visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
04.01.2006
LE AVVENTURE DEL PORNODIVO SAPONE - 2
Autore: Dino

... ma Sapone non era sempre stato cos. Non era nato maniaco pervertito e neppure aveva manifestato segni in tal senso nei trascorsi giovanili. Forse le motivazioni di una tale scellerata scelta di vita andavano cercate nei suoi sofferti anni di collegio, passati assai poco felicemente in un collegio delle suore Orsoline. Il nome di tale Ordine, secondo il povero Sapone, derivava dal fatto che le consorelle avevano tutte barba e/o baffi in quantit? copiosa, tale da farle assomigliare ad un pio plantigrado.
In ogni caso Sapone aveva, fin dai primi giorni di collegio, legato maggiormente con le femminucce che con i maschietti ed in particolar modo le sue due pi care amiche erano Bernarda ed Ubalda. Ora il lettore non si convinca fosse per il loro nome! Queste avevano un nonsoche nei modi che attirava irresistibilmente il buon Sap: la prima parlava coi rutti, la seconda petava a comando.
In ogni caso, era normale la sua vita, o almeno lo era apparentemente, ad un occhio poco attento. Chi lo avesse osservato con attenzione, forse, avrebbe notato qualcosa di strano nei suoi giochi. Ad esempio il suo gioco preferito consisteva nello sferrare con tutte le sue forze un calcio nei maroni dei suoi compagni e cronometrare quanto questi trattenessero il respiro dal dolore. Appare secondario sottolineare che tale gioco il pi delle volte finiva con Sapone che veniva picchiato selvaggiamente dai compagni: meno secondario il fatto che questa era la parte da cui Sapone traeva maggior volutt? . E che dire della pausa mensa? Durante il pranzo, quando non era visto, Sapone soleva mangiare le salsicce solo dopo averle fatte passare sotto le ascelle (o dietro le orecchie che dir si voglia) del vicino di sedia: questa pratica, a suo dire, rendeva le salsicce molto pi piccanti. E le bevande? La sua delizia, ma solo dopo averle fatte sciacquare attraverso le dita dei piedi dell'amichetta Ubalda.
Insomma, tutte pratiche che ad un osservatore esterno sarebbero suonate come vagamente perverse, segno che in lui la pianta dell'impudicizia era gi? ben radicata... (Continua)

DINO []

 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli

Commenti [3 commenti]

La storia è rimasta sospesa nel vento

kiesa | 14.02.2008  11:39 

Ma il maledetto dinaccio quand'è che ci farà sapere come è andata a finire la triste vicenda del Pornodivo Sapone?

Del | 28.07.2006  14:19 

Io di Dino ho paura

Lorenzo | 17.01.2006  17:35 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata