ARCHIVIO
KAMALAFILM
  29.04.2007 | 13:45
The good shepherd: l'ombra del potere
 
 

Tutti conoscono il Robert De Niro attore, meno il regista che con The good shepherd" riprova a mettersi dietro la macchina da presa. Il risultato è un buon film che racconta la nascita del servizio di intelligence più famoso del mondo: la CIA. Ma Edward Wilson (Matt Damon), il protagonista del film, non ha nulla a che spartire con i suoi illustri colleghi del mondo spionistico come  Ethan Hawk (Tom Cruise di  Mission Impossible) e  James Bond: il suo aspetto è quello di un anonimo impiegato del catasto che, nelle quasi tre ore di film, non impugna mai un'arma da fuoco. Insomma, niente RATTATTATA, BANG BANG e KABOOM in questo film di spie, nessuna soddisfazione per gli amanti delle pellicole di azione.
I letali ferri del mestiere di Edward Wilson sono le parole, le informazioni e le contrinformazioni: il suo scopo è quello di creare delle false verità, scoprendo le carte del nemico senza mai far vedere le proprie.
Oltre a Matt Damon, che nel comportamento glaciale del suo personaggio mi ha ricordato il talentuoso Mr. Ripley, una carrellata impressionante di attori sfila in tutto il film: Angelina Jolie, William Hurt, Robert De Niro, John Turturro,...

A parte la prima mezzora, che ho trovato troppo lenta, la storia scorre fluida tra i flashback che ricostruiscono la nascita della CIA e gli eventi presenti (il film è ambientato nel 1961): insomma un buon film che ha nel suo forte la rete di intrighi e di doppigiochi che si intessono minuto dopo minuto.

Autore: kamalafilm | Commenti 0 | Scrivi un commento

  02.04.2007 | 23:33
poesia e video: ecco il videohaiku
 

Le votazioni dell’Enel Digital Contest si sono chiuse e l’8 Maggio si conosceranno i vincitori e noi, come promesso, fino ad allora non vi assilleremo più con il famigerato video n°45, L’uomo delle stelle, ma intanto annunciamo cosa abbiamo in programma nell’immediato futuro.Il prossimo video non sarà un semplice video, ma un videohaiku, cioè una clip ispirata ad un haiku.
Ma cos’è un haiku?
Se la nostra amica Lorena Montini fosse qui, vi spiegherebbe, come ha fatto con noi durante una trasmissione radiofonica, che con haiku non si intende l’ultima nata tra le utilitarie del sol levante, ma bensì un componimento poetico proveniente dal lontano oriente, che fa della sintesi la sua forma.
Infatti l’haiku è una poesia brevissima, che in soli tre versi, rispettivamente di 5, 7, 5 sillabe ciascuno, vuole catturare le emozioni e i sentimenti di un istante come una polaroid dell’anima.
Incuriositi dal fascino sintetico degli haiku e dopo esserci imbattuti in un bando di concorso per video ispirati a questo genere poetico, abbiamo deciso di partecipare con la nostra personalissima interpretazione per immagini della seguente poesia:

Alba gelida:
nella tazza che ride
il primo caffè

Autore: kamalafilm | Commenti 7 | Scrivi un commento

 
Associazione
Culturale Tapirulan
via Platina 21
26034 Piadena (CR)
Italia
Tapirulan.it il portale degli artisti contemporanei

Webmasters: French+Coma
Redazione: Del, Dani, Foggio, French, Juan, Pigi, Silvio, Topus, Tauro, Ra, Vitto.
© Tutto il materiale presente su questo sito è protetto da copyright.