ARCHIVIO
 
FOGLIAZZA
  28.07.2008 | 16:30
FECCI SOGNARE n.2
 
 

Ieri sera, al Conad Parri, è stata assegnata la prestigiosa corona di "Miss Culaccia 2008", ambito concorso di stagionatura. Serata che ha visto una ricca, ricchissima partecipazione rionale. Presidente di Giuria: Fecci Sognare, nel tempo libero Sindaco di Noceto. La serata, condotta magistralmente da tale Eros per la nota postura dei piedi a papera e il capello sbarazzino, ha visto l'assegnazione di riconoscimenti non meno prestigiosi: Miss MezzoKg 18,90, Miss Banco Frigo, Miss Rotolona Regina, Miss Mazzamauro e Miss CocàBar (in collaborazione con l'omonimo aftèr àuar). Animazione: Pier.
E' stata incoronata reginetta "Miss Culaccia" la cliente Ernesta Gasparini, nota raccoglitrice di punti Conad mai incassati per decorrenza dei termini.
Tutte le Miss accedono di dirittto alle finali regionali di "Miss Strada dei Vini e dei Sapori".
Fecci Fabio, Presidente di Giuria e cittadino onorario di Noceto, ha così commentato: "Io ci sarò!"

Autore: fogliazza | Commenti 4 | Scrivi un commento

  26.07.2008 | 11:56
FARE SISTEMA
 
 

E io che pensavo di fare satira...
Appare su
http://parma.repubblica.it/dettaglio/Nozze-a-Tv-Parma-Francesca-Strozzi-in-bianco/1493232?edizione=EdRegionale questo imperdibile saggio giornalistico, talmente imperdibile che l'autore del pezzo l'ha pure firmato, vuoi mai che per invidia qualcuno glielo sottragga. Un articolo gossipparo e ferragostano, un po' billionario e un po' smailante, ma soprattutto irriverente. La foto è visibilmente taroccata con fotoscioppe, il mento è smodatamente allungato e i pixel finiscono per imbrattare la bella sposa con tripudio di punti neri.
"I media non parlano d'altro", ironizza l'edicolante. Lui stesso si butta a pelle d'orso sull'inutile menu del giorno, lasciando trapelare il desiderio di esserci. O di farci. Come non bastasse l'inutilità della notizia a sottolineare quanto siamo ricchi di tempo da perdere, il giornalaro si esibisce in un "io ti faccio a te e tu mi fai a me". Fare sistema. Informazione per informazione per tre e quattordici. Tu stai a TvParmaLetale, io a RepubblicAssistenzaParma.it e condiamo con Gazzetta e cornetto. “Cornetto” è la testata diretta dall’autore del pezzo. Se questo è presentato come il matrimonio dell’estate, già si parla dell’onomastico dell’anno di Adrastico Ferraguti, del milionesimo ormone maschile della Giunta, dell’oscar alla carriera nel Comune di Parma a Giovanni Paolo XXIII Bernini, del Compleanno del Secolo d’Italia di Moine, del Secondo Semestre sui banchi per l’Assessorissimo Lalagna, Festa di Laura Post Corsi Media Gavzzoli. 
Fare sistema: l’informazione è servita.

Autore: fogliazza | Commenti 21 | Scrivi un commento

  22.07.2008 | 19:29
PACCO SICUREZZA n.2
 
 

Quando si è in attesa, in fila, a uno sportello... si sa... uno attacca bottone. Mi "tocca" un ragazzo sui quaranta, aspetta la sorella, che arriva subito dopo, coi due figlioletti, sorridono e si presentano. Si scherza, brevemente la loro storia, il viaggio, le difficoltà ma la bellezza dei bambini e tutto il resto. Ci allontaniamo assieme, pochi metri, tengo Nicolò in braccio, Anna resta sull'altro marciapiedi, col passeggino vuoto. Ultime battute con i quattro simpatici indiani, prima che arrivi il loro bus. Hanno perso l'accento, completamente, forse mai avuto, in Italia quasi da che son nati. Fisionomia inconfondibile. Un ultimo saluto, una risata, un augurio, con Nicolò in braccio mi stacco da loro e scendo dal marciapiedi per attraversare la strada. Una signora nostrana, bici alla mano, ha visto tutto, forse quanto le basta, e mi sorprende con una domanda riferita a Nicolò: "E' suo?".
Come se la sua fosse una battuta, rispondo a modo "E di chi dovrebbe essere?!".
Mi giro e attraverso la strada.
Ma mio figlio, dico davvero, di chi dovrebbe essere? Perchè quella là mi ha fatto una domanda del genere? Io una risposta ce l'avrei, ma non vorrei essere razzista o prevenuto nei confronti di una donna italiana.  E poi... ai più anziani si deve rispetto.

Autore: fogliazza | Commenti 1 | Scrivi un commento

  18.07.2008 | 19:41
VIVA LA SPOSA!!!
 
 

Conto alla rovescia per il "magico sì" di Francesca (per gli amici Franceschina) Strozzi.
L'evento si annuncia mondano per eccellenza. E' prevista una ripresa integrale della cerimonia che potrà essere seguita in diretta su TvParmaLetale nell'edizione speciale di "A pesca con Afro". Per il fatidico SI' (non sono previste pause di lettura dal momento che è una parola sola e per di più molto breve) il Sindaco e Cerimoniere InVignoVeritas. Sposa nella Villa dello Sperlaro, dal nome dello stilista di Franceschina, sono in programma eventi collaterali a pelle d'oca: gli "Archi dell'Orchestra Guglielmo Tell di Rossini" accompagnerà un tenore, si fa il nome di Piovani Sandro. Fuochi d'artificio e spettacoli pirotecnici dell'armeria "Ciccio Raudo" di Casoria. Balli e danze della compagnia "'Anvedi come bballa Nando". Una troupe di Teleducato seguirà l'evento in differita per un'approfondimento a "Serata Salute". Per l'occasione sarà distribuita una bomboniera eccezionale a tiratura limitata: il portachiavi di Francesca a tiratura illimitata (disegno sopra).
Ricco terreàterre di vip: da Andrea Gavazzoli a tutto il mercanteinfiera del giornalismo locale.
Auguri sinceri a Francesca (per gli amici Franceschina) e un caldo invito da parte di tutti i telespettatori di TvParmaLetale: "Torna Presto!!!"

Autore: fogliazza | Commenti 10 | Scrivi un commento

  15.07.2008 | 12:48
MATTEO CAMBI SIAMO NOI
 
 

E' originale Matteo Cambi: trovava lussuoso permettersi di non aver con sè le chiavi di casa perchè c'era sempre qualcuno che gli apriva. In carcere è la stessa cosa, ma lì non ci sta bene. Nemmeno Mammà e Maruccio. Traumatizzati. E' il momento del trauma e dell'umana solidarietà: Adrastico Ferraguti, giornalaio del catering, arriva a dire che il "ragazzo che si è fatto da solo" è vittima di cattive distribuzioni, il cui ritardo ha causato ammanchi di guadagno. Adrastico economista. Pure! Aspetto Elisa Nefertari Rosignoli per uno speciale a cuore aperto con sottofondo e lacrima. E immagini di repertorio. Anzi: da museo. E' il momento della compassione, di un cristianesimo vip, di un BRAVORAGAZZISMO che non sarà la soluzione di tutti i mali, MA FA! Alla fine è un giovane che ha perso la testa, trentenne da ultimo bacio, un incidente di percorso. Non averlo tra i nostri, con orgoglio nazionale, è bestemmia che non va nemmeno pensata. Peccato: avesse restaurato un campanile, fosse andato più spesso a messa... un angolino in paradiso con piscina e angeli sessuati... perchè no?! Che ne sarà di lui? Terapia di gruppo con Calisto Tanzi? Pronto riscatto in Cina come chi fonda "Caffè Parma" dopo aver affondato software house da 500 dipendentiMatteo Cambi siamo noi, che non ci possiamo permettere il suo lusso, ma dietro gli occhiali a specchio e sotto il gel siamo qualcuno. E se anche non finiremo in galera per aver speso gli straordinari in fabbrica in cazzate da vestire, faremo comunque la stessa fine: polvere siamo, polvere ritorneremo.
Siamo quello che annusiamo.

Autore: fogliazza | Commenti 10 | Scrivi un commento

  11.07.2008 | 18:49
IL RESIDENTE DELLA REPUBBLICA
 
 

Cari Jacopo e Nicolò,
per quanto l'Italia sia un paese laico, la sua Costituzione contiene principi sulla famiglia esclusivamente cattolici. Ragion per cui vi è concesso trasgredire al comandamento "onora il padre e la madre". Tuttavia non significa che dovete disonorarli, no. Significa che in Italia, il nostro bel paese, si devono onorare. sempre, due persone: il Residente della Repubblica e il Papa.
Qualunque cosa dicano o facciano voi non vi dovete mai permettere di attacarli, loro sono intoccabili.
Sono, vi dirò, due perone che tutti, o quasi, usano come scudo morale qualora si voglia fare a gara su chi è più moralista e patriota.
C'è un fatto, però, che il Residente della Repubblica può firmare delle cose, dire la sua su una proposta di legge, insomma... avallare e dare libero corso anche a leggi delle quali il vostro papà non si sente orgoglioso.
Per questo vorrei dirvi, cari Jacopo e Nicolò, che il nostro Residente della Repubblica non è un bell'esempio da seguire e se accetta l'immunità anche per sè non vuol dire che è immune dal vostro senso critico. Per quello ancora non c'è una legge. Approfittittatene finchè si può.

Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  09.07.2008 | 16:28
MATTEO BAMBI
 
 

Lo sapevo: troppo concime fa male ai fiori.
Nemmeno il tempo di un premio S.Ilario, una Laurea ad Qualcosam, una targa ricordo a VipSciò....
Matteo Bambi, enfant prodige del Made in Parma, uno col fiuto del businness, uno che aveva naso per la moda, uno che aveva fiutato l'affare grosso. Uno che aveva tirato su, dal niente, una margherita. Una trovata così banale che per farla diventare una griffe della bassa moda ci voleva solo il popolo italiano. Milioni di debiti, un fallimento col botto, la fine di un sogno, il merito d'aver rappresentato al meglio il peggio di Parma. Un giovane, giovanissimo imprenditore che scompare, in un momento difficile per l'economia nazionale, tra precariato e miraggio del posto fisso. Il terrore che un giovane così di talento non possa trovare un'occupazione stabile che gli dia un po' di serenità.
Una vera stella non può essere cadente: Matteo, rimbalza!!!



Autore: fogliazza | Commenti 5 | Scrivi un commento

  07.07.2008 | 15:33
CARO PARRI... UN TANTO AL CHILO.
 
 

Noi lo chiamiamo il Parri, sta in largo Parri, quartiere Parri, insomma quello lì. Sembra una cittadella bulgara, palazzone ingrigito dalle piogge, emiciclo di negozi che garantiscono la sopravvivenza del palazzo, barettino sfigato, farmacista depresso, macellaio che chiude per lutto se muore il cavallo, cartolaio col fax a manovella, solarium per carità non può mancare, merceria che è un monumento, fontana che non ha mai visto l'acqua. E poi c'è il Parri, lo chiamiamo così, anche se è un Conad dove tutti si sentono a casa. Puoi entrare in ciabatte con lo spazzolino da denti in bocca e iniziare a fare colazione con i saccottini prima i arrivare alla cassa. Si conoscono tutti e tutti, più o meno, si scambiano i cavoli degli altri. E' un supermercato domestico, ti fa sentire a casa, in maggioranza anziani per i quali l'Esselunga è un miraggio oltre confine. C'è la tessera punti  e se ti vuoi fare odiare blocchi la fila aspettando che ti diano il "Titti sonoro" che hai ordinato da tre mesi. Mia moglie ci va spesso, per sentirsi qualcuno. Oggi tocca a me. Parmigiano-Reggiano, 30 mesi di collina: 12,90 al kg. Lo prendo. Ma decido per il mezzo, uno è troppo, sta nel settore immediatamente a fianco a quello che indica chiaramente "30 mesi di collina 12,90 al kg". Ne prendo mezzo, guardo il peso, 500 gr. Vado, pago e torno. Mia moglie controlla e verifica "Hai visto?" e io "Visto cosa?".
Il giorno dopo, lei che al Parri è qualcuno, ci torna col mezzo kg di Parmigiano e lo scontrino. Va e chiede spiegazioni: "Mi scusi... c'è un errore?". L'addetta controlla e poi "No, un kg costa 12,90, tagliato a metà costa 18,90". Saluti. Sipario. Merda.
Caro Conad Parri... io che son giovane son coglione... ma agli anziani  come lo spieghi?

Autore: fogliazza | Commenti 4 | Scrivi un commento

  02.07.2008 | 14:57
LODO SCHI-FANO
 
 

Ho un amico che scrive bellissime favole per bambini. Favole in cui ogni parola salta come una nota che balla, che cambia colore come una giostra, che suona come un barattolo con i sinàlcoli dentro. Scrive favole così belle che ti distrai dal ricordare che di favole siamo rimasti senza. Favole che meno male ci ha preso gusto e ne scriverà ancora.
Vorrei chiedergli una favola per i miei figli, una di quelle dove al posto di c'era... ci sarà ancora. Ma ho paura che non la sappia scrivere, perchè non può, non perchè non voglia. Gliela vorrei chiedere almeno per i miei figli, che per me vedo di cavarmela. Vorrei chiedergli di una favola che posso leggere ai miei bambini come facessi loro una promessa che potrò mantenere già a colazione. Per quella favola gli disegnerei i disegni più belli, che si potesse capire anche da chi ancora non sa leggere. Come i miei figli. Ma non so come dirgli che quella favola è troppo anche per lui, che pure le sa scrivere bene, ma non ci può fare niente. Non so come dirgli che vorrei quella favola per me, per farmela leggere dai miei figli appena potranno, con la speranza che imparino a leggere presto, che ne ho bisogno urgentemente di una favola in cui credere. Perchè ormai sono grande e ho paura di dimenticare che bisogna aver fiducia. Vorrei una favola in cui il nostro Residente della Repubblica (non il Residente del Consiglio) non approva il disegno di légge che non  lègge. Vorrei una favola in cui il nostro Presidente approva un disegno e basta, con tanti colori e mille parole che danzano intorno mentre cantano la canzone di questa favola qua.


per aderire al COMITATO PER LA LEGALITA’ E LA DEMOCRAZIA DI PARMA
comitatolegalitademocrazia@hotmail.com

Autore: fogliazza | Commenti 3 | Scrivi un commento

   
Associazione
Culturale Tapirulan
via Platina 21
26034 Piadena (CR)
Italia
Tapirulan.it il portale degli artisti contemporanei

Webmasters: French+Coma
Redazione: Del, Dani, Foggio, French, Juan, Pigi, Silvio, Topus, Tauro, Ra, Vitto.
© Tutto il materiale presente su questo sito è protetto da copyright.