visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
28.10.2005
MUSIC CORNER - 1
Il concerto dei Gotthard
Autore: French

Sabato pomeriggio ero a Parma, stavo sorseggiando un aperitivo con il mio amico Zino e due signorine. Erano circa le 3 di pomeriggio e lo Zino, naturalmente, si era appena destato dal suo pesante sonno mattutino. Approfittando del suo stato non perfettamente lucido, dovuto al recente risveglio, gli proposi di andare a Milano a vedere il concerto dei Gotthard. "E chi cavolo sono?" mi chiese lo Zino "Non vengo, devo andare a Bologna a fare shopping", aggiunse. Con un breve giro di parole non gli spiegai chi erano i Gotthard, ma gli feci chiaramente intendere che, punto primo lui non aveva mai fatto shopping in vita sua e sarebbe stato pericoloso cominciare ora, punto B che anche a Milano c'erano giusto un paio di negozi. E tra le altre cose era tardi ed era ora di partire. A quel punto, con lo Zino decisamente disorientato, ci imbarcammo tutti e quattro (anche le due signorine) sulla mia automobile per andare a vedere il concerto dei Gotthard. Nessuno sapeva chi fossero, solo io.

Ma ora lo posso dire chi sono i Gotthard: sono un gruppo hard rock che proviene dalla Svizzera. Un gruppo che nel lontano 1993 uscì con il suo primo album (Gotthard), un album che è girato non poco sul mio stereo. Canzoni come la potentissima Standing in the light, la meravigliosa Firedance, la cover dei Deep Purple Hush, la ballata strappalacrime Angel, le ho ascoltate talmente tante volte che hanno trovato un angolino permanente nella parte del mio cervello dedicata alla musica.

Poi hanno fatto, sino ad oggi, altri sette album. Tutta roba, a mio parere, non particolarmente eccelsa e originale, un hard rock melodico quasi da copione. Insomma, attualmente non è certo tra i gruppi che ascolto e che mi piacciono di più... Ma al concerto ci dovevo andare per affetto.
Giunti a Milano, con lo Zino che imperterrito continuava a chiedere chi fossero i Gotthard e per quale motivo si fosse giunti a Milano (aveva acquistato un po' di lucidità), parcheggiammo la macchina davanti al Transilvania, dove un piccolo gruppo di fans già attendevano all'entrata. C'era un'ora di tempo per accontentare lo Zino e fargli fare shopping. Le signorine alla sola parola shopping ebbero il loro momento di felicità quotidiano, e così si entrò in un negozio. L'avevo detto io che era pericoloso! E infatti sia lo Zino che io, che non c'entravo nulla e non avevo intenzione di fare acquisti, uscimmo da quel negozio spennati. Le signorine, invece, che sono esperte di queste cose, uscirono illese. Ma ciò che è peggio, ci ripresentammo all'ingresso di un locale frequentato da metallari con le borse della spesa!

Il Transilvania di Milano è un locale piuttosto piacevole, di dimensini abbastanza ridotte, ha un palco che si eleva sì e no a mezzo metro da terra, l'acustica è buona, purtroppo un olezzo di urina serpeggiava insistentemente. Finalmente i Gotthard fecero il loro ingresso prepotente sul palco, sembravano giovani (in realtà viaggiano tutti sui quaranta). Il chitarrista, Leo Leoni, sembrava un po' avvinazzato, forse sta ancora cercando di farsi una ragione della brutta idea che hanno avuto i suoi genitori nel chiamarlo in tal modo.

Due ore di hard rock classico, in purissimo stile anni '80, anche il look dei musicisti non lasciava dubbi circa le origini del loro sound. Tuttosommato un bel concerto, che mi ha regalato qualche emozione quando sono stati eseguti i classici che citavo in apertura. Steve Lee, il cantante, ha tuttora una voce degna di assoluto rispetto, mi ha fatto impressione sentirlo parlare in italiano dopo averlo ascoltato cantare per tanti anni in inglese, ero portato a credere che avrebbe detto "Ciao Millannno" come fanno tutti, invece, con un leggero accento teutonico, parlava l'italiano che era una meraviglia (vabbé lo so che è svizzero...). Con questo Music Corner cosa volevo comunicare: naturalmente nulla, ma voglio invitare tutti gli appassionati di rock a cercarsi il primo album dei Gotthard!

FRENCH [french@tapirulan.it]

 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli

Commenti [10 commenti]

Apprendo ora la notizia che Steve Lee è deceduto in seguito ad un incidente stradale.

Vorrei rendergli il mio personale omaggio, le sue canzoni e la sua voce hanno accompagnato gran parte della mia adolescenza. Grazie.

French | 06.10.2010  19:28 

Io e lo Zino no di certo, non siamo i tipi da concludere qualcosa...

French | 30.11.2005  10:00 

Ma con le due "signorine" avete almeno concluso qualcosa???

anonimo | 25.11.2005  12:50 

Dura la vita, eh?

Cosimo | 16.11.2005  10:55 

A chi due signorine? Potevi almeno scrivere due bellissime signorine!

Anch'io sono andata al concerto al Transilvania a Milano con due còsi.
abbiamo fatto l'autostrada con un'intrepida uno, e come in uno slalom non
abbiamo risparmiato nemmeno un divieto di accesso!
Inoltre mi hanno costretta ad accompagnarli a fare shopping a Milano alle 8
di sera, mentre avrei potuto comodamente gustarmi un aperitivo milanese...

Maria | 09.11.2005  11:27 

hey anch'io li conosco!
(dovrei tacere il fatto che me li ha fatti conoscere french -_-')

Topus | 07.11.2005  19:49 

Non preoccuparti Pigi, solo French conosce certi gruppi...

Del | 07.11.2005  11:57 

No, infatti non li conosco, se non da quello che scrivi nella tua recensione. Ma sono andato molto vicino a vedere il loro concerto.

pigi | 06.11.2005  20:38 

Perché tu Pigi conosci i Gotthard??!!

French | 03.11.2005  15:32 

Ehi, ma guarda che coincidenza! Ero a Budapest e ho visto la locandina del concerto dei Gotthard, stavo quasi per andarci, quasi. Poi ho preferito soprassedere per andare a recensire un gruppo di f...anciulle in un "tipico" locale ungherese!!!!
Ma al prossimo concerto giuro che non mancherò!

pigi | 03.11.2005  14:38 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata