ARCHIVIO
 
FOGLIAZZA
  27.01.2008 | 08:28
IL GIORNO DELLA...
 
 

Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  25.01.2008 | 14:49
COSTITUZIONE ITALIANA
 
 

Di corporatura Jacopo è ben messo. 13 mesi 14 kg. Un Prodotto Interno Lardo invidiabile.
Da un paio di settimane ha preso a camminare. Certo, cade spesso. Ma si rialza. Cade si rialza cade si rialza.
Cade perchè s'è messo in piedi, si rialza perchè è caduto.
E' così di costituzione.
Mentre la costituzione italiana è ormai vecchia, flaccida, rappresentata da simili che non si distinguono più nemmeno nei nomi, ma nell'incapacità di reggersi sulle proprie gambe... 
E' nelle "mie nonne" che trovo  il riscatto. Trovo la forza in donne che hanno scavalcato la guerra come hanno scavalcato gli ottanta: con onore.
La costituzione italiana dei nostri politici scoraggerebbe qualunque dietologo: EgObesità.
Forse occorrerebbe un botanico esperto di piante carnivore.
Le "nonne mie" che ho in mente sono le donne partigiane che racconto in MEMORIA INDIFFERENTE. Donne... che ad averne di uomini così. Donne che stanno morendo per sopraggiunti limiti d'età. Mica uomini politici morti per costituzione: italiana.

Autore: fogliazza | Commenti 3 | Scrivi un commento

  24.01.2008 | 13:22
OGGI... ricordando anche Arrigo Boldrini "Bulow"
 
 

Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  22.01.2008 | 19:02
FATE LA CARITA'...
 
 

Propongo un minuto di raccoglimento, sessanta secondi di pietà per tutti quelli che aderiranno all'appello lanciato dalla grande emittente locale: TvParmaLetale.
Dopo il "VOLO BASSO" di Francesca Strozzi (per gli amici Franceschina) è ora di CreaTVity (pare che Ciuffo Strallato Gavazzoli, in un eccesso di creatività, abbia chiesto di condurre Art Attack: negatogli il format è corso in bagno a partorire: lo stronzo era podalico ed è nato CreaTVity).
"CreaTVity - la tivù che fai tu" (rima baciata da Ciccio Ammicca... avrà mica nostalgia?!) ha un lato positivo: ammettere che nel barile di TvParmaLetale non si gratta nemmno più il fondo perchè l'hanno passato da parte a parte.
Fate la carità: date i neuroni superflui alla redazione di TvParmaLetale. N'era rimasto uno, poi sequestrato dai RIS per la prova del DNA.
Nello Fochetti si è subito dichiarato estraneo ai fatti.

Autore: fogliazza | Commenti 23 | Scrivi un commento

  17.01.2008 | 17:22
MEMORIA INDIFFERENTE
 
 

MEMORIA INDIFFERENTE - narrazione a fumetti è il tentativo di contribuire alla memoria partigiana, soprattutto quella femminile, attraverso la narrazione orale, la musica, ma soprattutto il disegno, il fumetto quando si fa arte sequenziale trattando tematiche importanti. Con l'auspicio che tale progetto parli un linguaggio più simile a quello dei giovani, gli stessi capaci di garantirci la più lunga aspettativa di vita della memoria.


Il progetto si compone di quattro elementi fondamentali:

1)       il disegno: ritratti a fumetti delle dimensioni circa di 75 cm di base per 120 di altezza, eseguiti “attraverso” il nome di battaglia di ogni partigiano.2)       la voce del narratore: l’autore dei disegni racconta l’incontro e la testimonianza di ogni ritratto, per una durata di 1 minuto e mezzo circa per ciascun ritratto.3)       la musica: due chitarristi rieseguono arie partigiane, aprendo e chiudendo la narrazione e intervenendo musicalmente fra un ritratto e quello successivo.4)       la voce registrata: si riferisce a un intervista fatta dall’autore oltre dieci anni fa al nonno, Ugo Pellegri, marinaio durante la Seconda Guerra Mondiale e successivamente deportato in campo di internamento a Makenrode, in Germania.

Durata totale: 50 minuti circa

musicisti

Diego Baioni - chitarra
Emanuele Cappa - chitarra



Breve descrizione dello spettacolo:

La narrazione ha una durata di una cinquantina di minuti, sulla base di un testo/canovaccio che permette improvvisazioni e variazioni sul tema. Si compone di un racconto suddiviso e scandito dai ritratti, alternando solo voce, voce e musica, solo musica. La scenografia è composta dai disegni esposti, il narratore e i musicisti.I ritratti si presentano già installati, ma coperti da una stoffa semi-trasparente che ne impedisce una corretta lettura: vengono “svelati” (ossia la stoffa viene lasciata cadere) solo dopo ogni ritratto/episodio (cade il velo dell’oblio per recuperare la memoria) al fine di trattenere la soglia d’attenzione dello spettatore e permettere allo stesso di riscontrare in ogni disegno le parole/episodio che l’hanno preceduto.Apre e chiude la narrazione il contributo audio (una traccia iniziale di 2 min. e mezzo + una seconda e terza finali di 3 min. circa) tratto da una vecchia intervista che l’autore ha fatto al nonno materno: Ugo Pellegri, impossibilitato ad entrare nella Resistenza perché rientrato dalla deportazione in Germania nel maggio del ’45 e insignito della Medaglia d’Argento al Valor Militare nel 1951.Lo spettacolo trova il suo punto di forza, oltre che nei ritratti disegnati delle donne partigiane, nel format fatto di elementi eterogenei e immediati che si alternano ripetutamente. Per la predominanza di ritratti e storie femminili, MEMORIA INDIFFERENTE è un tributo alla Resistenza Partigiana al femminile e alle donne in generale.La presenza del fumetto (da 11 a 13 ritratti) rende lo spettacolo particolarmente adatto ai giovani, capace di un linguaggio più simile ad essi, che possono garantirci l’aspettativa di vita più lunga della memoria.Lo spettacolo si conclude con la sola presenza in scena dei ritratti esposti (qualora si trattasse di uno spazio ampio come descritto nella scheda tecnica, anche della proiezione in dissolvenza successione sovrapposta dei ritratti), affinché il pubblico concentri la propria attenzione finale sui reali protagonisti della storia: le donne partigiane. Questa breve descrizione dello spettacolo può subire delle variazioni a seconda delle modalità e dei luoghi nei quali viene proposto, senza comunque cambiarne il senso e il contenuto.

Il format è depositato.

DEMO su You Tube:

http://it.youtube.com/watch?v=ADPfCaMUwuE

Scheda tecnicaImpianto audio per uno spazio ridotto: 1 mixer con minimo 5 ingressi, 2 monitor, 2 casse, 4 microfoni con aste, tecnico audio/luci. Per spazi più ampi come teatro, piazza o altro l’impianto audio sarà proporzionato e necessiterà di un sistema di proiezione su grande schermo dei ritratti narrati (supporto multimediale/cd rom a carico dell’autore).

Info generali: Gianluca Foglia 340.9092080 – info@fogliazza.net

Info tecniche audio musica: Diego
Baioni 328.2733910 oppure 0521.848185

24  gennaio 2008 - Ratafià - Parma 
http://www.tapirulan.it/blog.php?username=fogliazza&id=651

26 gennaio 2008 - Sala Civica - Traversetolo (Pr)
http://www.tapirulan.it/blog.php?username=fogliazza&id=669

19 aprile 2008 -  ore 10,15 - Auditorium - Casalmaggiore (CR)

23 aprile 2008 - ore 21,00 - Salone Napolitano - Busseto (PR)
http://www.tapirulan.it/blog.php?username=fogliazza&id=769

25 aprile 2008 - ore 15,00 - Parco Tegge - Felina (Reggio Emilia)
http://www.tapirulan.it/blog.php?username=fogliazza&id=768

27 aprile 2008 - ore 21,00 -  ex Macello - Fidenza (Parma)
http://www.tapirulan.it/blog.php?username=fogliazza&id=782



Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  14.01.2008 | 14:51
NO LOGO
 
 

Il sogno di Oscar Pistorius continua!
La Iaaf non è riuscita a coinvolgere il giovane atleta nella più colossale operazione di mercato da quando Calisto Tanzi elargiva fondi a destra e a manca.
Le Olimpiadi di Pechino sono di fatto il più squallido compromesso tra lo sperma commerciale del resto del mondo e quella che oggi è universalmente ritenuta l'ovaia più feconda per deporvi i propri interessi economici.
Il sogno di Oscar Pistorius continua perchè non sarà usato dal paese che ospita i giochi olimpici, con la collusione di tutta la cricca internazionale, per nascondere che la Cina ha avuto le Olimpiadi in cambio di promesse che non manterrà mai: i diritti umani.
Il mondo, o quel che ne resta, ha fatto un accordo commerciale con la Cina: ti diamo i giochi e tu ci fai giocare con la produzione a bassissimo costo.
Quello di Oscar Pistorius è un sogno autentico che può fare a meno dell'incubo del profitto ad ogni costo, lo stesso sordido profitto che anche il nostro governo incentiva.
Chi l'ha presa peggio è stato il colosso IKEA che ha diramato il seguente comunicato stampa: "MERDA!!!"

Autore: fogliazza | Commenti 4 | Scrivi un commento

  11.01.2008 | 11:10
EMBE'???
 
 

Che fine ha fatto ilFogliazzo?
Latitante? Differenziato? Smaltito? Scaricato in Sardegna? Commissariato?
No. Ha fatto la fine di chi prova ad iniziare.
Insomma, in due parole, dopo l'esordio bislacco e on-linesco... ha in mente una cosa che lo costringe a starsene zitto zitto nell'anonimato silenzioso, per riaffacciarsi spudorato nel momento in cui, se lo augura, ha partorito uguale, o quasi, all'idea che gli frulla in testa di se stesso.
Tranquilli... Dio c'è.
Ma pure ilFogliazzo!!!

Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  07.01.2008 | 16:26
L'EMERGENZA E' STARE SENZA
 
 

La magistratura ha aperto un'inchiesta a carico di Jacopo, mio figlio, professione poppante. D'ufficio hanno assegnato la difesa di Jacopo al suo pediatra, il quale tranquillizza "E' un atto dovuto".
L'ipotesi di reato è "smaltimento eccessivo di pannolini". Come padre mi sento sereno, ho fiducia nella giustizia. Già domani è previsto un incontro a pranzo con il verde Pecoraro Scanio, a cena ho quelli di Legambiente. Domani, forse, un barbecue con Bertolaso.
Al momento la situazione è sotto controllo. Il cassonetto in fondo alla strada non ha ancora subito rimostranze da parte del vicinato. I bidoncini gialli fuori dal cancello sono presidiati da una guardia giurata. Stiamo monitorando l'andamento caccometrico di Jacopo, piccole scosse si registrano al centro antisismico, ma il sismografo è nel range di sicurezza della scala Mercagalli.
Certo, come tutti i mangioni, Jacopo è un cagone (come il padre), ma non ce la sentiamo di incatenarci al fasciatoio o organizzare fiaccolate.
In questo momento di grande cacca la nostra solidarietà va agli abitanti del rione napoletano Pianura, che protestano contro l'emergenza rifiuti: 2800 cittadini per un rione abusivo al 75%.
Difficile fare la differenziata tra rifiuti solidi e rifiuti legali.
Jacopo ha cagato ancora.
Chiedo scusa. 

Autore: fogliazza | Commenti 0 | Scrivi un commento

  03.01.2008 | 11:05
24 - GENNAIO - 2008 - RATAFIA' - ORE 21.00
 
 

La storia attraverso le storie di chi ha fatto la Resistenza, soprattutto donne, quelle stesse sconosciute straordinarie donne che hanno tenuto le fila della Lotta Partigiana, il cui contributo è da sempre considerato "minore" perchè privo dell'appariscenza delle armi.
Donne che ho incontrato di persona, piccoli pezzetti di vita di allora che messi assieme contribuiscono ancora a costituire il mosaico della libertà di oggi che non ci accorgiamo più di avere.
Penso sia importante ricordare queste persone e che non è mai troppo tardi per dire loro grazie.
Così narrando, recupero il ricordo di mio nonno, che non ha fatto la Resistenza. E' rientrato dalla deportazione in Germania nel maggio del '45.
Il sentimento è comune... MEMORIA.
Affinchè questa non diventi indifferente, perchè solo ricordando si smette di morire.
Se vi va... è una bella storia di storie, che non ho scritto io.
L'hanno fatta loro.

http://www.festivaldirittiumani.it/index.php

Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  02.01.2008 | 15:31
194
 
 

Ovvero... Ruini che non dovrebbe essersi masturbato nemmeno per statuto, Ferrara che da quando è ingrassato non riesce più a masturbarsi e Bondi che vorrebbe masturbarsi ma deve chiederlo prima a Berlusconi.
E' incoraggiante che a difesa della vita parlino proprio uno che non ha mai scopato (Camillo), uno che al posto degli spermatozoi ha il colesterolo (Giuliano) e uno che non gli si dirzza nemmeno un capello (Sandro).

Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

   
Associazione
Culturale Tapirulan
via Platina 21
26034 Piadena (CR)
Italia
Tapirulan.it il portale degli artisti contemporanei

Webmasters: French+Coma
Redazione: Del, Dani, Foggio, French, Juan, Pigi, Silvio, Topus, Tauro, Ra, Vitto.
© Tutto il materiale presente su questo sito è protetto da copyright.