visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
04.12.2005
CULTURA - 1
Ambarab? ciccì coccò
Autore: Ra

Ambarab? ciccì coccò

Benvenuti nell'angolo della cultuRa (ovvero l'angolo culturale diretto da me ndRa) (è tutto un programma... ndDel) (e lascialo stare poveretto, vedrai che stavolta qualcosa di buono combina, ndTopus).
In questa rubrica sviscereremo ad una ad una tutte le piu' famose filastrocche che anni e anni fa (io lo faccio ancora adesso ndDino) erano parte integrante dei pomeriggi in cortile con gli amici.
Oggi commenteremo questa arguta storia:

Ambarab? ciccì coccò
Tre civette sul comò
Che facevano l'amore
Con la figlia del dottore
Il dottore si ammalò
Ambarab? ciccì coccò

Prima di introdurci nei meandri dei sentimenti e della psicologia contenuti in questi versi vorrei soffermarmi sulla poesia e sull'armonia dettate dal componimento; lodevole è l'allitterazione a-a b-b c-c, ma soprattutto punterei l'attenzione sul geniale utilizzo del rigo iniziale sia come apertura che come chiusura del poema, a ribadire la ciclicit? della storia narrata.

Passiamo ora ad un commento più dettagliato;

"Ambarab? ciccì coccò"

sicuramente deve essere un antichissimo rituale magico, probabilmente etrusco, non è però escluso che possa essere di provenienza austro ungarico, anche se recenti studi dell'eminente prof. Van Kul portano a pensare che invece si tratti del cognome del losco figuro autore del brano (andiamo bene, ndDel) (dagli tempo, io lo sostengo, ndTopus).
Questa' ultima tesi viene pero' a cadere se si prende in considerazione l'armonia e la scioltezza di questo ritornello, sintomi di un complesso e profondo significato morale e spirituale che si combinano e si intersecano con i grandi poteri dell'occulto.
Una conferma di questa tesi viene da un noto dirigente d'azienda il Cav. Gran. Figl. Di. Putt. Aristoleo G. Mariuoli, che, anni fa, pronunciando questa frase con i suoi amici fece apparire un demone con le fattezze di Topus (uh? ndTopus).

"Tre civette sul comò"

Denota uno strano gusto, in voga all'epoca, di avere in casa strani animali. Le civette essendo animali notturni e spesso presenti nelle case di maghi e stregoni confermano la tesi del rituale magico.
Al contrario un altro saggio tale Barbacastana (ehi sono io ndBarbacastana) (e questo chi l'ha fatto entrare? io avevo cestinato il curriculum! ndDel) (ehm... io ho dimenticato la porta aperta... ndDino), sostiene che le tre civette sono le pettegole vicine di casa dell'autore che non avevano niente di meglio da fare che stare sul davanzale della sua finestra appena sopra il comò.

"Che facevano l'amore
Con la figlia del dottore"

In queste due righe si ha la definitiva conferma che l'intera filastrocca e' la descrizione di un rituale occulto, probabilmente satanico poche' il fatto che addirittura 3 civette stanno facendo l'amore con una ragazza e' decisamente disgustoso.
Ci sono pero' altre possibili spiegazioni: il dottor Hans Beckenbauer afferma che tutto ciò è molto meno arcano di quello che può sembrare, infatti riprende la tesi del nostro Barbacastana (he he ho ragione io ndBarbacastana) e dice che la figlia del dottore essendo lesbica sta amoreggiando e sta facendo faville (e non solo quelle ndMae) (infedeli andrete tutti all'inferno ndPinuccio) con le vicine del suo paparino in un orgia di dubbio gusto (chiudiamo qui questo articolo patacca ndDel) (no, dagli ancora tempo, io credo in lui, ndTopus).
Il dott Pete Pampras è convinto invece che sia tutto frutto della fantasia dell'autore; il fatto che le civette stiano facendo l'amore con questa ragazza è irreale, deve infatti essere un amore platonico, sostenendo la sua tesi con il fatto che le civette sono sul comò, luogo peraltro scomodo e improbabile per praticare atti sessuali; a tal guisa ha anche scritto un libro intitolato "L'amore le civette il comò, riflessioni e commenti".
Il libro e' edito da Topus al modico prezzo di euro 120 + una gnocca (ehi che storia è questa? ndDel) (buono, ormai è andata, da adesso in poi puoi anche tagliarlo... ndTopus).

"Il dottore si ammalò"

Ebbene, a questo punto è decisamente chiaro che si tratti di un rito satanico o voodoo poiche' si avvince che l'atto sessuale tra le civette e la figlia del dottore e' il culmine finale del rito che doveva portare peste e corna a quest'ultimo (corna mica tanto, è sua figlia non sua moglie ndMae), il quale colpito in pieno dal malocchio si e' infine ammalato.
Non è chiaro di cosa si sia ammalato né del perché abbiano voluto farlo ammalare, però è possibile cogliere tutta la tensione, la fatica e il dramma di questo dottore che oltre al danno subisce la beffa, infatti proprio lui il paladino dei deboli e degli oppressi (è il mio personaggio preferito ndPinuccio), che ogni giorno distribuisce le sue cure a chi più ne ha bisogno (a chi paga!!! ndDottore), viene colpito dalla malattia e qui inizia una lotta mortale contro di essa.
Un'altra interpretazione è data da Fon Ricciacapell stilista di moda; egli dice che il dottore si ammala poiché viene a conoscenza di tutte le porcate che la figlia fa con le vicine mentre lui è al lavoro; questa tesi è però supportata solo dal suo cane, che comunque è un buon giocatore di tre sette ciapanò (vero, ndTopus) (ma giochi a carte coi cani? ndDel) (almeno a volte vinco... ndTopus).
Eustachio Palanimipide sostiene invece che la malattia del dottore sia invece una scusa per rimanere a casa a fare maialate con la figlia e le vicine (AAARGHH infedeli senza Dio ndPinuccio).

"Ambarab? ciccì coccò"

E qua l'angoscia regna sovrana, tutti noi a questo punto ci stiamo ponendo molte domande...
Che fine fa il dottore?
Muore?
Guarisce?
Rimane infermo tutta la vita?
Vincer? a tre sette ciapanò con il cane?
E la figlia?
Le è piaciuto far del sesso con le civette?
Sar? rimasta incinta?
E di quale delle tre?

A questo punto non mi resta che salutarvi augurando a tutti un Buon Natale.

RA [radj@tiscali.it]

 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli

Commenti [3 commenti]

:D

Giada | 17.03.2006  13:40 

l'inizio prometteva discretamente, la prima metà annoiava, la seconda metà l'ho tralasciata in quanto certamente scontata, per quanto riguarda la fine contraccambio gli auguri.

Bilbo | 06.12.2005  16:43 

Non ci posso credere...sono allibito...

Harry79 | 04.12.2005  14:27 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band più media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La città degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata