ARCHIVIO
 
FOGLIAZZA
  24.09.2008 | 17:55
MISS CORREGGIO
 
 

Facciamo un passo indietro (grazie al "Sistema Parma", quello del gambero, non dovrebbe volerci molto).
Sto pensando alla tavola imbandita di autorità e notorietà della presentazione della Grande Mostra. Almeno il mondo la ricorderà così. Penso all'Assessorissimo Lalagna, che digrigna le articolazioni sulla sedia nell'attesa di prendere parola, cambia posizione continuamente, una più affascinante dell'altra, mentre si domanda come fa Ciccio Ammicca ad avere tanta visibilità nonostante la Cultura muova milioni di euro contro le poche centinaia di migliaia dei Sommi Eventi. Penso al Ministro della Scultura Sandro Bondi, detto Neruda per la pelata simile al Poeta (per i piccini resterà Garcìa Lorco). Rifletto su Lucia Fornari Schianchi (mettetela con Paola Colla e ditemi se non sono le sorellastre di Cenerentola) e mi domando dove l'ho già vista (forse ne "La Sirenetta", la controfigura di Ursula, possibile?). Poi Gian Gino Ferretti, Berny Azzoli, altri (Storaro intoccabile, per carità). Ciccio Ammicca... è lì che ce l'ha duro da quando gli hanno ufficializzato la mostra, felice come un ragazzino, a fianco del VignoVeritas (che confonde spesso Antonio Allegri con un sindaco di Correggio che non ha aderito al pacco sicurezza), culturalmente meglio noto come "poco ma buono mi schiodo dal trono, tanto e mediocre l'ignoranza non scopre". E poi Miss Correggio Vittorio, che nell'attesa della parola nevica forfora sul catalogo (è la prova del guanto di paraffina del falso). La città si ferma in adorazione della sapienza di un critico che presta se stesso nella pubblicità CEPU: slogan "la laurea non è un titolo, è un merito". Pure Sgarbi non è un titolo (ne ha più del prezzo di copertina), ma non me lo merito comunque. E siccome ci voleva, l'uscita "C'è un falso!". 
Parma scivola nel panico e la solidarietà dei momenti del bisogno accomuna i Parmigiani in un solo pensiero "Mi hanno squattato!!!"

Autore: fogliazza | Commenti 7 | Scrivi un commento

  21.09.2008 | 22:48
QUEI BRAVI RAGAZZI
 
 

Qualcuno dice che ha già preso a scrivere poesie e a fare quadri. Qualcuno dice che è cambiato, che ha capito. La Nefertari Rosignoli prepara uno speciale "Matteino pane e vino". Soprattutto vino.
Una strana ondata di pietismo circonda questa isola dei famosi alla rovescia, dove si è solidali nel galleggiare sulla merda vera, ma col sadismo di condividerla.
Chi paga per Matteo Cambi? L'immagine? L'indotto? Il sistema Parma? Gli ex dipendenti? Gli amichetti da bere? No, paghiamo noi. Per carità, è ben poca cosa rispetto a Mario Alessi, al quale il cittadino tocca sponsorizzare il processo, ma la comunità (trattandosi di arresti domiciliari) gliela offriamo noi.
Don Valentini accoglie Margherito come uno qualunque. Difficile immaginarselo come uno qualunque, anche solo lontanamente somigliante allo sfigato meridionale col fratello in galera e la madre bastonata dal marito che da vent'anni sta disoccupato, costretto a disintossicarsi al nord perchè al sud non esistono strutture. E' difficile. Difficile pensare a Matteo come uno che farà parte di quel 20% (quando va bene) di resuscitati alla droga. Facendo due conti, convenzioni alla mano, tocca pagare per uno che potrebbe fare da solo e invece farà il mantenuto a Betania, pozzo profondo che all'80% (come tutte le comunità) non restituisce chi c'è finito dentro. Le comunità di recupero sono un fallimento e il pozzo che continuano a scavare inghiotte risorse e promesse, denaro e illusioni.
Matteo Cambi come uno qualunque, Don Luigi lo accoglie così. 
Vuoi vedere che davanti a dio siamo talmente uguali che conviene più di un indulto?

Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  19.09.2008 | 22:57
LA NOTTE DI SAN NESSUNO
 
 

LA NOTTE DI SAN NESSUNO è un graphic novel unico nel suo genere, una trilogia a fumetti che denuncia lo sfruttamento del lavoro minorile e vede come protagonista Nelson, un ragazzino, che in sogno viaggia per i sud del mondo alla ricerca dei suoi oggetti smarriti, scoprendo che sono stati relizzati da bambini suoi coetanei, schiavi dei tiranni e delle multinazionali. E' un viaggio attraverso tre continenti, suddivisi nella trilogia: CioccolAfrica - PallonAsia - LatinAmeriCaffè.
Un cast ricchissimo: Iqbal, Nelson Mandela, Pavarani, Salvador Allende, Gina Gatti, Maurizio Chierici, Torto Palese, Augusto Pinochet, Roméo Dallaire e tanti altri!!!
Un graphic novel candidato finalista al Napoli Comicon 2007 nella categoria "miglior fumetto per bambini". La trilogia è dedicata a un amico che non c'è più, Italo, ma che mi ha insegnato la favola della codina di nuvola... del Sub Comandante Marcos.
La notte di San Nessuno racconta anche questo!!
Se vi interessa saperne di più... lo trovate fino a domenica al Parco Ex Eridania, a Tuttaunaltracosa 2008.

www.tuttaunaltracosa.it

Autore: fogliazza | Commenti 1 | Scrivi un commento

  16.09.2008 | 11:23
REVISIONI DEL TEMPO
 
 

Mi piace l'attualità del giorno dopo, mi piace perchè consente un' aspettativa di vita della memoria leggermente al di sopra del ciclo vitale della falena. Il Paese (Bel per gli amichetti) è in preda a una tale sindrome da innovazione e competitività da scavalcare il presente e proiettarsi direttamente nel futuro. Il passato è obsoleto. Quello che accade oggi passerà presto. Il futuro conviene. Meglio non dar peso alle cose, servirà a non recriminare "che lo sapevamo e non abbiamo fatto niente...". Intendiamoci: di DisOnorevoli ce n'è una folla e Ignazio La Russa non è che uno fra i tanti. Ma c'è pure la folla di quelli come noi, che terrà botta col ricordo magari qualche giorno in più, garantendosi la necessità (per sè ma anche per gli altri) di ribattere colpo su colpo alla nostalgia che infesta l'Italia come la gramigna. 
Non lasciamo che si faccia di tutta l'erba un fascio.

Qui sotto il comunicato del Museo "Cervi" all'indomani de "LaRouletteRussa":


               LA TRAGEDIA DEGLI EQUIVOCI
E’ certamente un increscioso equivoco, quello che ha fatto scambiare all’on La Russa Porta San Paolo a Roma per le sponde del Garda; d'altronde, con tutte queste Repubbliche in circolazione (Italiana, Sociale, Cispadana…) un Ministro della Repubblica può ben confondersi. Soprattutto se proveniente da un passato a cui, a detta sua “non può fare torto”. Ogni cittadino che comprenda vagamente l’enormità dell’accaduto… (continua)
http://www.fratellicervi.it/images/stories/cervi/Download/dopo8settembre08.pdf

Autore: fogliazza | Commenti 1 | Scrivi un commento

  13.09.2008 | 15:05
QUERELATO NO... MA CENSURATO SI'!!!!!
 
 

Buttate un occhio a questo link
http://www.homelidays.com/levanto/rustico21872it1.htm (se non si è rigistrati c'è la possibilità che non si apra). In quel caso:
http://www.homelidays.com/IT-Case-Vacanze/it_liguria_sp-laspezia_it/levanto_r3.asp riferimento n. 21872
Se clikkate sulle "testimonianze"... non verrà visualizzata una testimonianza molto particolare: la mia, ma che pubblico qui sotto, preceduta dalla motivazione di Homeildays.com di non rendere visibile ai visitatori NON REGISTRATI il mio contributo.
Aggiungo che il Sig. Mozzatto, genovese come il luogo comune, proprietario dell'immobile in questione e fra i proprietari della strada d'accesso, è persona talmente discreta da essersi girato dall'altra parte nel momento in cui consegnavo 50 euro al nostro salvatore trattorista.


Ecco quello che non leggerete:

Riferimento dell'annuncio : 21872
Testimonianza presentata il 10/09/2008 da Signor gianluca foglia (Iscritto 3038108)

Questa testimonianza non è stata accettata da Homelidays e non è visibile ai visitatori del sito
Motivo di non convalida: Questa testimonianza non riguarda la conformità dell'alloggio con la descrizione fornita su Homelidays.

Osservazioni
"Purtroppo la nostra permanenza ha avuto un epilogo spiacevole e PERICOLOSO. La nostra Zafira a metano (serbatoio sotto il baule), a pieno carico e sul sedile posteriore DUE BAMBINI DI 6 E 20 MESI, ha preso a slittare sulla prima curva in salita. E' stato necessario l'intervento di un trattore per essere rimorchiati (dopo aver tentato svuotando il baule, facendo scendere mia moglie con i bambini) ed essere rimessi in carreggiata dopo che la ruota posteriore sinistra non toccava più terra poichè ormai sospesa sul burrone. Nei dieci giorni di permanenza abbiamo sempre risalito quella che troppo semplicisticamente viene definita nella descrizione del sito una "strada sterrata in discesa" (che al nostro contachilometri è risultata essere di 1100 metri contro gli 800 metri dichiarati). Riteniamo che sarebbe corretto evidenziare quanto la pendenza di questo sterrato sia inadatto per una PERCORRENZA SICURA, soprattutto per famiglie con bambini in tenera età, a maggior ragione in corrispondenza di precipitazioni atmosferiche. Se si tiene conto della scarsa copertura telefonica i rischi di isolamento sono anche maggiori. Il punteggio che abbiamo deciso di attribuire all'abitazione del Sig. Mozzatto, proprietario dell'immobile, è ridotto al minimo proprio per la mancanza di sicurezza che abbiamo riscontrato sull'accessibilità. Considerando le evidenti condizioni di disagio che caratterizzano l'accesso a questa abitazione, avremmo ritenuto corretto da parte del Sig. Mozzatto farsi carico delle spese di recupero del nostro veicolo: cosa che non si è verificata. Sconsigliamo quindi vivamente questa abitazione almeno a chi ha bambini piccoli come i nostri. Gianluca e Anna Foglia - Parma"


Autore: fogliazza | Commenti 2 | Scrivi un commento

  12.09.2008 | 14:04
MI LEVANTO D'IMMENSO....
 
 

Credevo di essere l'unico VIP sulla spiaggia di Levanto... Il bagnino dalle 9 del mattino sbadiglia vigilanza sul mare leggermente mosso. Lui è lì, divisa rossa, ciambella in vita, adipe di sicurezza, fiacca seduta. C'è uno che indossa una muta da sub, impiega un quarto d'ora per farsi aderire il preservativo nero e sbucare con la pelata da sopra: glande con le orecchie. Va. Sta. Fermo là, a 20 metri dalla riva, attende il cavallone che lo sospinga sulla cresta. Nulla. Alle ore 10,00 il bagnino inforca il megafono "Tutto bene?", il surfer fa cenno con la mano: ok!. Alle ore 10,40 manco un po' di schiuma, sul lungomare si accalcano curiosi: 20 sudanesi, 13 marocchini, 7 indiani, 11 indefiniti, "Disavventura nel Mondo", il Sindaco di Lampedusa ringrazia. Ecco la Guardia Costiera, gli arenati fuggono, ma lo scafo punta il surfer: "Tutto bene?". Egli fa cenno che sì, tùtt bén. Ore 11,07: definitivamente so che non sono il VIP della spiaggia. Arriva in pantalone rosso, camicia fresco cotone, ciabatta, toscanello alla Ponzi Luca, pizzetto alla nostalgica. Si abbandona alla sabbia, previo telo mare. Da lì, contorcendosi, sfila la braga e appare in bermuda. Sfuma la camicia, si ribalta prima che mi scatti il confronto-pancia. Prono, indifferente al caldo, punta la penna al sudoku: Mario Marini, delegato a:
- Sviluppo dell'innovazione tecnologica urbana
- Turismo - Marketing territoriale
- Sviluppo e miglioramento dei servizi amministrativi e dei rapporti con i cittadini
- Servizi demografici e Statistici
- vari ed eventuali.
Non sto nella pelle, vorrei un autografo, ma sta lavorando.
Ore 11,35: arriva un'onda... pare... fiato sospeso: il surfer si issa sulla tavola, flette i muscoli, ha la pelle cotta, assume la posizione da rodeo, abbassa il baricentro, inspira... Onda!
Scivola, il campione del mondo. La tavola rimbalza spastica sul cavallino salato, lui... mollusco di vergogna aspetterà il tramonto per uscire dai frangiflutti nei quali ha celato la figuraccia.
Mario Marini... mi ha fatto sentire uno qualunque: mi domando come se la cavi con la tavola? Pensione completa... chissà.
Oooondaaaaaa...........

Autore: fogliazza | Commenti 11 | Scrivi un commento

   
Associazione
Culturale Tapirulan
via Platina 21
26034 Piadena (CR)
Italia
Tapirulan.it il portale degli artisti contemporanei

Webmasters: French+Coma
Redazione: Del, Dani, Foggio, French, Juan, Pigi, Silvio, Topus, Tauro, Ra, Vitto.
© Tutto il materiale presente su questo sito è protetto da copyright.