visita il nuovo sito di Tapirulan
Tapirelax
14.02.2006
SAN VALENTINO
Storia, leggenda, cioccolatini, bei tempi andati
Autore: French

Si pu dire che San Valentino una di quelle ricorrenze che l'uomo, intendo il maschio, teme. Da poco trascorso il Natale, egli ancora costretto a mettere in funzione il cervello per un'attivit? che in generale disdegna: la ricerca di un regalo, quello che le donne chiamano "pensierino", mistificando palesemente il significato di questo termine: il vocabolario della lingua italiana dice che "pensierino" significa "piccolo e superficiale pensiero", oppure "primo esercizio di composizione per gli alunni delle scuole elementari", sia concesso anche il significato di "piccolo dono", ma in nessun caso un "pensierino" pu essere composto d'oro, avorio e brillanti! Questo un significato scritto solo nel muliebre encefalo.

Tale attivit? , la ricerca del regalo, indesiderata quanto gli scompensi intestinali causati dalle cotiche, sufficiente a rendere San Valentino inviso al prosaico maschio. La donna, invece, attende la data con ansia, vuoi perch fantastica una romantica cena al lume di candela, vuoi perch esiste una certa aspettativa nei confronti del suddetto "pensierino" (di norma delusa). Ultimamente anche le donne iniziano ad essere critiche nei confronti di questa festa, tacciata di "commercialit? ", ma indiscutibile che la maggior parte di esse fatichi non poco a rinunciarvi.

Ci che accomuna entrambi i membri della coppia che, sovente, ignorano i motivi per cui festeggiano il loro amore il 14 febbraio. Perch proprio per San Valentino? Chi costui? Un santo, la risposta. E come c' finito un santo in mezzo ai peluches e ai cioccolatini? Un castigo divino, un errore dell'Ufficio Collocamento Santi? Un'invenzione pubblicitaria? E Rodolfo Valentino cosa c'entra? Quello non c'entra nulla, tutt'altra mercanzia.

San Valentino un personaggio realmente esistito, nato probabilmente nel 176 dopo Cristo a Terni (citt? di cui, ancora oggi, patrono). Divenne vescovo intorno alla fine del terzo secolo, uno dei primi, se non il primo vescovo di Terni. Mentre si trovava a Roma per predicare il Vangelo e convertire i pagani, l'imperatore Claudio II Gotico gli intim di interrompere la sua missione e di abbandonare la religione Cristiana. Egli, non solo rifiut l'abiura, ma, a sua volta, tent inopportunamente di convertire Claudio. A questo punto non si sa se Claudio, irritato, lo fece lapidare, o se, ammirato dal suo corraggio, lo grazi. In ogni caso, se non Claudio, fu il suo successore, Aureliano, a decretarne la morte. Siamo intorno al 270 d.C.
II suo corpo fu sepolto a Terni dove ora sorge una basilica ad egli dedicata. Le sue spoglie sono custodite in una statua d'argento posta in una teca di cristallo che riporta la scritta: "San Valentino patrono dell'amore".

Ed ora veniamo al dunque: perch San Valentino considerato il patrono dell'amore? Per via di alcuni episodi che lo videro protagonista durante la sua vita.

Per esempio, fu il primo a unire in matrimonio una cristiana e un pagano: la leggenda narra che il pagano Sabino, un centurione romano, si innamor della bella Serapia, cristiana. Il loro amore, osteggiato dalla famiglia di lei, venne suggellato dal vescovo Valentino, il quale battezz Sabino convertendolo al cristianesimo. Purtroppo Serapia si ammal gravemente, e Sabino, disperato, invoc nuovamente l'aiuto di Valentino: non avrebbe sopportato la separazione dalla sua amata. Valentino li marit e li congiunse in un sonno eterno.

Vi anche un altro episodio: mentre se ne stava tranquillo nel suo giardino, Valentino ud due persone bisticciare animosamente. Erano due fidanzati. Non si sa se per toglierseli di mezzo, o per evitare che il diverbio degenerasse in parapiglia, o per puro spirito caritatevole, Valentino si appress loro porgendo una rosa rossa. Volle che i due fidanzati la prendessero e che ne stringessero il gambo, che la piantassero, non la rosa ma di sbraitare, e che facessero pace. Pare che la cosa funzion. Non solo, i due trovarono un'armonia tale che nel breve volgere di qualche tempo tornarono da lui per unirsi in matrimonio. Cominci cos a girare voce che il vescovo Valentino portasse bene alle coppie, una profusione di persone prese il vizio di chiedergli la benedizione per il proprio matrimonio. Egli decise allora di dedicare alcuni giorni a tale incombenza, il giorno 14 di ogni mese. In seguito alla sua morte, avvenuta il 14 febbraio, rimase la tradizione ristretta al solo mese di febbraio (proprio perch quella era la data della sua morte).

Questa tradizione venne incentivata e consolidata da Papa Gelasio I, nel 476 d.C., per contrastare la costumanza pagana dei "Lupercali", festivit? religiosa romana che si celebrava il 15 di febbraio in onore del dio Luperco. Si trattava di un rito della fertilit? molto pi divertente della festa di San Valentino, ma meno in linea con i dettami cristiani: venivano messi in un'urna dei biglietti con i nomi delle donne ancora in cerca di marito; un bambino li mescolava e sorteggiava le donne da accoppiare con gli uomini presenti. Cominciava poi la festa, le danze, le bevute, e da cosa nasce cosa. Per un anno intero le novelle coppie si sarebbero accoppiate allegramente affinch il rito della fertilit? avesse successo. Certo, la sorte poteva essere sfavorevole, ma l'anno dopo si poteva sperare in miglior fortuna.

Poi come si fa a non aver nostalgia dei bei vecchi tempi andati...

FRENCH [french@tapirulan.it]

 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli

Commenti [10 commenti]

Eh sì, pare che Valentino sia morto vecchio, nessuna certezza naturalmente visto che, ai tempi, la vita media era molto più breve e le fonti non sono sempre inappuntabili.
Visto che Robirobi è innamorato, ma non si sa bene di cosa (o chi), per sua fortuna è esentato dal "pensierino". Non è mica poco...

French | 13.02.2008  15:22 

ringrazio il mio personal trainer, che per la cronaca si chiama Alzheimer, per avermi sottoposto questo relax per innamorati,perchè io sono innamorato di qualcosa, anche se non ho ancora compreso bene di cosa, e perchè ho letto con il piacere e la sorpresa della prima volta, anche se - sono sicuro - non è la prima volta.
Il pezzo è divertente, soprattuto quando lui paga con la vita il suo molesto gioco di piazzista dell'amore

robirobi | 12.02.2008  08:30 

Visto che si avvicina questa insulsa festa, ho voluto leggere questo racconto.
Mi sorge una domanda: ma quando è morto Valentino a 100 anni? Così almeno pare dalle date sopra riportate

KIESA | 11.02.2008  15:43 

Non lo so, perché sono stato antipatico? Per la storia del "pensierino"?

French | 15.02.2007  11:42 

quando scrivi sai essere antipatico nei confronti delle donne

... solo quando scrivi?

;-*

LORENA | 14.02.2007  17:06 

Prossimamente arriveranno notizie anche su San Faustino. Per ora mi limito a lanciare un appello: se c'è qualcuno che si chiama Faustino a questo mondo, non Fausto, si faccia vivo: voglio studiare il suo disgraziato caso umano.

French | 03.03.2006  17:38 

Interessante.
Ci sono anche notizie su San Faustino.
No, perché già che ci siamo...

fratearrigo | 02.03.2006  08:17 

Pezzo molto interessante. E il mio occhio attento, tra l'altro, non può fare a meno di collegare l'istutizione del giorno degli innamorati da papa Gelasio, nel 476 dC con il crollo dell'impero romano d'occidente...
San Valentino come crollo della civiltà, insomma...

Del | 15.02.2006  14:45 

ammmòòòòreee!!!! e quindi..volevo sapere:dov'è il mio pensierino??
sei sempre il solito cafone! speravi che con tutta 'sta storia del santo mi scordassi? ti auguro un buon s.valentino sperando che la prox volta ti possa andare meglio con la macchina!così ti accorgerai chi è la ragazza di bouffon!

erika | 15.02.2006  11:46 

La nostalgia cesserà quando il presente sarà migliore dei bei tempi passati ;)

Betty | 15.02.2006  10:16 

I commenti sono chiusi | Archivio articoli
 
Tapirelax | Articoli recenti
22.07.2013
Echi di celluloide - 23: "Dexter"
[Autore: Matteo Fontana]
30.04.2013
Io come te sono
[Autore: Zumba]
08.04.2013
Echi di celluloide - 22: ''The closer'', gliallo slapstick
[Autore: Matteo Fontana]
02.04.2013
La seconda linea
[Autore: A.marti]
25.03.2013
Music corner - 51: La band pi media del mondo
[Autore: UfJ]
11.03.2013
Cin cin
[Autore: Mr. Orpo]
01.03.2013
Music corner - 50: Famosa rock band italiana. Tre lettere
[Autore: UfJ]
25.02.2013
Echi di celluloide - 21: ''The mentalist'', il fascino dei prestigiatori
[Autore: Matteo Fontana]
05.02.2013
La citt degli angeli
[Autore: A.marti]
Archivio articoli
 
 

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata