visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
23.11.2005
GOLDEN CLASSICS - 2
Ancora qualcosa a proposito della strada
Autore: Del

Cari e goffi lettori, ci siamo, eccoci alla seconda puntata della "Golden" a tema stradale.
Ah, la strada... La strada, un tempo simbolo di libert? delle generazioni post belliche, la strada che, come i mezzi di trasporto, è vista non solo come via, ma come vita. La strada di Kerouac, la strada è fuga... la strada è libert? ...
Una bella merda. Sì increduli e depoeticizzati lettori, con questa Golden vi si chiarir? superbamente che la strada, percorsa in lungo e in largo da immonde creature, da immonde creature è anche amministrata, ed è veramente arduo capire quale sia il percorso contaminativo di questa lordura intellettiva, se dagli automobilisti agli amministratori o viceversa...


SEZIONE 2: AMMINISTRANDO LA VIA

Chi mai può essere preposto all'amministrazione della sede stradale? Chi può essere così temerario dal volersi cimentare nella civilizzazione della barbarie, nella legislazione del caos?
Qualcuno lo fa. E con scarsi risultati, a dire il vero.
Figuratevi che talvolta l'assessore che viene preposto ad amministrare la viabilit? è, per questioni politiche, un verde o comunque un ecologista, e come tale non ama usare la macchina. Capite ora? Sarebbe come dare a un vegetariano l'amministrazione del Consorzio del Culatello di Zibello... oh mio Dio non voglio nemmeno pensarci...
Detto questo l'amministratore di turno ama giocare, è di spirito infantile da questo punto di vista, e si diverte fare gli schersoni agli automobilisti, andando personalmente di notte a invertire i sensi unici, a trasformare nottetempo le aree di parcheggio libero in aree a pagamento, così al mattino ti trovi anche la multa.
E' un burlone, non c'è che dire, e per questo sarebbe anche simpatico, di suo...
Se non fosse che i suoi scagnozzi fanno, per lui, il lavoro sporco. E sono quel coloratissimo multiverso di vigili urbani, ausiliari della strada e comuni delatori (che chiamano subito i vigili appena vedono che hai mezza ruota sul marciapiede).
Innanzitutto il boss amministrativo li usa come armi per rifornire le casse comunali, a colpi di divieti di sosta, e per creare caos negli incroci più intasati, allo scopo di sostenere la sua tesi secondo cui l'intiera superficie emersa del pianeta dovrebbe diventare Zona Traffico Limitato con videosorveglianza, lasciando agli automezzi la ionosfera.
E poi a loro volta i vigili urbani sono dotati, come gli automobilisti, di certune notevoli abilit? . Così, a memoria, posso citarvene un paio: "vista selettiva", grazie alla quale si accorgono magistralmente del vostro quarto di paraurti che spunta davanti a un passo carrabile, ignorando la Maserati Coupé che sfreccia in pieno centro storico a 212 km/h facendo il dito alle vecchiette sfiorate e ai passeggini ribaltati; " 'annulla' disabilitato", per cui se anche dimostrate che non eravate al cellulare, che non avete mai posseduto, ma vi stavate grattando il canale auricolare con perizia e impegno, ormai vi ha fatto la multa e quindi ve la tenete.

Ma torniamo a prendercela con la sezione amministrativa, con il "palazzo". Perché se è vero, come detto, che l'assessore alla viabilit? è in genere un simpatico burlone, un gioviale interdetto, è però vero che il sindaco e gli altri assessori non lo sono, e cercano di utilizzarlo per i loro sordidi scopi. Guardando la mappa di una citt? sarebbe facilissimo scoprire dove abitano i membri della giunta comunale, semplicemente controllando quali sono le vie divenute pedonali o a traffico limitato nel periodo di governo dell'attuale giunta (perché tanto loro hanno il permesso).
Un altro sistema efficace per rintracciare le loro case è controllare quali vie hanno di recente ricevuto un rinfresco dell'asfalto o miglioria della pavimentazione stradale. Di certo non la vostra, dove se parcheggiate, e avete in macchina una cassa d'acqua, le vostre ruote sfondano l'asfalto (mortacci miei, nd Mae)...


SEZIONE 3: SINISTRAMENTE SINISTRI

E mi riferisco qui ai soli contrattempi, a quei sinistri che non includono feriti o peggio, che sarebbero un argomento ben poco adatto a Tapirulan. Per sinistri intendo quindi "rottura di palle e di portafoglio".

