visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
14.09.2010
MUSIC CORNER - 29
Dal basso
Autore: UfJ

Rammstein 1/7/2010 – Villafranca, Castello Scaligero

Tutti quelli che mi conoscono se ne accorgono subito. Non s’è mai sbagliato nessuno.
E’ praticamente un dato di fatto.Io sono basso.
Intendiamoci, non sono nano, oppure estremamente basso o anche molto basso. Sono solo un po’ basso. Direi più precisamente che sono a metà strada tra piuttosto basso e un po’ basso. Non che ne faccia una malattia. La mia statura non ha impedito a orde di fanciulle di cadere vittime del mio straordinario fascino.
Ciò che mi impedisce di fare, la mia statura – e questa è la cosa che mi scoccia di più – è vedere bene ai concerti.
Ai concerti quelli alti vedono sempre tutto e si divertono un casino e chiacchierano tra di loro raccontandosi quant’era buffa l’espressione che ha fatto il cantante, o tirato l’assolo di chitarra, o ve’ quant’è gnocca la corista là in fondo. Io no. Io non vedo niente di tutto ciò e trascorro le mie due ore a dondolare tra le loro crape in punta di piedi, tirandomi il collo come un cappone destinato a una cena.
Stasera però noto una cosa strana. Noto che la maggior parte del pubblico che mi circonda, alti compresi, non sta guardando il palco. No. Stanno tutti guardando il display di un aggeggio elettronico che tengono in mano puntato verso il palco.
Stanno tutti facendo dei filmini.
A questo punto mi viene un’idea grandiosa. Devo fare la stessa cosa. Devo fabbricarmi uno di quegli affari che usano i cantautori per sostenere l’armonica a bocca e incastrarci  un display. E più in alto, sulla nuca, ben fissato alle orecchie, un aggeggio elettronico a mo’ di periscopio che filma il concerto e me lo ripropone sul display in tempo reale.
Poi ho pensato che forse faccio prima a comperarmi il DVD e guardarmelo in TV.

Quando mi chiedono un’opinione sui Rammstein di solito rispondo “innocui”. Il mio interlocutore allora dice: “No, intendo i Rammstein”. E io: “Sì, loro. Innocui”.
Innocui vuol dire insignificanti musicalmente, tipo gli Ac dc insomma, o tipo Marilyn Manson (sia chiaro che “Dirty deeds” è un capolavoro mentre la cosa migliore di Marilyn Manson è senz’altro la moglie). Innocui vuol dire carini, divertenti. Distillato di puro intrattenimento.
I testi? Non saprei, il tedesco non lo conosco. In un recente piacevolissimo video ho carpito il ritornello “I have a pussy / you have a dick / so what’s the problem / let’s make it quick”. Il resto me lo sono immaginato.
E lo show?
Grandioso.
Sì, dico davvero.
Immaginatevi uno spettacolo in cui ogni singolo elemento non esiste per sé ma è parte di un meccanismo. Intendo proprio tutto: il suono – elementare ma ineccepibile, ma anche i movimenti della band sul palco, la voce tonante di Tarzan Lindermann, le luci, le scenografie, i numerosi elementi pirotecnici. Tutto. Il risultato è quasi narrativo.
Un concerto che racconta questa ineffabile sensazione come di eccitazione muscolare.
Non saprei come altro descrivere.
Per dire, pure i Kiss sul palco avevano fuochi e fiamme a ogni starnuto. Ma tutto sembrava buttato lì a cazzo, sorta di versione super-de-luxe della scatoletta di miccette di quand’eravamo mocciosi.
I Rammstein no. I Rammstein costano un casino (più di sessanta banane), ma hanno saputo circondarsi da professionisti coi controcazzi.
Uno spettacolo praticamente perfetto. Anche intravisto tra le teste degli alti. E se invece cominciassi a portare i tacchi?
Ah che cazzo di recensione. Devo comincaire a impegnarmi di più.
Du hast mich?

La foto proviene da qui.

Setlist
1. Rammlied
2. B*******
3. Waidmanns heil
4. Keine Lust
5. Feuer frei!
6. Weisses fleisch
7. Wiener blut
8. Frühling in Paris
9. Ich tu dir weh
10. Liebe ist für alle da
11. Links 2-3-4
12. Haifisch
13. Du hast
14. Pussy
15. Benzin
16. Sonne
17. Ich will

UFJ [ufj@tapirulan.it]

 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli

Commenti [1 commento]

lo sai, vero, che io quando leggo una tua recensione mi ascolto un intero concerto. In soli cinque minuti.
E alla fine sono sfatto come dopo aver assistito a un concerto.

robirobi | 14.09.2010  23:00 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi? media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt? degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata