visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
26.07.2010
LA PRENOTAZIONE NEL TERZO MILLENNIO
Autore: Zumba

Pronto?
Sì?
Hotel ***?
Sì.
Posso chiederle un’informazione?
Sì.
Volevo sapere se ha disponibilità di una stanza.
Sì.
Ce l’ha?
Sì.
Ce l’ha sempre, comunque?
Sì.
In qualsiasi giorno?
Sì.
Anche oggi, per dire?
Sì.
Però a me non serviva per oggi, mi serve per il *** di ***.
Sì.
Ce l’ha?
Sì.
Ah, mh, bene. Io cercavo una doppia, ce l’ha?
Sì.
Cioè, più che una doppia, una tripla.
Sì.
O meglio, le spiego, noi siamo una coppia …
Sì.
Con una figlia piccola …
Sì.
Quindi potremmo prendere una doppia e far dormire la bimba nel letto con noi.
Sì.
Ah, ecco, mi dica: si possono unire i letti?
Sì.
Bene. E … se invece portiamo noi il lettino? Possiamo usare un lettino nostro?
Sì.
Ok. Certo, in alternativa possiamo prendere una tripla e far dormire la bimba nel vostro letto.
Sì.
Mi dice infatti che di triple ne ha.
Sì.
Ottimo. Però, forse la cosa migliore è la doppia col nostro lettino.
Sì.
Una cosa: l’hotel è in zona centrale?
Sì.
Si vede il duomo?
Sì.
Perfetto. Si può avere una stanza con balcone?
Sì.
Bello! Balcone e vista duomo?
Sì.
Evviva. La colazione? Si può avere?
Sì.
Compresa nel prezzo?
Sì.
A proposito, il prezzo è quella che ho trovato sul sito? Cinquanta euro la doppia?
Sì.
Con la colazione.
Sì.
Capito. Parliamo del parcheggio. Ce l’avete?
Sì.
Parcheggio proprio dell’hotel?
Sì.
Benissimo. Sa, senza parcheggio diventa un problema: le valigie, la bimba …
Sì.
Allora, ricapitolando, per il giorno *** di ***, una stanza doppia con colazione compresa, balcone e vista duomo, per cinquanta euro. Le dico il nome.
Di chi?
Il mio.
Perché?
Per la prenotazione.
Quale prenotazione?
Della stanza.
La stanza?
Sì.
Quale stanza?
La stanza doppia.
Non abbiamo stanza doppie disponibili per i prossimi due mesi.
Ma poco fa lei mi ha detto …
Si vede che non ci siamo capiti.
Ah. Strano. Allora facciamo una tripla.
Una tripla? Per chi ci ha preso? Gli hotel con le triple sono di quart’ordine. Noi siamo un hotel di tutto rispetto.
E allora come facciamo?
Lo chiede a me? E’ lei che vuole la stanza, mica io.
Ma non capisco, davvero, poco fa …
Il passato è passato, non sia nostalgico.
Allora prendo due singole. Si potrà almeno aggiungere il lettino nella singola, no?
Non usi quel tono con me.
Mi scusi. Volevo dire, esiste la possibilità di accomodare il lettino portato da noi in una delle due singole, se non è troppo disturbo?
Dipende.
Da cosa?
Nella sua singola sarebbe meglio di no. La sento nervoso, la bimba si agiterebbe.
Ma come si permette?
Come mi permetto io? Come si permette lei, di chiedermi come mi permetto?!
Ma … davvero sono senza parole. Facciamo così, soprassediamo; vada per le due singole con balcone.
Singole con balcone? Non credo proprio. Abbiamo due singole nel seminterrato se le interessa.
Quindi anche la vista sul duomo …
Se la scorda. Ma le fondamenta del duomo non sono molto distanti in linea d’aria.
Mpf … la colazione è compresa, questo sì?
Certo, come no. Vuole anche il cioccolatino sul cuscino?
Beh, quasi quasi …
Ma lei è proprio un babbeo! Figuriamoci se è compresa la colazione! Cosa ci guadagno io a darle la colazione gratis, eh? Me lo dica. Niente per niente, caro signore. Non lo dimentichi mai.
Mi faccia indovinare, anche il prezzo di cinquanta euro non vale più.
E invece sì. Cinquanta euro. Tondi tondi.
Per la singola?
No, per il supplemento lettino della bimba. A patto però che dorma con sua moglie. Se vuole farla dormire con lei gli euro diventano settanta.
Guardi, a questo punto non so più che dire, se non fosse per il parcheggio interno …
Parcheggio interno? Ma cosa le salta in mente, i parcheggi interni li hanno i moderni, asettici hotel, noi siamo un suggestivo, antico albergo.
Niente parcheggio?
Macché. Però esiste un parcheggio pubblico gratuito a soli settecento metri.
E’ gratis? Siamo sicuri?
Certo che è gratis, nei festivi.
Ma io ho prenotato per giovedì.
Poteva scegliere un giovedì festivo, ce ne sono sul calendario, sa?
Senta, adesso basta. Rinuncio. Si tenga le sue stanze, chiederò a qualche altro hotel.
Perché?
Come perché? Prima mi dice una cosa, poi un’altra. Non so più a chi credere.
Creda a me. La prego, creda a me.
A lei? Ma è proprio lei che prima mi ha detto che per il giorno *** di *** c’era la doppia vista duomo col balcone e poi…
Infatti.
Infatti cosa?
Infatti la doppia vista duomo per il giorno *** di *** è disponibile. Cinquanta euro colazione compresa. Gliela prenoto. Nome?

ZUMBA [casamichiela@gmail.com]

 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli

Commenti [0 commenti]
Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi? media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt? degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata