blog.tapirulan.it
 
  26.08.2008 | 17:47
Santo cielo
 
 

Ho deciso di partecipare ad un concorso fotografico. Per la prima volta. Si intitola "La foto delle tue vacanze" o una roba del genere. Solo che sono indeciso su cosa mandare: a me piace davvero molto la foto che ho pubblicato pochi giorni fa, quella dei turisti. Ma temo sia poco adatta, ho il sospetto che la giuria andrà a prediligere foto tipo cartolina, foto dai colori sgargianti, paesaggi, bei tramonti, colline fiorite, montagne imperiose e cieli spettacolari. Ho omesso di dire che il concorso è bandito da un quotidiano locale di Parma e che si può partecipare con una sola foto. Insomma volevo chiedere il suggerimento dei frequentatori di questo blog, cosa mando? Qui di seguito alcune ipotesi, oppure posso scegliere una qualsiasi foto pubblicata nella categoria fotografie o una di quelle della mia pagina personale di Tapirulan. Forza, datemi una mano!

Autore: french | Commenti 12 | Scrivi un commento

  26.08.2008 | 17:44
Dubrovnik
 
 

Dubrovnik (Croazia), viaggio del 2005.
Una delle città più belle d'Europa a mio parere.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  26.08.2008 | 17:43
Tra le nuvole
 
 

Foto scattata durante il viaggio nei paesi Baschi spagnoli, nell'ottobre 2004.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  26.08.2008 | 17:41
C'hai da accendere?
 
 

Un bambino alle prese con i ceri, foto scattata in Toscana nel 2006.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  26.08.2008 | 17:39
Tirana Bank
 
 

Una delle vie principali di Tirana (Albania), la città non è proprio un gioiello, ma in questa via fioriscono i personaggi stravaganti... Percorrendola di sera verreste frequentemente fermati da persone che vi propongono un alloggio, più si procede più i prezzi calano.

Autore: french | Commenti 0 | Scrivi un commento

  15.08.2008 | 00:56
Il turista
 
 

Chi di noi non è stato turista almeno una volta nella propria vita? Intendo quello riconoscibile a prima vista, con abbigliamento comodo quanto sgraziato e sciatto, guida tra le mani e macchina fotografica a tracolla. Quello che si sistema nelle pose più imbarazzanti per immortalarsi accanto al monumento di turno, l'intento è il sempiterno ricordo, in realtà l'oblio sopraggiungerà a poche ore di distanza. Quello che prova a interpretare la cartina della città e puntualmente si trova in una via non segnalata. Quello che cerca il ristorante tipico, dove mangiano solo le persone del posto. Quello che acquista souvenir da portare a casa: liquori che rimarranno sigillati per sempre, alimenti assortiti dalla dubbia commestibilità, statuette, monili, capi d'abbigliamento...

E chi non si è vergognato, in certe occasioni, di essere turista? Perché il turista è l'idiota per eccelenza, il pecorone senza senno portato al pascolo e infine tosato per bene dagli scaltri pastori autoctoni. Si ascoltano o si leggono le descrizioni di luoghi ameni. Anche questo verrà presto dimenticato.

Questa è una delle foto che preferisco del mio ultimo viaggio. Mi trovavo a Carnac, in Bretagna, per vedere i celebri megaliti. Perfettamente calato nei panni del turista, ascoltavo le spiegazioni della guida. Bionda, gentile, raccontava cose che non avrei capito nemmeno se dette in italiano. Figuriamoci in francese. Dopo sette minuti scarsi avevo completamente perso il filo del discorso e ormai la mia mente era già proiettata al pasto: meglio ostriche o una galette al prosciutto e formaggio?

Mi sarebbe piaciuto vedere la mia espressione in quei momenti... Così ho scattato questa foto, per osservare quella che avevano gli altri turisti. Credo di aver colto una buon campionario di espressioni, tutte estemamente diverse, con un unico denominatore comune: sembra che, al pari mio, nessuno ci stesse capendo nulla...

Autore: french | Commenti 6 | Scrivi un commento