Il mondo dei sinistri è il condensato dello spirito della strada, è la quintessenza dell'ira, il distillato di bestemmie e sudori freddi che sprigiona il vero animo dell'uomo. Il sinistro fa sì che se di notte sei un po' ubriacozzo e centri in pieno una incolpe vettura parcheggiata educatamente al suo posto, te ne vai perchè non ti ha visto nessuno. Il sinistro fa si che se ti tampona uno straniero, anche se scendi sereno e gioviale, con un santino di Padre Pio nella destra e la constatazione amichevole nella sinistra ti d? subito del razzista (meglio quindi scendere direttamente col cric e sfondare il parabrezza, dando poi sfoggio di fantasia sfrenata nella coloritura degli insulti). Il sinistro, infine, fa sì che poi, in seguito, si entri in contatto col nefasto mondo di chi sui sinistri ci campa: assicurazioni e carrozzieri.

Mettiamo che vi abbiano centrato la macchina in un parcheggio, e non sappiate chi sia stato, quindi è del tutto inutile chiamare l'assicuratore ed è d'uopo rivolgersi direttamente al carrozziere. Innanzitutto ci sono almeno tre categorie di carrozzieri con cui potete avere a che fare. Qualsiasi carrozziere, non importa di che categoria, quando gli portate la macchina prima di farvi un preventivo, prima di dirvi che danni avete, vi dir? che non ha tempo.

Il carrozziere del tipo A, bravo e costoso, fa subito capire di che pasta è fatto. Non vi dice cosa dovreste spendere al massimo, ma fa una stima minima e vi dice chiaramente e fuori dai denti che è sicuramente sottostimata. Lo stesso fa col tempo che ci metter? a riparare la povera vettura ferita. Se vi dice mille euro e due settimane, saranno sicuramente 1800 e un mese, perché con "due settimane" intendeva il tempo che doveva passare prima di cominciare a guardare di che colore è il vostro bene mobile. Certo, alla fine avrete una vettura identica a come era prima, ma il vostro portafogli pianger? per mesi...

Il carrozziere del tipo B, più alla mano, vi dice che coi prezzi ci sta comodo in 700 euro, per lo stesso tipo di danno, e forse alla fine riuscir? persino a farvi risparmiare qualcosa perché è riuscito a riciclare per la vostra auto qualche pezzo del trattore del Beppe lesinando così sui ricambi originali. Il problema è che la vostra auto rester? in suo ostaggio per quasi due mesi, a ogni telefonata di sollecito vi dir? di richiamare domani che dovrebbe farcela, tenendo in piedi questa scusa di giorno in giorno per settimane. Alla fine la vostra auto sar? decorosamente a posto, almeno all'occhio, la spesa sar? contenuta, il problema sar? riuscire a convincere i polli del vicino di casa del carrozziere che la pacchia è finita e devono andarsene dal vostro sedile dietro.

Il carrozziere del tipo C è il vostro caro amico, che conoscete da una vita, e che di sicuro vi far? uno sconto e vi far? passare davanti perché siete amici... cominciate a preparare il mutuo, allora, anzi, sarebbe meglio cominciare a scegliere un nuovo mezzo di trasporto perché non rivedrete mai più la vostra vecchia auto...

E concludiamo, finalmente, questo spaventoso elenco di creature malvase e dimoniache, con quelli che più di tutti si meritano i suddetti appellativi: gli assicuratori.
Per un perverso giuoco politico, che ancora ben non mi è chiaro, il codice della strada è fatto in modo che la regola principale sia che "devi guidare in modo da non fare incidenti". Quindi, se fai un incidente, automaticamente hai infranto la regola principale del codice della strada, quindi un po' di colpa ce l'hai.
Ma io ero fermo e mi ha tamponato!
Frega niente.
Ma io andavo piano e quello a 500 all'ora!
Cavoli tuoi.
Ma io fermo sul marciapiede e quello mi ha investito!
Chi se ne frega.
Ma io...
E basta! Non c'è niente da fare... tu hai fatto un incidente quindi hai un po' di colpa... perché almeno una regola l'hai contravvenuta, quindi ti cocchi il concorso di colpa!
Ah, che bella invenzione il concorso di colpa! Mi immagino, nei primordi della civilt? dell'auto, quando i primi due assicuratori si sono trovati davanti a un bel problema:
"Maledizione, questi continuano a fare incidenti e noi continuiamo a sborsare i danari"
"Qui ci vuole una soluzione"
"Trovato!!! Facciamo in modo che la colpa sia di tutti e due, così poi gli alziamo il premio assicurativo!!"
"Bella lì! Pino, porta un'altra fiaschetta, che qui si deve festeggiare!".

C'è poco da ridere, cari e goffi autoveicolati, c'è poco da ridere...

DEL [del@tapirulan.it]

 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli

Commenti [5 commenti]

Chi, io?

Del | 30.11.2005  17:55 

Molto divertente, hai mai provato a fare il vigile?

francesca | 30.11.2005  10:02 

Che domande... no!

Lorenzo | 29.11.2005  15:19 

E ce l'hai la patente?

pigi | 27.11.2005  13:27 

Io sono stato assessore al traffico...

Lorenzo | 27.11.2005  12:19 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band più media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La città degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata