della parte maschile dell'arena... non è che il filmato di undertaker della tettona megagalattica qualcuno l'ha messo in rete....
volevo farlo vedere ai miei colleghi che mi prendono in giro per i concerti che vado a vedere, e ma sopratutto per la mia maglietta dei kiss con la scritta larga larga sulle tette.... così li faccio schiattare un po' di invidia!!!! ;-DDDDDD
Alla prossima
CU

amica di porthos | 05.06.2008  18:11 

già, concordo. giacché la verità, per come la ricordo io, fu molto ma moooolto peggio...

UfJ | 04.06.2008  14:37 

E' incredibile come la disinformazione e la meschina manipolazione delle notizie ormai regni anche sulle pagine di Tapirulan, un tempo baluardo di correttezza e veridicità...

French | 03.06.2008  18:20 

pubblichiamo questo articolo contro il parere della personalità più eminente di tapirulan: il nostro presidente. la critica che ci muove - peraltro giustificata - è di eccessiva autoreferenzialità. ma la nostra (opinabilissima) opinione è che l'articolo è divertente a prescindere, e riteniamo che strapperà un sorriso anche a chi non conosce gli eventi né i personaggi. ci sbagliamo? il dibattito è aperto.

Redazione Tapirelax | 02.06.2008  21:03 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi? media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt? degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata