ARCHIVIO
KAMALAFILM
  27.02.2007 | 14:48
Turing-montaggio alternativo
 

Quella del montaggio di Turing Machine sembra una questione eterna. Girato tra il 2005 e il 2006 il montaggio si è arenato perecchi mesi fa. Dopo le feste natalizie ho ripreso in mano il lavoro, con lentezza causa impegni lavorativi. Ora però sembra che ci siamo, la mia versione rivoluziona molto l'originale idea di Max (autore, protagonista e regista).
Mancano gli ultimi ritocchi e il sonoro. Alcune cose comunque ancora non mi convinvono e, in ogni caso, il corto perde parte delle sua idea di fondo. Non ne sono pienamente soddisfatto, ma per rendere il progetto originale servirebbe il lavoro di tutti e un buon grado di coordinamento.

A breve, spero, il giudizio degli altri.

ciao
fabio

Autore: kamalafilm | Commenti 2 | Scrivi un commento

  25.02.2007 | 14:55
Backstage di "Turing machine" #1
 
 

In questa foto di repertorio, Michele smanetta con le luci alla ricerca dell'effetto richiesto da Max.
La sciarpa che si vede al collo di Michele non era purtroppo per lui un futile orpello modaiolo, ma un disperato tentativo di proteggersi dalla temperatura polare dell'aula di una scuola di Soresina (CR), set delle riprese...e ora tappa imperdibile della coppa del mondo di sci!

Autore: kamalafilm | Commenti 0 | Scrivi un commento

  11.02.2007 | 12:27
Black book
 
 

Si può farsi attirare al cinema da una locandina e da un titolo misterioso?
Evidentemente sì.
Black book è certamente un titolo evocativo: cosa ci sarà in quel libro nero?
Soprannaturale, mistero, insospettabili segreti?
E poi la protagonista, Carice Van Houten, con quel suo sguardo seducente che dalla locandina ti invita ad entrare in sala. E così ho fatto io.
Per poi scoprire che il film è del redivivo Paul Verhoeven, per intenderci, lo stesso di Basic Instinct, Total Recall e Starship troopers.
Ed effettivamente il tocco del regista olandese si vede, soprattutto nell'ostentare certe scene di nudo e in qualche situazione totalmente irrealistica. Come quella in cui la protagonista, con una dose letale di insulina in corpo, mangia una stecca di cioccolato, si butta da un balcone e corre come Marion Jones per le vie della città finalmente liberata, sfuggendo così al suo aguzzino.
Ma a parte questo, il film, che racconta delle ultime settimane della resistenza olandese durante l'occupazione nazista, è davvero avvincente e pieno di colpi di scena. Si passa dalla denuncia del massacro di ebrei olandesi perpetrato dai nazisti, alla spy story, in un crescendo di voltafaccia, tradimenti e doppi giochi a cui si fa quasi fatica tenere il passo, con i cattivi che diventano buoni e i buoni cattivi.
E veniamo alla locandina e a Carice Van Houten, non solo bella, ma anche brava nel rendere visibile su schermo la perdita dell'innocente e scanzonata ingenuità di una giovane ex-cantante ebrea, che nella spirale di eventi si trasforma in una seducente spia, capace di infiltrarsi tra le file...e le lenzuola del nemico.

Michele

Autore: kamalafilm | Commenti 0 | Scrivi un commento

  03.02.2007 | 14:35
Intervallo
 
 

Mentre proseguono le votazioni per l'Enel Digital Contest (votate il video n° 45, cliccando qui), quelli di Kamalafilm si stanno dedicando alla loro attività preferita: il cazzeggio.
In tutte le sue forme, ovviamente.
Andrea è protagonista del remake horror della Bella Addormentata, parte per cui verrà candidato agli oscar grazie alla sua perenne sonnolenza; ma dall'Academy fanno sapere che Andrea, per ritirare la statuetta, dovrebbe almeno alzarsi dal letto.
Max ha confermato alla stampa che il montaggio di Turing Machine sarà pronto per lo sbarco della Cina su Marte, quindi, amici di Kamala, manca davvero poco a questo grande evento.
Fabio ha deciso di andare a vivere da solo, ma per ora si è sistemato nel garage dei suoi e di lì nessuno sembra smuoverlo, nemmeno i pneumatici della Polo parcheggiati sulla sua trapunta.
Michele ha intenzione di girare un corto prendendo spunto da Vite comuni, un interessante fumetto di Mabel Morri, ma nel frattempo è seduto attorno ad un tavolo con i tecnici della Lucasfilms per ottenere quegli effetti speciali di ultima generazione, che gli permetterebbero di sembrare un credibile giocatore di calcio nelle partite del sabato pomeriggio. Sembra però che gli effetti della Lucasfilms non siano speciali abbastanza per i ferri da stiro di Michele!

Insomma, cazzeggio, cazzeggio, sempre più cazzeggio per i ragazzi di Kamalafilm, ma prima o poi l'intervallo finirà.

Autore: kamalafilm | Commenti 0 | Scrivi un commento

 
Associazione
Culturale Tapirulan
via Platina 21
26034 Piadena (CR)
Italia
Tapirulan.it il portale degli artisti contemporanei

Webmasters: French+Coma
Redazione: Del, Dani, Foggio, French, Juan, Pigi, Silvio, Topus, Tauro, Ra, Vitto.
© Tutto il materiale presente su questo sito è protetto da copyright.