visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
24.07.2012
WACKY RACE - SETTIMA TAPPA
I Wacky racers hanno... (parte seconda)
Autore: Wacky racers

Rock im Park, 01-03/06/2012, Norimberga

(<< segue)

- Arrivati nel centro di Norimberga per una breve sortita turistica, i Wacky racers hanno scoperto che Dürer, il più celebre pittore norimberghese, ha una sinistra somiglianza col loro comune amico French. Hanno scoperto altresì che Dürer mentre dipinge l’autoritratto è anche un playmobil in vendita presso l’ufficio turistico di Norimberga. WR2 non ha resistito all’impulso di acquistarlo.

- In quel di Norimberga, i Wacky racers hanno visitato la Beautiful Fountain, ribattezzata immediatamente Biutiful Fante per motivi che non possono essere svelati senza compromettere il segreto sull’identità di un membro dei Wacky racers; hanno dialogato con lo squinternato del quartiere, che ha insegnato loro una consolidata pratica scaramantica da effettuare utilizzando l’anello di ottone della Beautiful Fountain; poi i Wacky racers hanno visitato il Duomo e la piazza centrale. Alla fine si sono resi conto che bello tutto però fanculo avevano una fame dell’ostia.

- Al ristorante, i Wacky racers hanno mangiato cose molto leggere e facili da digerire. Nella fattispecie, WR6, ritenendo troppo pesante il piatto assortito di würstel locali ha pensato di ordinare uno stufato di cervo rivelatosi, a conti fatti, fisiologicamente incacabile.

- Avviliti dall’idea di trascorrere altre due notti in quello che WR5 chiamava amichevolmente “Campeggio Franchino”, I Wacky racers hanno accolto all’unanimità la proposta di WR2 di perdersi l’ultimo concerto della domenica, quello di Marilyn manson, in favore di un pernottamento in un letto come si deve. WR2, in realtà il meno entusiasta dell’idea, avrebbe avuto il compito di effettuare telefonicamente la prenotazione. Il dialogo che segue è la trascrizione della telefonata. Inutile sottolineare che WR2 non parlava tedesco e il suo interlocutore, evidentemente, non parlava altro che tedesco.
WR2: “Guten morgen. Ich liebe zimmer. Funf personen. Sonntag in. Montag raus! Ja?”
Interlocutore di WR2: “Ja!”
WR2: “Euro [utilizzando sorprendentemente la pronuncia corretta oiro]. Quanti oiro?”
Interlocutore di WR2: “Xzrftdgrfhgtjrdffgt”.
WR2: “Was?”
Interlocutore di WR2: “Zwai nul nul Euro”.
WR2: “OK. Zimmer OK”.
Interlocutore di WR2: “Ja”.

- Al termine della telefonata, i Wacky racers, pervasi da una frizzante euforia, hanno festeggiato l’inaspettato successo ordinando un altro giro di birre. L’espressione di WR2 sarà successivamente immortalata nei TaRock come “la soddisfanza”. I Wacky racers precisano che non intendono rispondere a domande del tipo “Cosa diavolo sono i TaRock?”.

- I Wacky racers si sono sorpresi nello scoprire che il formaggio tipico di Norimberga è uguale uguale al formaggio tipico di Monaco. Le peggiori malelingue all’interno dei Wacky racers sospettano che i formaggi tipici della Germania siano tutti uguali gli uni cogli altri.

- Prima di andarsene dal ristorante i Wacky racers hanno acquistato tutti i boccali da birra che avevano sul tavolo alla modica cifra di due euro a pezzo concordata col cameriere. Tutti tranne uno, a dire il giusto, dal momento che il primo boccale era stato fatto sparire con mossa Lupin-III-esca da parte di WR6. Tornando al cameriere, intascati i soldi, questi avrebbe poi smarrito i Wacky racers esclamando qualcosa tipo “OK, ora però fate sparire quegli affari e levatevi di torno”.

- I Wacky racers hanno concordato sul fatto che Norimberga somiglia molto alla città in cui è ambientato L’ispettore Derrick. Nel senso che il colore della città è proprio quel giallino-pisciolento tipico delle pellicole europee a basso budget degli anni settanta. WR2, nel corso della stesura di questo resoconto, avrà modo di verificare su Wikipedia che L’ispettore Derrick in realtà è girato nella lussuriosa Monaco di Baviera.

- I Wacky racers hanno scoperto che a Norimberga i lamponi sono buoni, ma costano milioni.

- I Wacky racers hanno incontrato un tizio che aveva una maglietta con scritto Fuck the american dreams.

- Sulla via del ritorno al parco, i Wacky racers hanno perso ben due treni per non essersi accorti che i tabelloni ai binari mostravano la provenienza e non la destinazione dei convogli.

- Tornati al campeggio, i Wacky racers hanno socializzato con i turbolenti vicini di tenda. Quando uno di essi ha gettato una sedia pieghevole su una delle tende dei Wacky racers, WR2 si è appropinquato col cipiglio da “ora gliene dico quattro”. Dopo cinque minuti i due si sono abbracciati e dopo sette minuti WR2 è ritornato alla sua tenda con in mano una lattina da 50 di birra offerta dal neo-amico teutonico. Per il resto del soggiorno non si sarebbero verificati altri incidenti, a meno che non si ritenga di chiamare incidente il coro sguaiato che avrebbe risuonato per tutta la notte. Die-titen-hunger, die-toten-hunger, o qualcosa del genere.

- Nell’arena concerti i Wacky racers hanno avvistato un certo numero di persone vestite in modo stravagante. Per esempio c’era un tizio totalmente nudo a meno di un succinto costumino uguale a quello verde che indossa Borat nell’omonimo film. Il costumino era stato confezionato usando lo scotch per i pacchi. In arena i Wacky racers hanno notato un secondo tizio anch’esso nudo a meno di un paio di mutande fatto anch’esso con lo scotch per i pacchi e sorretto, oltre che dall’adesivo a contatto con l’inguine, anche da due bretelle del medesimo materiale.

- I Wacky racers hanno maturato il sospetto che ai tedeschi piaccia quella eterea sensazione esiziale che si prova quando si rimuove dalla pelle con uno strappo secco uno strato di scotch per i pacchi.

- I Wacky racers sono consapevoli del fatto che l’utilizzo del termine esiziale all’interno di questo articolo attirerà certamente l'imperitura empatia di Cristiano Godano nei confronti dell’articolo medesimo.

- I Wacky racers sono altresì convinti che leggendo il termine empatia Cristiano Godano pensaerà "Adesso però state esagerando".

- A malincuore, a un certo punto i Wacky racers si sono separati: qualcuno ha assistito al concerto degli Offspring, qualcuno ha visto i Die toten hosen, la band nazionalpopolare tedesca, qualcuno ha visto i Devildrivers, qualcuno i sorprendenti Graveyard.

- Al termine del concerto, I Wacky racers hanno alzato i bicchieri e fatto un brindisi alla salute di French, il loro amico assente per incombenze nuziali. E, naturalmente, alla sua neo-mogliettina Arianna.

- Il giorno seguente i Wacky racers hanno pranzato in quella che probabilmente si potrebbe definire “la birreria più fica di tutta Norimberga”. Situato in un quartiere residenziale talmente deserto da apparire postatomico, il locale ha rifocillato i Nostri con birra eccellente, speck, würstel e una pasta di formaggio e burro dal nome impronunciabile ma dal gusto decisamente accattivante. I Wacky racers avrebbero poi scoperto a loro spese che per neutralizzare l’arsura generata da una sola cucchiaiata di quella roba occorrono almeno cinque litri di birra helles.

- I Wacky racers hanno preso consapevolezza del fatto che almeno tre membri su cinque non conoscono i prezzi degli indumenti femminili.

- I Wacky racers hanno concordato sul fatto che il più grande regista di film hardcore italiano dovrebbe chiamarsi Michelangelo Pornoni. I Wacky racers non sanno spiegare come mai in quel momento quella cosa fosse così irresistibilmente divertente.

- I Wacky racers hanno chiacchierato un po’ di tante cose. Una di queste erano i Soundgarden. Ecco uno stralcio della conversazione:
WR6: “Ma come saranno i Soundgarden?”
WR2: “Vecchi”.
WR1: “Quattro”.
WR5: “Da uno a dieci?”

- Nei pressi dell’area camping i Wacky racers hanno visto una specie di pulmino pubblicitario. Da questo pulmino sono sbucate tre ragazze piuttosto carine che hanno cominciato a spruzzare gratuitamente del deodorante sotto le ascelle di chiunque lo richiedesse. Mentre le ragazze irroravano il deodorante, molti degli avventori ruotavano su se stessi con espressioni divertite e piuttosto ebeti. La maggior parte era a torso nudo e la quasi totalità era dotata di un consistente strato adiposo. Nonostante ciò, le ragazze riuscivano a non far trapelare il senso di disgusto.

- I Wacky racers sono convinti che WR1 assomigli un po’ a Matt Johnson, specialmente quando indossa quel cappello da cowboy con scritto sopra Heineken jammin’ festival. WR2 si dice convinto del fatto che Matt Johnson sia un fottuto genio.

- I Wacky racers sono un collettivo eterodosso. Al suo interno militano paragnosti, mistici, animisti e agnostici. C’è anche una strega la quale, grazie agli sponsori che le ha insegnato la bisnonna, ha permesso il ritrovamento del cellulare di WR3.

(continua >>)

WACKY RACERS [racconti@tapirulan.it]

 

Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli

Commenti [0 commenti]
Scrivi un commento | Torna all'inizio | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi? media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt? degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata