visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
11.01.2006
CORNUTI!
Come dove perché siamo diventati cornuti.
Autore: French

Molti si saranno domandati per quale motivo, nella nostra societ? , le corna siano simbolo di infedelt? coniugale. In primo luogo se lo saranno chiesti gli arbitri di calcio, i quali sono sicuramente tra gli individui che, a torto o a ragione, vengono più frequentemente definiti cornuti.
Ebbene, sembrer? strano che qualcuno abbia perso del tempo nella suddetta questione (me compreso), tuttavia numerosi studiosi si sono adoperati nel tentativo di ricostruire il momento e il luogo in cui l'espressione "avere le corna" e l'aggettivo "cornuto" potrebbero aver assunto l'attuale significato.

La teoria più interessante riporta all'antica Grecia, al mito di Minosse, il quale visse - sembra - tre generazioni prima della guerra di Troia. Minosse aveva due fratelli, Radamanto e Sarpedone, con i quali regnava su Creta; ma egli aveva propositi egemonici e voleva tutto il potere per sé. Naturalmente i due fratelli lo ostacolavano. Cosa fare per tagliarli fuori? Minosse affermò che gli dei avevano destinato solo a lui il regno e, per provarlo, aggiunse che qualsiasi cosa avesse domandato al cielo gli sarebbe stata accordata. Pregò Poseidone di far uscire un toro dal mare, promettendogli in cambio il sacrificio in suo onore del toro stesso. Poseidone inviò un magnifico toro bianco, dotato oltre che di bellezza e possanza, anche di qualche rudimento nel nuoto, infatti giunse fino a riva nuotando. La dimostrazione che Poseidone aveva esaudito la sua richiesta valse a Minosse il potere incontrastato su Creta. Egli, però, non sacrificò affatto il bel toro bianco, come pattuito con Poseidone, preferì mandarlo a pascolare tra le sue mandrie, sacrificando in sua vece un toro banalissimo. Poseidone, visibilmente irritato per la condotta di Minosse, in segno di castigo ispirò in sua moglie Pasifae un amore irresistibile per l'animale. Non sapendo, per ovvi motivi, come soddisfare la propria passione per il toro, Pasifae chiese consiglio all'ingegnoso Dedalo, che aveva sempre una soluzione per tutto. Questi realizzò una giovenca in legno al cui interno si sarebbe comodamente introdotta Pasifae nella posizione più idonea per amoreggiare con il toro. Poi Dedalo portò la donna nei pressi di Gortina, dove soleva pascolare il goffissimo bovino, il quale, senza avvedersi che la vacca era finta, si avviò verso di lei al piccolo trotto e la montò. Pasifae, al contrario di quanto si possa pensare, non solo sopravvisse all'accoppiamento - e anche piuttosto soddisfatta - ma oltretutto, rimasta incinta, sopravvisse al parto di quell'essere quantomeno anomalo, col corpo di uomo e la testa taurina, che venne chiamato Minotauro (che significa, appunto, Toro di Minosse).
I cretesi, a conoscenza dell'adulterio di Pasifae con il toro, sembra che mostrassero a Minosse le corna per prendersi gioco di lui; da qui l'origine dell'associazione tra le corna e il tradimento.

Altri studiosi invece, ritengono che l'origine sia da ricercare a Costantinopoli, al tempo dell'imperatore Andronico Comneno, vissuto all'incirca tra il 1120 e il 1185. Si narra che questi, nonostante il nome che, in una certa misura, sicuramente lo penalizzava, avesse non pochi successi amorosi, e che li ostentasse appendendo nei luoghi più frequentati della capitale le teste dei cervi da lui uccisi a caccia; Probabilmente una testa per ogni donna concupita.

Un'altra ipotesi farebbe derivare il significato di cornuto dall'infelice situazione del maschio della capra, il becco. Egli possiede delle compagne che definire di facili costumi sarebbe riduttivo, infatti esse sono note per cambiare partner con la massima disinvoltura, ed è per questo che si usano anche le espressioni "far becco" o "essere becco" nelle accezioni di "tradire" e di "tradito". Altre fonti di modesta attendibilit? presumono addirittura che tutto sia nato in Spagna allorquando si diceva che mentre il torero era impegnato nella corrida a "fare le corna" al toro, sua moglie "facesse le corna" a lui.

L'interrogativo, tuttavia, rimane insoluto e ai cornuti rimane solo l'amara certezza di essere tali, senza sapere il perché.

FRENCH [french@tapirulan.it]

 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli

Commenti [3 commenti]

:D

Giada | 17.03.2006  13:41 

Se lo dice lui... bisognerà credergli :-D

Del | 17.01.2006  17:35 

Cornuto!

Anonimo | 15.01.2006  20:20 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band più media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La città degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata