tapirulan
CONCORSO PER ILLUSTRATORI » SETTIMA EDIZIONE » CALENDARIO DUEMILA12
News
NEWS

15.11.2011
I risultati della settima edizione del concorso di illustrazione

Eccoci qua, avevamo indicato la data del 15 novembre per la diffusione dei risultati e quindi non possiamo tergiversare oltre. La giuria ha faticato assai a scegliere, le opere erano tante, il tema difficile, spesso trattato in maniera criptica e fuori dalle righe. E' stato interessante scoprire come la privacy sia stata trattata da differenti punti di vista. Ci tocca sempre l'ingrato compito di dirvi chi è stato scelto, come ha scritto il nostro presidente di giuria nella sua introduzione al catalogo: "il risultato, uguale in tutti i concorsi, è che in cambio di una o due contentezze restano una moltitudine di scontentezze, che spero non se la prendano troppo". Per esperienza sappiamo che non sarà così, qualcuno di certo se la prenderà, perché quando si crede molto in quello che si fa e l'impegno è tanto, non essere selezionati appare come una bruciante sconfitta. Così non dev'essere, ovviamente. Eccoli qui i dodici del calendario:

http://www.tapirulan.it/concorso-calendario/305/358

Mentre qui trovate gli altri 28 autori selezionati:

http://www.tapirulan.it/concorso-calendario/305/359

Questi 40 autori saranno anche sul catalogo e le opere verranno esposte a partire dal 3 dicembre 2011 (inaugurazione, ore 17) presso Santa Maria della Pietà a Cremona. Insieme alla mostra di "Privacy" ci sarà anche la mostra personale di oltre 70 opere di Roberto Innocenti, presidente di giuria e ospite speciale di questa edizione. Ci auguriamo di vedervi numerosi all'inaugurazione durante la quale verranno anche premiati il vincitore del Premio della Critica (1000 euro) e del Premio Popolare (300 euro). E proprio da oggi, fino al 25 novembre è possibile votare la propria illustrazione preferita. Si può votare qui.



Barbara, ci ho preso in pieno ;-)
congratulazioni!

Sara Nicolosi | 06.12.2011  22:38 

..and the winner is?

 | 04.12.2011  12:19 

In quale caso scusa???
E che avete trovato il giocattolo con cui passarvi il tempo???
Ribadisco che le offese arrivano sempre prima da parte vostra (e questo ne è un caso, in più anche gratuito).
Se guardi la cronologia degli scritti è così.
Mi sembra che si cavalchi l'onda del cattivo gusto.

Christian Imbriani | 19.11.2011  21:38 

Scusatemi se interrompo questa catena, forse anche utile, di consigli, chiarimenti, polemiche e, in un caso, di grande maleducazione, solo per ringraziare tutto lo staff di Tapirulan e tutti quei bravissimi disegnatori che anche quest'anno mi hanno insegnato qualcosa e mi hanno fatto morire d'invidia.
Giuro che dietro a me non ci sono violini che suonano&.

Clara Maffei | Homepage | 19.11.2011  13:56 

No Barbara...sono solo una visitatrice del sito e mi piace l'arte...tutta

Sara Nicolosi | 19.11.2011  13:39 

Secondo me Sara ha ragione, la parola privacy era veramente ambigua e difficle da interpretare, tanto più perchè erano stati forniti dei termini differenti e più esplicativi di quello che si voleva intendere. Naturalmente il fatto che ognuno dia una propria idea diversa è bello, ed è ciò che arricchisce il concorso, l'importante però è non rendere ancor più difficle la cosa con parole molto vaghe e difficili come quella proposta quest'anno. Sono dell'idea che anche un termine semplice se interpretato da molti può dare vita a molte immagini diverse. Bisogna puntare sul semplice.

Tea | 19.11.2011  13:19 

Ciao Sara, non ho detto che un illustrazione deve essere interpretata da chi la guarda, sono d'accordo con te nel dire che il suo messaggio deve essere il più diretto possibile; io ho detto che il tema deve essere interpretato dall'illustratore...è diverso. Ripeto, secondo me esistono potenzialmente mille modi diversi per esprimere la medesima cosa.
Perdonami, ma tu non hai partecipato? Non ti ho trovata nella Gallary... per capirne di più, mi sarebbe piaciuto vedere la tua opera...

Barbara Petris | 19.11.2011  10:27 

allora che senso ha scrivere tutto quel popo di titolo? bastava solo scrivere "Privacy" ed era secondo me più semplice per i partecipanti. alcuni hanno centrato il tema...forse avrebbero fatto dei bei lavori se non fossero stati condizionati dal titolo e soprattutto nel rispettarlo.

io credo che un'illustrazione non è da interpretare, ma deve essere chiaramente leggibile da tutti. allora si potrebbero fare macchie di colore e intitolarle "privacy" secondo l'interpretazione dell'artista .
L'illustrazione deve ILLUSTRARE chiaramente un concetto, anche un bambino puo' capirla se fatta bene.

Inoltre secondo me deve essere assolutamente come un compitino da fare a scuola, altrimenti perchè si da un tema, per fare quello che ci pare?

cmq barbara, il tuo disegno è fatto bene, ma "non vedo, non sento, non parlo" si avvicina più all'omertà che alla privacy.
ma è solo il mio punto di vista.

a Noemi vorrei chiedere una cosa: vedendo il disegno di Slavko Krunic non in questo contesto, avresti mai pensato che si parlava della
privacy?

Sara Nicolosi | 18.11.2011  19:27 

si chiama interpretazione Sara, è normale che ognuno prenda il lato di un argomento che lo attira di più, l'obbiettivo non era rappresentare tutti i punti del tema, non è un compitino da fare per la scuola, ma l'intenzione dell'illustraotore doveva combaciare in qualche modo con un tema. il tema principale era privacy, quello che tu hai elencato è, a mio avviso, un indicazione che gli organizzatori hanno voluto dare per facilitare il compito a tutti, se poi vogliamo PIGNOLEGGIARE non è giusto per i partecipanti, per i vincitori ecc ecc.

Noemi Gambini | 18.11.2011  12:59 

Cara Sara, non mi chiamo De Petris, ma solo Petris...
La tua polemica sull'interpretazione del tema mi sembra poco edificante; ho l'impressione che tu abbia un'idea un pò chiusa di interpretazione; secondo me, il bello di un tema sta proprio nella sua possibilità di essere interpretato dalle diverse personalità degli illustratori con risultati anche molto diversi tra loro (questo è un concorso libero, non un lavoro commissionatoci).
Non voglio giudicare, ma prova ad aprire un pò l'orizzonte... ora non starò qui a spiegarti il senso della mia illustrazione, che per me è ovviamente presente ed attinente, ti dico solo, senza nessuna presunzione, che ad uno sguardo eccessivamente rigido può sfuggire il significato di un immagine o i punti di vista, che per fortuna possono essere molti, attraverso i quali può essere espresso un tema.
E' ovvio che poi ci saranno illustrazioni che "fanno centro" più di altre, ma perchè mettere limiti a priori? Io credo che la selezione di un concorso come questo tenga conto anche di questo aspetto.

Barbara Petris | 18.11.2011  12:52 

"Privacy. ÿEmozioni segrete, pensieri inconfessabili. Vizi privati, pubbliche virtù. Il diritto alla riservatezza si scontra con l'irrefrenabile curiosità".

Questo è il tema del concorso.

Ora mi chiedo se il tema vero era solo sulla parola privacy o su tutto il resto. La difficoltà era di rappresentare le emozioni segrete, vizi privati e pubbliche virtù e l'irrefrenabile curiosità in un unico disegno.
Ci sono disegni che hanno centrato il tema, hanno inserito ogni punto.C'è chi invece ha deciso di seguire un solo punto.
Un consiglio per la scelta del prossimo tema è di utilizzare solo una parola, così si è più sicuri di non sbagliare.
Non condivido la scelta del disegno di Barbara de Petris: "le tre scimmiette", non sento , non vedo, non parlo...ma cosa c'entra con la privacy? ha tutt'altro significato. Infatti doveva passare un aereo con la scritta privacy per capirlo.
Il disegno di Juri Mildeberg...dove sono le emozioni segrete? L'irrefrenabile curiosità?
Il disegno di Slavko Krunic è del tema dell'anno scorso? "la siesta".
a questo punto cosa serve rispettare un tema? si fa quel che si vuole.

a me hanno insegnato che un'illustrazione deve parlare da sè, deve esprimere da sola un concetto, non ha bisogno della spiegazione come didascalia. E qui ho visto dei disegni che a stento esprimono il concetto del tema se non fosse per il titolo e la spiegazione.....

Questo è un mio umile consiglio per il prossimo anno.

Sara Nicolosi | 17.11.2011  18:59 

Non sto parlando di questo fabrizio,
ad esempio il concorso scarpetta d'oro utilizza questo regolamento e non mi pare offensivo per nessuno.
Non è un modo per vincere facile, forse sta alle persone che hanno pubblicato e ormai affermate, dire siccome ho vinto l'anno scorso quest'anno non partecipo chissà si ha bisogno di conferme sempre?.....forse è un modo per vincere facile al contrario....perchè anche una giuria che si trova un nome importante in un concorso (che non è CJB o Bologna o Ilustrarte )non può fare finta che non ci sia . Ma la mia era un proposta equa e solidale.

cristina | 17.11.2011  16:30 

Mi ripeto in sintesi:
Morena sei brava, hai uno stile tuo e lo
apprezzo e per questo ottieni risultati.

Lisotta Rebecca se sua sorella omette la
punteggiatura e non è chiara quando scrive, non è per questo colpa mia se manda un messaggio sbagliato.
Io mi limito a commentare un testo, non
lo interpreto o cerco di decifrarlo.
E soprattutto non offendo come fate voi per primi e quasi avendone la ragione.

Christian Imbriani | 17.11.2011  16:13 

Togliere i vincitori dalla copentizione dà più chance, è vero, ma toglie anche molte competitività. Se è più facile vincere è meglio? Forse no. Ci sarebbero più chance di vincere Wimbledon se i tennisti che lo hanno vinto non potessero più partecipare; ci sarebbero più chance anche alle olimpiadi togliendo di volta in volta le medaglie d'oro. La vera sfida, a mio parere è arrivare davanti ai più forti, non impedendogli di competere, ma migliorando sempre più, fino ad essere meglio di loro. Sicuramente la vittoria darebbe più soddisfazione. Naturalmente questo è solo un mio parere.

Fabrizio Rampini | 17.11.2011  15:21 

Signor Imbriani, lei ha dei seri problemi ad interpretare ciò che le viene scritto.

Io ho detto l'esatto opposto di quello che intende lei.
Cioè che non mi sono conformata a uno stile nella speranza di essere scelta.

Le riesce male girare le frittate, mi sa che è un pessimo cuoco ;)

su,prenda la vita con più leggerezza che ne guadagnerà senz'altro!
Buona giornata

Morena Forza | Homepage | 17.11.2011  13:56 

Sono felice per i selezionati, premetto che io non ho partecipato. Ma mi chiedo una cosa non si potrebbe mettere una piccola clausola in cui si dice che i VINCITORI degli anni passati non possono partecipare al concorso dell'anno seguente?
Ci sarebbe, mescolanza, movimento di stili e in questo modo si offrirebbero più chance .
La mia non vuole essere polemica ma solo un consiglio
Complimenti per l'iniziativa.

cristina | 17.11.2011  12:17 

Mi scuso con tutti gli altri interlocutori ma siccome non tollero la maleducazione e saccenza del Signor Imbriani, mi vedo costretta, mio malgrado, ad intervenire.

Questo è quello che ha scritto mia sorella:
"Qualche giorno fa ho saputo per caso che mia sorella aveva inviato la sua tavola dalla figlia di 4 anni."
Forse manca qualche virgola ma a me sembra chiarissimo il significato di questo periodo.
E' chiaro che non è mia sorella a non saper scrivere ma che lei, Christian Imbriani, non è capace a leggere o comprendere ciò che legge.
Con questo scambio di commenti "per tesi dimostrata" lei è un gran saccente ed un cafone!
Chiudo qui e non intendo rispondere ad ulteriori sue provocazioni.
Buona giornata a tutti.
Rebecca Lisotta

Rebecca Lisotta | 17.11.2011  11:17 

Ho sempre avuto una certa resistenza a partecipare a mostre e concorsi.
Solo in tempi recenti mi son deciso a cambiar un pò registro. Sono fra i selezionati. Questo mi lusinga. Non sapevo nulla di Tapirulan. Ho conosciuto questo sito casualmente.
Sono rimasto colpito dalla cura con cui è gestito. Sono rimasto colpito dalla quantità e dalla qualità dei partecipanti. Sono rimasto colpito, infine, da una certa animosità che traspare in diversi commenti e che non mi aspettavo. Non me lo aspettavo perchè questo mi sembra un bel luogo di scambio, condivisione e partecipazione. Non me lo aspettavo perchè la qualità dei lavori di chi si è più risentito mi sembra comunque, sicuramente, evidente. Ciascun osservatore, individualmente, ha modo di conoscere e giudicare. Questa mi sembra unopportunità preziosa (sia per i partecipanti che per i visitatori). Nel mese passato ho guardato con piacere e attenzione tutte le illustrazioni. In un modo o nellaltro mi son piaciute tutte. Ho provato a stilare una lista delle preferite ma sono andato ben oltre il numero quaranta. Capisco le difficoltà della giuria. Penso che cento giurie avrebbero scelto in cento modi diversi. Non penso che le immagini non selezionate valgano meno. Tutto qui. Grazie a tutti per il lavoro svolto, partecipanti e organizzatori.

luca fabbri | Homepage | 17.11.2011  10:30 

Purtroppo per voi non scherzavo, dato che la mia era una considerazione logica allo scritto proposto.
Purtroppo non leggo le intenzioni ma le parole.
Era doveroso un chiarimento dall'interessata.
Aggiungo che in ipotesi una bambina di quattro anni potrebbe fare un disegno del livello di quelli pubblicati, se per tesi dimotrata la zia scrive a vanvera.

Christian Imbriani | 17.11.2011  00:17 

Scusate....io vorrei fare una precisazione.
Credo che il Signor Christian Imbriani abbia letto male e dunque frainteso il commento di mia sorella Pamela, la quale, molto carinamente, spiegava come era venuta a sapere della mia partecipazione al concorso tapirula, cioè tramite mia figlia di 4 anni.
Mi spiego meglio, l'illustrazione che ho spedito al concorso non è stata fatta da mia figlia!....ma forse il Signor Imbriani scherzava con il suo commento...ma se scherzava non è stato chiaro.
Era doveroso un mio chiarimento.
Approfitto di questo spazio per ringraziare la giuria di aver selezionato la mia opera senza alcun prosciutto in dono,vengo a sapere ora che erano necessari!;-))... a parte gli scherzi è la prima volta che partecipo ad un concorso, avevo bisogno di un confronto esterno e l'essere stata selezionata è quella iniezione di fiducia in me stessa che mi ci voleva in un momento di profonda mutazione e ricerca artistica, professionale e non solo.
Voglio inoltre complimentarmi con tutti gli illustratori selezionati e con tutti gli altri, bravissimi, non selezionati.
Grazie
Rebecca Lisotta

Rebecca Lisotta | 16.11.2011  22:55 

Risposta a commento di Christian Imbriani | 16.11.2011 13:58
Forse non mi sono spiegata: ho scritto che ho saputo da mia nipote di 4 anni che la sua mamma (mia sorella) aveva inviato una tavola (elaborata dalla mamma, mia sorella) al concorso di "tapirulan". Non solo, secondo Lei, una bambina di 4 anni è in grado di fare qualcuno dei disegni pubblicati?
Mi spiace avere la conferma che chi vuole vedere il marcio lo vede dappertutto a costo di mettersi il paraocchi......

 | 16.11.2011  22:28 

Tanti complimenti a tutti!!

Agostino Sacchi | 16.11.2011  18:37 

Ops, non ho firmato il post precedente!
Caterina

Caterina Bianchetti | Homepage | 16.11.2011  18:32 

Non essere stati selezionati non è una sconfitta. Non bisogna dare la colpa alla giuria, nè tanto meno puntare il dito all' illustratore che si pensi (malignamente) sia raccomandato. Io non sono stato selezionato. Ho realizzato un' illustrazione in cui ci credevo, trattando il tema "privacy" da un mio personalissimo punto di vista. Purtroppo non è andata bene e ad essere sincero inizialmente son rimasto un po' amareggiato dal non essermi trovato nella rosa dei 40. Prendo ciò come sprono a correggermi e valutare questa esperienza come costruttiva! Faccio i complimenti a tutti i partecipanti!!! E incoraggio chi come me non è stato selezionato a prendere matite, colori, pennelli, fogli e quant' altro serve per immergersi nuovamente nel proprio mondo! Attendo con fermento il tema dell' anno prossimo! :-)

Daniele Ostuni | 16.11.2011  18:31 

finalmente i selezionati!
mi sono divertita molto a progettare, realizzare, confrontarsi con altri e altre, commentare e ricevere i commenti di chi ha apprezzato la mia illustrazione (...la parte migliore!!) trovo che sia una occasione preziosa per avere dei feedback sul proprio lavoro.
Sono rimasta colpita dalla scelta delle 12 illustrazioni, dando uno sguardo d'insieme mi sembra ci sia una linea interpretativa di fondo molto forte, che mostra una privacy un po' onirica, misteriosa e simbolica...davvero interessante!
buona continuazione a tutti e tutte e buona fortuna ai selezionati;-)

 | Homepage | 16.11.2011  18:30 

Cara Morena, non ti trovi d'accordo ma hai confermato ciò che ho scritto io!
Le esigenze del mercato o dei giudici si conoscono, per questo se si vuole vincere questo concorso bisogna operare per dar soddisfazione a questa richiesta. Capisco che te non ci hai pensato e che altri bravi come te non ci han pensato, perchè il vostro è un talento naturale.
Quello che ho dato io è un consiglio ragionato che evita le polemiche sterili e chi gode ad alimentarle.

Christian Imbriani | 16.11.2011  18:13 

Mah non mi trovi d'accordo.

O almeno,questo per quanto riguarda ME personalmente, per altre 39 persone io non posso pronunciarmi.

Ti dico solo com'è andata quest'anno?
Non mi aspettavo di essere scelta; ho disegnato l'illustrazione anche parecchio in ritardo e,che questo sia stato colto o meno, c'è molto di me in quell'illustrazione, visto che raffigura mia madre col mio cane. Pensando a privacy mi è venuto proprio in mente lui (che non c'è più da tre anni) il suo senso del pudore, assurdo visto che era un cane. Il pudore mio o di mia madre nel girarci perchè lui a sua volta si girava a guardarci perchè non voleva essere guardato.

Detto questo, mi sono divertita tantissimo a realizzarla, ed è per questo che la soddisfazione nell'essere stata scelta è tanta: perchè è un'illustrazione che sento molto mia, per niente realizzata compiacendo nessuno.

