blog.tapirulan.it
 
  28.06.2014 | 17:11
Stradivarifestival
 
 

Avete presente Stradivari, quello bravo a costruire i violini? Cremona (precisamente il Museo del Violino) gli ha giustamente dedicato un festival ricco di concerti di grandi autori. Io mi limito a dedicargli una locandina, ma lo faccio con molto affetto e con immensa stima.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  21.05.2014 | 09:24
Viaggio nel mondo del libro
 
 

Con una frequenza insolita per i miei standard decisamente lassisti, pubblico un nuovo lavoro realizzato per la Rete Bibliotecaria della provincia di Cremona. Si tratta del manifesto di "Un viaggio nel mondo del libro". L'illustrazione è di Guido Scarabottolo. Quando di si può disporre di un'illustrazione di Scarabottolo per fare un manifesto, l'unica cosa a cui bisogna stare attenti è quella di non rovinarla, il resto è già tutto fatto.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  15.05.2014 | 20:28
Aiuto mi sono perso
 
 

Devo confessare che è stato uno dei lavori più faticosi degli ultimi tempi ma, tutto sommato, anche uno dei più appaganti. Sto parlando di "aiuto mi sono perso", progetto nato come "semplice" guida turistica illustrata della provincia di Cremona per poi diventare anche una bella (mi auguro) mostra al Museo del Violino. Dico faticoso perché nei quattro mesi prima della presentazione del 19 aprile, nelle mie giornate esisteva solo ed esclusivamente la guida, non riuscivo a parlare d'altro che della guida, persino nelle poche ore di sonno mi appariva la guida che mi incitava a sbrigarmi a completarla. Agli amici che intavolavano piacevoli discorsi su cinema, mostre o teatro, io dicevo che stavo facendo una guida e che non m'interessava null'altro. Ora non voglio più sentire nominare la parola guida per almeno un paio di mesi. Da quello che ho potuto capire tutte le persone che conosco sperano che io stia lentamente uscendo dalla monotematicità della guida. Giusto per dare qualche informazione, la guida è stata scritta dal sottoscritto, insieme a Roberto Stradiotti e Topus. All'interno ci sono le illustrazioni di 35 autori, le opere dei quali si possono visitare nella mostra di cui accennavo in apertura. C'è tempo fino a domenica 18 maggio. L'allestimento è stato curato, oltre che da me, dallo Zino, da mia sorella Elena, da Fabio Brancaccio e da Ettore Comelli.





Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  16.05.2013 | 00:22
La collana Impronte
 

Questo è il progetto grafico della collana "Impronte" di Edizioni Tapirulan.





Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  24.04.2013 | 02:01
Mrk
 
 

In foto l'ultimo libro di cui ho curato la grafica. Si intitola Mrk. Sì, anche il titolo l'ho deciso io. Significa eclisse in sloveno. Paolo Briganti, nela sua prefazione che - come di consueto - è piuttosto ironica, scrive che mentre gli proponevo il titolo durante una conversazione telefonica precaria e disturbata, cercavo di giustificarmi sostenendo che aveva dei riferimenti con la situazione attuale. Non ricordo se è così. Ma è vero. Suvvia, non siamo troppo pessimisti, in fondo questa piccola collana di libri, tra antologie di racconti e di poesie, ha festeggiato la sia decima uscita, e se l'eclisse avrà la bontà di terminare (di solito termina, no?) vedrete che ne sentirete molti altri di titoli altrettanto assurdi. Mentre usciva Mrk, vedevano la luce - è il caso di dirlo - altri due libri (Malerbe di Raffaele Sabatino e Boicottando mongolfiere e ghigliottine di Matteo Pelliti) nella ridisegnata collana impronte di Edizioni Tapirulan. Per vedere le copertine vi do appuntamento alla prossima puntata.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  14.12.2012 | 19:52
Attivo
 
 

Sì, è vero, questo blog potrebbe apparire aggiornato di rado. Se poi si aggiunge che un articolo scritto mesi fa avevo addirittura dimenticato di pubblicarlo (ma del resto era l'articolo stesso che parlava di dimenticanze...) la situazione peggiora ulteriormente. Ma non si pensi che in questi mesi io non abbia combinato nulla. Eh no, non si pensi! Per esempio ho progettato la grafica delle bavaglie ritratte in questa foto di Nicola Boccaccini. Per trovare le suddette bavaglie si deve andare alla mostra "Buffet" che rimarrà aperta fino al 27 gennaio 2013 presso Santa Maria della Pietà a Cremona.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  09.07.2011 | 16:48
Festival dei burattini 2011
 
 

L'anno scorso a fare l'illustrazione del manifesto era stata Arianna Papini. Quest'anno un altro bravissimo autore: Matteo Gubellini. E' sua l'immagine che ha caretterizzato l'edizione 2011 del festival. Questo è un periodo un po' turbolento per il Comune di Parma, la giunta è fortemente contestata a seguito di alcuni scandali che hanno coinvolto alcuni alti dirigenti. A seguito di ciò l'Assessore alla Cultura Luca Sommi ha deciso di dimettersi. Quello del festival rappresenta anche l'ultimo lavoro fatto "insieme", ma nel corso di quattro anni di collaborazione ne abbiamo fatti davvero molti, una collaborazione sicuramente importante e anche - tuttosommato - divertente. Approfitto dunque per salutarlo e per fargli il mio in bocca al lupo per il proseguo della sua carriera.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  16.03.2011 | 01:37
150
 
 

Tutto sommato, da adesso, ho un quarto degli anni dell'Italia. Son mica pochi.

Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  17.02.2011 | 02:28
Bolle
 
 

Quando devo fare una copertina per un libro, i casi sono due: o non mi viene nulla che mi piaccia, oppure mi vengono due bozze che mi piacciono nello stesso modo. E' comunque un problema... Oggi pubblico le due bozze della nuova copertina del libro di poesie di Tapirulan. In realtà è difficile capire come sarebbero solo vedendole a monitor giacché si basano entrambe sull'aspetto tattile.

La prima sarebbe una copertina assai minimalista, completamente bianca, in cui il titolo ("Bolle") viene scritto in grigio con l'alfabeto braille (ovvero in rilievo)

Nella seconda, il titolo (in questo caso "Bubliny", cioè "bolle" in slovacco) viene stampato in blu su di una carta azzurra con una texture tipo jeans.



Pareri? Devo fare testa o croce? Devo buttare via tutto?

Autore: french | Commenti 3 | Scrivi un commento

  13.11.2010 | 22:35
Siesta
 
 

Manifesto con illustrazione di Joao Vaz de Carvalho. vincitore del Premio della Critica del concorso per illustratori di Tapirulan.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  30.10.2010 | 02:42
Jazz Frontiere
 
 

Mai che mi si chieda di fare un manifesto per un bel gruppo rock, di quelli pesanti, magari heavy metal. Anche questa volta jazz. Ma devo dire che sono contento del risultato. Il punto di partenza era una bella foto di Pietro Bandini. Il mio scopo era quello di lasciarla protagonista riducendo all'essenziale la grafica. In questo periodo sto anche impaginando il catalogo di una mostra di Guido Scarabottolo (oh, venite a vederla! Inizierà il 13 novembre) che nella didascalia ad una sua immagine assai minimalista scrive: "raramente i clienti si accontentano delle cose semplici". Condivido in pieno questa massima di Guido e infatti temevo che la suddetta grafica essenziale non bastasse. Fortunatamente i ragazzi di Parma Frontiere (promotori del festival) pare abbiano gradito.

Anche questo mese sono riuscito ad aggiornare il blog, anche se quasi allo scadere...

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  16.09.2010 | 18:15
Tutti matti per Colorno
 
 

Dal 3 al 5 settembre si è svolta la terza edizione di "Tutti matti per Colorno - Festa internazionale di circo e di teatro di strada". Una manifestazione che posso dire di aver visto nascere e soprattutto crescere. Mai come quest'anno infatti ha avuto successo, sia in termini di qualità degli spettacoli che di riscontro di pubblico.

Quando i ragazzi del Teatro Necessario mi chiesero di dare una mano per l'aspetto grafico gli proposi il disegno che vedete. Questo è il manifesto di quest'anno, mentre qui si può sfogliare il programma del festival.

Sì, lo so, è un po' tardi per dirvelo ma intanto sapete che l'anno prossimo non bisogna prendersi impegni per la prima settimana di settembre...

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  01.07.2010 | 16:11
Festival internazionale dei burattini
 
 

Eccomi di ritorno da una tre giorni romagnola trascorsa tra Forlì, Savio, Lido di Classe, Cervia e Milano Marittima. Non pensavo che in vita mia sarei mai andato a Milano Marittima. E infatti avrei fatto molto meglio a non andarci visto che ho pure preso l'ennesima multa di questo infausto 2010. Pensate un po': in quel fetente gloviglio di asfalto e condomini che si affaccia sullo stagno Adriatico il parcheggio si paga sino a notte fonda. Non essendomene accorto è arrivata la punizione...

Torno in tempo per l'inizio del Festival Internazionale dei Burattini di Parma. Il programma prevede tra oggi e il 4 luglio diversi spettacoli di compagnie assai interessanti ed eterogenee. Personalmente ho curato la parte grafica della comunicazione, ma il pezzo forte è sicuramente l'illustrazione di Arianna Papini che caratterizza l'evento. Agli organizzatori era piaciuta la sua immagine apparsa sul Calendario Duemila10 di Tapirulan e Arianna ha mantenuto uno stile fortemente apparentato a quel disegno.

Per chi fosse interessato eccovi il programma del festival (l’ingresso a tutti gli spettacoli è gratuito):

Giovedì 1 luglio

Dalle ore 17
Via Cavour, via Farini, piazza Garibaldi
Luplatrup 
Passanti
Piccolo Teatro Itinerante
Chi ha tempo...
Burambò 
A caccia del bruco

Ore 19
Giardino di San Paolo
Patrizio Dall’Argine
Il Florindo innamorato

Ore 21.45
Via Cavour
Piccolo Teatro Itinerante
Chi ha tempo...

Ore 22.30
Giardino di San Paolo
I Burattini dei Ferrari
Il gatto con gli stivali

Venerdì 2 luglio

Ore 10.30
Giardino di San Paolo
Burambò
...altrimenti arriva l’Uomo nero!

Dalle 17 alle 21
Parco Ducale, viale Centrale
Scolpendo nel Parco

Ore 17
Parco Ducale, Teatro al Parco
Incontro con Ivan Raykov, regista e direttore del Sophia Puppet Theatre:Tecnica e creatività tra presente e futuro

Ore 18
Parco Ducale, Teatro al Parco
L’Ateuchus 
No Rose...

Ore 19
Parco Ducale, Mura Farnesiane
Vladimiro Strinati
Fagiolino e Sganapino contro la Zanzara Tigre

Ore 21.30
Parco Ducale, Corale Verdi
Teatro alla Panna 
L’erba diavolina

Ore 22.30
Parco Ducale, Teatro al Parco
Sophia Puppet Theatre
La grande chisciottata

Sabato 3 luglio

Ore 10.30
Giardino di San Paolo
Laboratorio creativo Zazì
Laboratorio per bambini...

Dalle 17 alle 21
Parco Ducale, viale Centrale
Scolpendo nel Parco

Ore 17
Parco Ducale, Teatro al Parco
Incontro col burattinaio Moreno Pigoni: Evoluzione del burattino tra terapia e jam session; un’esperienza a Madrid di Moreno Pigoni

Ore 18
Parco Ducale, Mura Farnesiane
Romano Danielli & Compagnia di Fuoriporta
I due dottori

Ore 19
Parco Ducale, Bosco Antiche Querce
Vladimir Zakharov
The story of one puppet

Ore 21.30
Parco Ducale, Teatro al Parco
Sophia Puppet Theatre
La gabbianella e il gatto

Ore 22.30
Parco Ducale, Tempietto Arcadia
Stephen Mottram
In suspencion

Domenica 4 luglio

Ore 10.30
Giardino di San Paolo
La Fiaberie 
Diavolo di una poesia

Dalle 17 alle 21
Parco Ducale, viale Centrale
Scolpendo nel Parco

Ore 18
Parco Ducale, Mura Farnesiane
I burattini di Riccardo
Il sicario e il prepotente

Ore 19
Parco Ducale, Bosco Antiche Querce
Teatro del Drago
Il rapimento del principe Carlo

Ore 21.30
Parco Ducale, Teatro al Parco
Sophia Puppet Theatre
Pinocchio vietato ai bambini

Ore 22.30
Parco Ducale, Tempietto Arcadia
Stephen Mottram 
In suspencion

Maggiori informazioni sul sito www.castellodeiburattini.it
Qui il pdf del libretto.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  28.05.2010 | 20:20
Tipografi
 
 

Ogni mestiere ha le sue pecche, lo so. Alcuni sono estremamente pesanti per orari e fatica fisica. Altri sono noiosi, altri ancora pericolosi. Altri troppo stressanti, ecc. Di alcuni sembra assai duro trovare le controindicazioni, ma ci saranno sicuramente: volete che anche Mick Jagger non si lamenti di qualcosa? Bene, avrete intuito che sto per lamentarmi, dunque se non gradite le lagne, cambiate indirizzo.

Ce l'ho con i tipografi (intendo chi gestisce le tipografie, da non confondersi con i macchinisti che attivano e controllano le macchine da stampa). Nel corso degli anni ne ho conosciuti diversi, alcuni sono pure simpatici e si è diventati addirittura amici. Altri sono esseri loschi e viscidi. Avere a che fare con questi ultimi è la situazione più sconfortante del lavoro di un grafico.

Ho cambiato idea, non ho più voglia di parlare dei tipografi. Anche loro poveretti sono sempre costretti a fare i salti mortali perché gli arrivano le commesse l'oggi per il domani, devono fare tutto di fretta e quant'altro.

Ma la prossima volta che cercano di fregarmi e non usano la carta che chiedo loro di usare divento una bestia...

Parliamo di poesia e del Parmapoesia Festival del quale - per la prima volta - ho curato la veste grafica. L'illustrazione è di Françoise Petrovitch.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  30.04.2010 | 13:52
Primo Maggio
 
 

Dopo quattro anni che si usava lo stesso manifesto per il Primo maggio, ne ho cambiato la grafica.

Autore: french | Commenti 4 | Scrivi un commento

  21.04.2010 | 13:33
Souvlaki
 
 

Quado un lavoro non mi convince divento indeciso. Mi torturo, quasi sempre vanamente, per fare in modo di arrivare ad una soluzione appagante prima di mandarlo in stampa. Raggiungere un risultato che mi piaccia o quantomeno che non mi dispiaccia. Ma poi, quando un lavoro nasce male, la soluzione non arriva mai e il lavoro deve essere comunque stampato. Allora, non pago, passo al piano B: ovvero fisso insistentemente il lavoro sgradevole - ormai stampato - cercando di farmi convincere che mi piace. Voglio attribuirgli delle qualità seduttive che per sua natura evidentemente non possiede. 
Lui mi sussurra "Sono bello eh? Dillo che ti piaccio..."
ma io resisto: "No, non mi piaci affatto"
"Guarda che bel verde che ho... Ti piace, vero?"
"Guarda, se c'è un colore che mi fa schifo è il verde..."
"E allora perché mi hai fatto verde? In fondo ti piaccio, no?"
E la pantomima va avanti all'infinito perché entrambi, sia io che il mio lavoro, siamo testardi, ma veramente testardi.
Ad un certo momento, lui sbotta stizzito:
"Beh, alla fine se non ti piaccio sono cazzi tuoi. Tanto ormai mi hai stampato così come sono."

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento

  19.03.2010 | 14:18
Alfa 2.0
 
 

"Navigare in rete" per quelli della mia generazione è un concetto assodato, tanto da non percepire nemmeno la sottile contraddizione della frase: come fare a navigare se sono in una rete? Viene in mente un pesce impigliato che non riesce più a fare nulla se non divincolarsi. Per le generazioni più vecchie, invece, "navigare in rete" non è un concetto assodato. Vengono in soccorso questi corsi di alfabetizzazione informatica, gratuiti, rivolti ad over 60, donne e stranieri. Chi partecipa riceve anche un computer portatile in comodato d'uso.

Autore: french | Commenti 3 | Scrivi un commento

  12.03.2010 | 11:20
Controtempi
 
 

Visto che ho curato la grafica della loro ultima iniziativa, approfitto per fare un po' di pubblicità agli amici di Lune Nuove, che da nove anni organizzano a Parma "Controtempi". Una rassegna composta di concerti e incontri in cui si parla di buona musica. Per la verità, i quattro concerti di quest'anno non appagano appieno il mio palato musicale, per contro gli incontri sono assai più interessanti (sempre dal mio punto di vista...).
Ecco il calendario:

29 marzo / Teatro Regio / ore 21
ROBERTO VECCHIONI

7 aprile / Casa della Musica / ore 21
INTRODUCING BRUCE SPRINGSTEEN
incontro con proiezioni con Ezio Guaitamacchi,
Stefano Pecoraio e Graziano Romani

8 aprile / Teatro al Parco / ore 21.30
DENTE

13 aprile / Auditorium Paganini / ore 21
LUIS BACALOV
ANNA MARIA CASTELLI


16 aprile / Casa della Musica / ore 21
LET IT BE - The Beatles legend
incontro e proiezione del film
con Alberto Fortis e Riccardo Venturella

20 aprile / Teatro al Parco / ore 21.30
MASSIMO ZAMBONI

27 aprile / Casa della Musica / ore 21
DEAR MISTER FANTASY
Presentazione del libro
con l’autore Carlo Massarini e Enzo Gentile

Mi si dirà che per l'ennesima volta ho usato l'arancione... A mia parziale discolpa posso dire che ho ritenuto opportuno seguire i colori del logo di Controtempi, il quale tra l'altro non è farina del mio sacco ma del grafico che ha curato le precedenti edizioni (www.fringio.com).
Il pianoforte in fotografia lo trovate nel mio bar di fiducia...

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento

  28.02.2010 | 11:31
Parma-Pikine
 
 

Recentemente ho curato la grafica di un libricino che descrive il rapporto di collaborazione tra la città di Parma e quella di Pikine, seconda città del Senegal per numero di abitanti dopo la più nota Dakar. Questa è la copertina con la bella foto di Alessandro Tassi-Carboni. Prossimamente pubblicherò il libro da sfogliare on line, nel libro ci sono diverse foto interessanti di Federica Chiastrini e dello stesso Tassi-Carboni.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  27.01.2010 | 13:25
Ricordare, ma non troppo
 
 

Si sostiene giustamente che, chi non si ricorda il passato, cadrà facilmente a compiere gli stessi errori. Questa regola vale nella storia e vale anche nella vita di tutti i giorni. Tuttavia, la gestione della memoria non è così semplice come appare. E' un argomento complicato e non credo di riuscire nemmeno a capirlo fino in fondo. La "Giornata della memoria" (qui la copertina del depliant che ho preparato quest'anno) viene celebrata per ricordare alle nuove generazioni i crimini nazisti, per evitare che tali misfatti possano ancora avere luogo, si dice. Ma nel contempo è proprio la mancanza di memoria, a volte, a pacificare gli animi. Ieri sera ho visto un film, "L'uomo che verrà", che racconta della cosiddetta strage di Marzabotto. Solo l'ultimo in ordine di tempo, ne ho visti molti altri - altrettanto toccanti - richiamare episodi drammatici dell'ultima guerra mondiale. Seduto sulla poltroncina, impotente, vedo le SS che - con assoluta normalità - mitragliano centinaia di persone dopo averle meticolosamente disposte, come se dovessero fare una macabra foto di gruppo. Potrei ancora avere un dialogo "normale" con un tedesco se la mia memoria di quei fatti non venisse "archiviata"? Forse no. La memoria è sottilmente legata al perdono ma ancor più al rancore.

Recentemente ho conosciuto una coppia che vive dalle parti di Varese. Lei è francese, lui tedesco, entrambi nati durante la guerra. Si sono incontrati - mi hanno spiegato - a dei meeting organizzati negli anni '60 dal governo francese e da quello tedesco. Meeting che avevano lo scopo, da quanto ho capito, di spiegare ai giovani dell'epoca che i due popoli, storicamente nemici, potevano convivere pacificamente. Nel loro caso lo scopo fu raggiunto, tant'è che si innamorarono. Ma le rispettive famiglie, quelle no, non gli andava molto giù questa coppia. Il padre di lui era stato ucciso in battaglia proprio sul fronte francese e anche i parenti di lei diciamo che non avevano un bel ricordo delle truppe tedesche che scorrazavano nelle proprie campagne... Tuttora, a distanza di oltre mezzo secolo, la madre di lui non gradisce molto la nuora Transalpina. La memoria ce l'ha ben salda, lei.

Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  14.01.2010 | 19:38
Gli illustratori di Tapirulan
 
 

Dal 9 al 24 gennaio 2010 presso il Salone degli Alabardieri si può visitare la mostra "Gli illustratori di Tapirulan", frutto della quinta edizione del concorso per illustratori dell'Associazione Tapirulan. Con buona probabilità, all'ingresso della mostra, troverete Signor Signore (vi ho già parlato di lui, ricordate?). Se vi sembra ostile, minacciatelo di immettere un piccione nella sua sala...
Qui pubblico il manifesto della mostra con protagonista l'illustrazione che ha vinto il concorso: "L'appuntamento" di Daniela Volpari.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  27.06.2009 | 11:34
Baraca e buraten
 
 

Un mondo a me sconosciuto, quello dei burattini, al quale mi sono approcciato, per la prima volta e con curiosità, nel momento in cui ho dovuto fare questa locandina per la rassegna "Baraca e buratén". Gli spettacoli in programma sono quattro e si terranno a Parma il 27 giugno, il 4, l'11 e il 18 luglio (tutti alle 21.30). Il personaggio ritratto è una mia interpretazione di Bargnocla, uno dei burattini più noti della tradizione parmense. A Parma, tra l'altro, c'è un museo dedicato ai burattini (in via Melloni 3), un museo che consiglio caldamente, a chi si trovasse in zona, di andare a vedere.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  23.06.2009 | 14:01
Emily
 
 

Era un po' che non pubblicavo manifesti, rimedio oggi con questo, fatto per le Biblioteche di Parma. Uno spettacolo su Emily Dickinson che si terrà domani. In realtà la mia proposta non era quella che vedete sopra, bensì quella qui sotto. Ma i committenti volevano assolutamente un primo piano degli occhi, indi...


Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  07.04.2009 | 17:03
Una spolverata
 
 

Oh, ma ve l'ho detto che ha aggiornato un po' il mio vecchio sito, quello all'indirizzo www.fabiotoninelli.com?
No, vero?

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento

  03.03.2009 | 16:22
Anolino si'...
 
 

Mi trovo a dover affrontare la seconda edizione della rassegna di cultura enogastronomica "Gusti d'autore". Che fare? Ripresentare il medesimo disegno dell'anno prima? No, proprio non mi va, allora decido di farne uno nuovo, il personaggio è il medesimo, una sorta di cuoco famelico munito di posate giganti, ma se l'anno scorso l'arma era una forchetta, quest'anno è un affilato coltello.
La rassegna è iniziata ieri, ma forse l'appuntamento più importante è oggi. Titolo dell'incontro odierno: "Anolino Sì. Ma quale?". Ovviamente si tratta di uno dei quesiti esistenziali più discussi da dotti e non, ognuno di noi almeno una volta se lo sarà posto. E forse questa sera avremo la risposta.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  22.01.2009 | 21:15
La sfortuna di Becky
 
 

Quest'anno ho nuovamente avuto l'occasione di curare la grafica del materiale pubblicitario dedicato alla "Giornata della memoria". Il programma prevedeva, come primo appuntamento, un incontro con Becky Behar, ultima sopravvissuta alla strage di Meina, sul lago Maggiore, avvenuta nel settembre 1943. L'incontro doveva svolgersi ieri, ma - purtroppo - Becky è deceduta poche ore prima. Ho scritto "La sfortuna di Becky", ma forse la vera sfortuna è di coloro che non sono riusciti ad ascoltare la sua testimonianza. Nel mio piccolo, dedico anch'io questo spazio alla memoria, di Bechy e dei tanti che, come lei, hanno vissuto quel periodo dalla parte "sbagliata".

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento

  15.12.2008 | 21:19
Ottobre scirocco
 
 

Due mesi. Due mesi! Mi avranno abbandonato tutti i miei affezionati lettori... Si saranno tutti stancati vedendo che qui non c'è mai nulla di nuovo. Allora tento di rimediare, qualcosa in effetti ho fatto negli ultimi due mesi. Comincio presentandovi questo gruppo: "Ottobre scirocco". E questa è la copertina del loro primo album che sta per uscire. Sono bravi? Che ne so... Io gli ho fatto la grafica del libretto, mi hanno promesso che mi regaleranno il CD. Allora vi saprò dire... L'immagine di copertina - così come tutte le altre presenti all'interno del CD - è di Valentina Biasetti.

Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  09.10.2008 | 15:48
Balcani
 
 

Vi ho già parlato del mio viaggio nei Balcani del 2005? Sì, credo di sì. Ho anche già pubblicato qualche foto. A quel viaggio risale la foto che ho usato in questo manifesto. Un tram a Sarajevo. E' una foto che non avevo mai preso in considerazione prima di fare il manifesto, ora invece mi piace, trasmette - a mio parere - l'atmosfera dei Balcani. Anche se, devo dire, chi la vede pensa sempre sia stata scattata in Sud America...

Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  24.06.2008 | 17:39
Percorsi diversi
 
 

Per "Percorsi diversi", rassegna di spettacoli teatrali e di film sulla "diversità", ho fatto questo disegnino. Anche se non so spiegarla senza scadere nella banalità, dentro di me una spiegazione c'è. Ma se qualcuno vuole offrire la propria...

Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  08.05.2008 | 15:24
Schiava turca
 
 

Qualche anno fa, dalla Francia, è partita una iniziativa molto interessante: quella di tenere aperti i musei per un'intera notte: "La notte dei musei". Tale iniziativa ha trovato poi adepti in altri paesi d'Europa e fortunatamente anche in Italia. Anche a Parma dove, però, i musei rimarranno aperti sino alle 24 e non tutta la notte. Morti di sonno!


In ogni caso, questo è il manifesto che ho fatto per l'occasione. L'immagine è una mia interpretazione della "Schiava turca" del Parmigianino. Dài Parmigianino, non t'incazzare, si fa per scherzare...

Autore: french | Commenti 3 | Scrivi un commento

  02.05.2008 | 11:27
Che due balle
 
 

Nell'ultimo periodo sono stato letteralmente assorbito dalla mostra di Mario Schifano, pittore e, all'occasione, anche fotografo deceduto una decina di anni fa. Per la promozione della mostra c'era da realizzare una quantità tale di materiale pubblicitario da perderci veramente la bussola: manifesti di tutti i formati, locandine, pagine per quotidiani, banner per internet, deplinat, inviti... Insomma, penso sia comprensibile che ora io ne abbia piene le balle e che inizi a vedere l'incolpe Schifano con qualche sussulto allergico.

L'immagine del manifesto ritrae un giovane Schifano seduto, pensieroso, sul cornicione di una porta finestra. La foto presumo sia stata scattata negli anni Settanta. L'autore, che rimane ignoto, credo abbia colto un bellissimo frammento della vita di Schifano.

Domani - 3 maggio - inaugura la mostra che ha causato l'appesantimento dei miei testicoli.
L'ingresso è gratuito.
Nonostante tutto, vi consiglio di farci un salto.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  08.04.2008 | 19:58
Peccati di gola
 
 

Forse non ho mai fatto cenno alla mia enorme passione per la cucina. Per me mangiare non è solo un'esigenza primaria, è l'esigenza primaria. Mangiare e bere. Naturalmente sto parlando di mangiare e bere bene. Nella mia esistenza quotidiana fatta di pasti frugali o inesistenti, panini rancidi, patatine oleiformi, birre sgasate, pizze secche e tonni in scatola, esiste un'utopica dieta consumata tra i tavoli di grandi ristoranti, dove posso assaporare le emozioni dei sapori di tutto il globo. La mia ammirazione per l'arte culinaria è immensa.


Quando ho realizzato questo disegno per la locandina "Gusti d'Autore" erano le undici di sera circa, avevo appena pasteggiato in maniera frugale: probabilmente qualcosa tipo michetti e paté d'olive o qualche porcheria analoga. Qualcuno, vedendo il disegno, mi ha detto che il personaggio sembra avere l'acquolina in bocca. Se così fosse, mi sono fatto un autoritratto piuttosto fedele. 

Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  25.03.2008 | 17:45
Bufanda, quella vera
 
 

Ed ecco invece la vera copertina di Bufanda, quella che è stata stampata. Ebbene sì, il libro è pronto, in attesa di essere lanciato in pasto al grande pubblico.

Autore: french | Commenti 14 | Scrivi un commento

  13.03.2008 | 18:46
Bufanda
 
 

Tra pochi giorni uscirà il nuovo libro di racconti illustrati edito da Tapirulan. Anche quest'anno ne ho curato la veste grafica e di conseguenza l'immagine di copertina. Bene, penserete, allora questa è la copertina di Bufanda. Che poi Bufanda sarebbe il titolo di questo nuovo libro. E bufanda vuol dire sciarpa in spagnolo. E perché si chiama così il libro lo dovete chiedere allo Zino, che è lui che ha avuto la folgorazione e ha proposto questo titolo. No, la copertina non sarà questa, questa è solo una prova, tra le tante, che ho fatto e poi scartato. Tuttavia non mi dispiaceva del tutto e, almeno qui, la volevo pubblicare. Poi, quando pubblicherò anche quella definitiva, chi vorrà potrà dirmi quale delle due preferisce.

Autore: french | Commenti 12 | Scrivi un commento

  23.02.2008 | 11:52
Pagine di un secolo fa
 
 

Qualche mese fa scrissi, con molto rammarico, che la bella libreria Musidora stava per chiudere. Il locale fu poi effettivamente chiuso e svuotato. Ora pareva in attesa, speranzoso, di un nuovo allettante padrone. Ebbene, questo padrone è finalmente arrivato. Quel locale intristito dalla sua solitudine sarà presto riempito, verrà animato da una neonata attività.


Quale?

Un'attività che pensavo estinta, di un secolo fa appunto. Un'attività in auge negli anni ottanta. Quando esisteva una moneta chiamata lira che nel suo taglio da 100 si inseriva in una sottile feritoia, e un arnese vagamente fallico chiamato joystick iniziava a farti dirigere omini, astronavi o mostriciattoli vari.

Una sala giochi insomma.

Speravo meglio.

Autore: french | Commenti 3 | Scrivi un commento

  26.10.2007 | 15:03
Bianco e nero (piu' o meno)
 
 

Spesso, quando qualcuno vede i miei lavori, li apprezza perché sono "colorati". Se chiedo a questo qualcuno: "cosa ne pensi?", questo qualcuno risponde "Bello, è tutto colorato..." 


Conscio che difficilmente mi verrebbe detto in mezzo ai denti che ho fatto una schifezza, le motivazioni prettamente cromatiche che influenzano il gradimento sul mio operato mi ha sempre indotto alla riflessione. Che vuol dire che è bello perché è colorato? E' sufficiente il colore per rendere appetibile un manifesto, un quadro, un disegno... Certamente no. Anche se il bianco e nero lentamente scompare dalle nostre esistenze proprio perché malvisto all'occhio comune (fotografia in bianco e nero in via d'estinzione, cinema in bianco e nero roba da intellettuali...)

Uno dei grafici che più mi affascinano è A. G. Fronzoni, noto per i suoi lavori in bianco e nero (senza grigi), che sono ai miei occhi stupefacenti. Bellissimi, essenziali, essenziali e sicuramente poco "pubblicitari", ma splendidi. Poi penso che se presentassi dei lavori del genere ai dei clienti, a parte che non ci riuscirei, ma se ci riuscissi creerei in loro dei cortocircuiti cerebrali pericolosi che potrebbero a scelta inebetirli per sempre o - più probabilmente - causare il mio licenziamento in tronco. Allora mi astengo, tanto non ci riuscirei.

In qualche caso però l'ho timidamente usato il bianco e nero, in questo caso sporcato dal grigio. Nulla a che vedere con Fronzoni, ma il bianco e nero c'è, più o meno. 

Autore: french | Commenti 3 | Scrivi un commento

  19.09.2007 | 14:08
Autunno
 
 

E' difficile passare tutte le mattine per via D'Azeglio senza che venga la nostalgia dei tempi dell'università. Nostalgia che diviene particolarmente intensa a settembre. A suo tempo si rientrava in "Borgo" - affettuoso nomignolo del nostro appartamento in Borgo Cocconi - dopo faticose vacenze estive trascorse in totale meditazione. La meditazione verteva soprattutto su quali fesserie si sarebbero combinate nel resto della giornata. Per esempio, c'era da studiare dettagliatamente quale nuovo scherzo preparare per Topus; c'era da programmare il viaggio da fare con lo Zino per vedere dove c'erano le migliori panchine da piantarci qualche buon pisolo. E tante altre cose di incomparabile futilità. Poi il rientro a Parma consapevole che, nonostante i buoni propositi, avrei potuto godere di un settembre assolutamente sfaccendato. Non sono mai riuscito a dividere l'anno nelle quattro stagioni tradizionali, ma in un numero variabile di "fasi": inizio scuola, consapevolezza dell'inizio, depressione della consapevolezza, fase fredda, vacanze di Natale, limbo invernale, mio compleanno, caldo, ecc... tutt'ora ho questa tendenza: disegnare un poster sulla Festa d'Autunno mi informa che tra poco inizierà una stagione che troppo spesso ho trascurato.

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento

  13.09.2007 | 13:39
S.O.S BARRIERE
 
 

Sarebbe un nuovo servizio del Comune di Parma: l'attivazione di un numero verde (800.977979) per segnalare le barriere architettoniche che imperversano per la città. Naturalmente il servizio consiste anche nell'abbattimento delle stesse nel più breve tempo possibile.


Ho pensato di utilizzare, reinterpretandola, la celebre immagine di Mauritz Escher come modello per creare la sensazione di barriera, di claustrofobica impotenza di muoversi da un luogo ad un altro. Rende l'idea?

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento

  05.09.2007 | 13:49
Settembreitaliano
 
 

Domani, in piazza Garibaldi a Parma, inizierà una manifestazione chiamata "Settembreitaliano". Si tratta di una serie di incontri con alcuni personaggi della cultura e dello spettacolo con un corollario di concerti e attrazioni varie. Il tutto durerà 3 giorni, 6-7-8 settembre.

Ecco il programma degli incontri che iniziaranno alle 18:
giovedì: Gian Antonio Stella, Toni Capuozzo, Gianfranco Funari
venerdì: Marco Veneziani, Philippe Daverio, Beppe Severgnini
sabato: Flavio Caroli, Katia Ricciarelli, Vittorio Sgarbi

Quello che vedete è il manifesto che avevo preparato, in verde la sagoma del Palazzo del Governatore di piazza Garibaldi e il tipico cielo arancione di Parma sullo sfondo. Alla fine, il manifesto ufficiale non è esattamente così perché i loghi degli sponsor sono stati spostati dalla zona bassa alla zona alta, rendendo il manifesto più confuso graficamente. Purtroppo i loghi degli sponsor sono la vera condanna di ogni grafico: da mettere sempre più grandi ed evidenti, sempre più in posizioni imbarazzanti. Una delle lotte quotidiane è quella contro l'invadenza dei loghi, una battaglia ormai impari.

Autore: french | Commenti 7 | Scrivi un commento

  20.08.2007 | 13:43
Quando la settimana inizia...
 
 

... vi faccio vedere il logo del "taxi collettivo", ma in realtà il mio intento non è di mostrarvi questa mia somma opera grafica (che tra l'altro mi fa abbastanza schifo), ma per convincervi di una cosa: il taxi conviene.

Bisogna abbandonare la proprietà privata di qualsivoglia mezzo di locomozione.

Perché dico ciò?

Stamattina per esempio mi hanno rubato la bici (bastardi infami vi colpisse una sinovite fulminante mentre pedalate!), ecco che ho subito un danno economico evitabile usando il taxi.

Assolutamente da rottamare l'automobile. La macchina costa: non solo per comprarla e per la benzina, ma soprattutto per munutenerla, cambio gomme, olio, gomme, rotture meccaniche varie. Tutte spese evitabili usando il taxi. E le multe? Dove le mettiamo le multe? Quanti soldi si risparmierebbero. E la salute? Niente più stress per il parcheggio, niente più incazzature per il traffico, tutto a carico del taxista.

Direte: il taxi costa! Vero, ma alla lunga, a meno che non siate agenti di commercio, avrete risparmiato. Ne sono convinto, non lo dico perché oggi mi hanno rubato la bici. Davvero. Sbarazzatevene anche voi, vi sentirete molto più leggeri. Buttate via tutto: pattini, skateboard, automobili, bici, eventuali barche, sci, pinne, tutto ciò che agevola e velocizza la deambulazione.

PS: Una piccola postilla. Un'amica di cui non farò il nome, quando le ho detto che mi hanno rubato la bici mi ha risposto: "Ma sei sicuro di averla messa proprio lì? Non è che l'hai messa altrove e non ti ricordi?" Sono demoralizzato, ma che fama mi sono fatto... C'è qualcun altro che vorrebbe incitarmi a cercarla chissà dove?

Autore: french | Commenti 4 | Scrivi un commento

  25.06.2007 | 16:14
A chi piace il musical?
 
 

Sin da bambino, ricordo che quando guardavo qualche film a cartoni animati (ora si dice d'animazione) e iniziavano a cantare, mi innervosivo. Quasi peggio della pubblicità. Continuavo a pensare: quando cacchio smettono di cantare! L'equivalente nel mondo degli adulti sono i musical. Forse li potrei apprezzare a teatro, ma sul grande schermo li trovo assolutamente insopportabili. In ogni caso, la rassegna "LunedìStelle" di cui, per la terza volta ho curato la grafica, era nata come una rassegna di musical, ma ultimamente prevede anche film genericamente "musicali". Una rassegna sempre piuttosto interessante, non solo per i titoli dei film che propone, ma anche per il contesto in cui vengono proiettati i film: piazzale San Francesco a Parma, una piazzetta tranquilla del centro cittadino in cui viene allestito un maxischermo e ci si può godere comodamente seduti su di una sdraio il film di turno.

Ecco i film di quest'anno:
Nosferatu il vampiro (di Wilhelm Murnau)
The Commitments (di Alan Parker)
8 donne e un mistero (di Francois Ozon)
Quando l'amore brucia l'anima (di James Mangold)
Tano da morire (di Roberta Torre)
The Doors (di Oliver Stone)

Autore: french | Commenti 4 | Scrivi un commento

  18.06.2007 | 18:26
Guerra Civile Spagnola
 
 

Quest'anno si ? festeggiato (o forse ? meglio dire "ricordato"...) il 70? anniversario della Guerra Civile Spagnola. Con piacere ho fatto il manifesto che riassume il programma degli eventi che si sono svolti a Parma per l'occasione. Sempre a proposito di guerre civili, mi ? capitato di vedere pochi giorni fa il film "Hotel Rwanda", che documenta la guerra civile scoppiata in Rwanda a met? degli anni novanta. Un film che consiglierei assolutamente di vedere.

Autore: french | Commenti 4 | Scrivi un commento

  05.06.2007 | 17:10
Primo anno in famiglia
 
 

Era un po' di tempo che non disegnavo, questo lavoro mi ha "costretto" a riprendere in mano i pastelli. La dimensione del manifesto ? 48x68 cm, stampato su carta usomano 200 grammi. Ogni tanto dare qualche dato tecnico non fa male, magari sembro pi? serio.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  24.04.2007 | 05:36
Cyclette, un libro a caso
 
 

E' uscito Cyclette, il primo libro di racconti di Tapirulan. Come grafico ho curato l'impaginazione e la copertina. Sarò di parte, ma consiglio a tutti di procurarselo: credo che sia di piacevole lettura e, non di rado, divertente. Anche se così non fosse, quando dovete fare un regalo (e si sa che il regalo tappabuchi per eccellenza è un libro...), invece di regalare un libro a caso (perché sappiamo tutti che nell'88% dei casi trattasi di "libro a caso"), regalate Cyclette. Tanto mica dovete leggervelo voi...

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  14.03.2007 | 17:35
Il calendario del Comune
 
 

Mi ero quasi dimenticato di dire che anche quest'anno ho preparato il calendario del Comune di Parma. Questo ? il terzo anno consecutivo, probabilmente chi lo vedr? rimarr? un po' deluso perch? non ci sono solo disegni, a differenza dei precedenti raccoglie anche immagini grafiche e fotografie. Tutta roba utilizzata nei vari lavori per il Comune di Parma. Va be', comunque ? fatto e chi lo vuole basta che me lo che me lo chieda o che venga a prenderselo nel mio ufficio o direttamente nella mia dimora. Quella che vedete qui pubblicata ? la copertina.

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento

  14.02.2007 | 03:05
San Valentino. Anche per me
 
 

Ho dovuto curare la grafica della pubblicità di questi corsi di informatica. "Alfa Training" si chiamano. Rivolti alle persone anziane. Gratuiti. Forse, visto a chi sono rivolti questi corsi, potevano trovare un nome più comprensibile. Comunque ho fatto il logo di "Alfa Training". Nonché questa classica, che più classica non si può, pubblicità di San Valentino che verrà pubblicata sui quotidiani di Parma. Cosa c'entrano i corsi di informatica con San Valentino? E' più o meno quello che si chiederanno tutti? Mah... Vista l'ora è meglio che vada a letto.

Autore: french | Commenti 2 | Scrivi un commento

  26.01.2007 | 17:40
Giornata della Memoria
 
 

Domani, 27 gennaio 2007, si celebrer? la giornata della memoria: 62 anni or sono veniva liberato il campo di concentramento di Auschwitz. Per il secondo anno consecutivo, l'Archivio Storico della Resistenza di Parma, mi ha incaricato di preparare manifesto e depliant pubblicitari. Vengono riportati gli eventi e conferenze che si terranno a Parma appunto per mantenere viva la memoria. Potevo sfruttare anche i disegni di Alberto Cavallari, disegni eseguiti durante la sua prigionia ad Auschwitz. Infatti ho scelto quello che vedete riportato. Quest'anno ero anche soddisfatto del mio lavoro, la grafica mi sembrava buona. Invece ho scoperto di aver fatto un errore clamoroso... Ho sbagliato l'anno! Mica cazzate... 27 gennaio 2006 anzich? 27 gennaio 2007... Mi calpesterei un testicolo con degli scarponi chiodati! Come si fa ad essere cos? idioti! E le bozze le hanno viste in 150 persone, nessuno si ? accorto di nulla... In questo memento vorrei cambiare lavoro. Stronzo.

Autore: french | Commenti 8 | Scrivi un commento

  30.10.2006 | 18:37
Consulenza alla coppia
 
 

Iniziamo a parlare di cose serie: di lavoro. Una locandina (34x68 cm) che ho fatto per La consulenza alla coppia.
Ormai niente e nessuno può sopravvivere senza i consulenti: consulenti fiscali, consulenti legali, consulenti ambientali, consulenti del lavoro, consulenti informatici... e così anche la coppia, entità sempre più fragile e cagionevole ha bisogno dei suoi consulenti. Le due mezze mele non stanno attaccate da sole, anche perché una è verde e l'altra è rossa, sono due colori complementari che proprio non ne vogliono sapere di abbinarsi. Li separa, ma li unisce, la linea nera: il consulente, che evita il miserabile e inevitabile scontro cromatico. Utile il consulente, anche se, a mio avviso, solo come linea nera nella locandina.

Autore: french | Commenti 1 | Scrivi un commento