Non so se ti è capitato di vedere altre mie tavole ma raramente seguo le mode, soprattutto quelle italiane, per cui se c'è qualcuno che può non-contare proprio sull'omologazione alle mode, quella sono proprio io :)

La questione poi è in verità più ampia: non è questione di conoscere o meno chi c'è in giuria, ma di raggiungere una qualità professionale tale da potersi definire collocabili sul mercato.

Questo è lo stesso problema che sto riscontrando io che sto smistando delle opere per un'iniziativa artistica su selezione: molti non si rendono conto di non essere ancora maturi. Alcuni di loro lo capiscono quando glielo spieghi e sanno far tesoro dei consigli (io sono tra questi: non mi sento assolutamente un'arrivata nè "un solito nome" visto che illustro da appena DUE ANNI) ma ci sono anche quelli che rispondono agressivamente "lei non sa chi sono io!" per parafrasare una celebre battuta.
E quelli mi fanno proprio ridere di una risata pirandelliana, perchè non si rendono proprio conto che hanno un ego grosso come Palazzo Chigi e le competenze di una cocorita. Peggio per loro.

Io me ne cavo fuori e tornando a questo concorso sono contenta di essere stata selezionata con una tavola che mi è venuta dal cuore e non ho disegnato per compiacere nessuno.

Buona vita a tutti e al prossimo anno! :)

Morena Forza | Homepage | 16.11.2011  17:07 

Condivido appieno quello che scrivi Morena e mi piace molto quello che fai
nel campo dell'illustrazione.
Partendo da ciò, potrei provare a dare una spiegazione a quello che succede ogni anno, cercando di giustificare in parte il commento di Sara.
Preferivo più la tua immagine dello scorso anno, che ricordo di aver pure commentato positivamente rispetto a quella selezionata nell'ultimo concorso.
Di conseguenza ho espresso un mio parere soggettivo su ciò che ho visto, come fa chiunque altro.
Stesso procedimento è seguito dai giudici, che hanno il fardello di effettuare una scelta su un prodotto che alla fine dovrà essere venduto e commercializzato. Per questo importante motivo, l'anno scorso Morena non ha vinto, mentre quest'anno è stata selezionata.
La bravura di Morena resta uguale, se non aumenta col tempo ma la sua illustrazione vincente è quella del 2011 e non del 2010. Questo discorso vale per tutti i selezionati.

I non selezionati devono porsi di fronte ad una scelta esistenziale: crescere le loro competenze e soprattutto, entrare nel gusto dei giudici. Il gusto dei giudici non può essere modificato e deve essere assecondato con lavori a loro affini nel senso estetico.
Ci si trova di fronte ad un bivio quindi, fare quello che si vuole o fare quello che serve per vincere.
Per ciò chi viene selezionato copre il gusto della giuria, e prima o poi o più volte vincerà.

Scrivo questo perchè quanto affermo è una mia diretta riflessione, che magari potrebbe essere utile a chi ora commenta innervosito. Anni fa ebbi una discussione con diverse persone (che saluto) su questo blog, per il concorso
riguardante il calendario 2010 credo. Ho compreso che non c'è niente da fare e che è inutile perdere tempo dicendo doveva vincere questo o quello perchè sono arrivato alla conclusione descritta sopra.

Logicamente conoscendomi, nei calendari 2011 e 2012 non mi sono adattato a realizzare o concepire illustrazioni
cercando di vincere questo concorso, perchè non mi riconosco nel modo di lavorare di altri e preferisco fare ciò che mi diverte al momento. Di solito un paio di giorni prima la scadenza comincio a preparare
l'illustrazione per Tapirulan.
Voglio concludere che se si vuole vincere questo concorso bisogna essere più attenti su come procedere dall'inizio, vedere gli anni precedenti e valutare l'ipotesi di copiare uno stile.
Se invece come me volete essere più liberi da vincoli, preparatevi alla sconfitta!

Per i più particolari: copiare uno stile non è offendere chi questo stile lo ha nel sangue e lo padroneggia.
Per questo voglio dare doppi meriti a chi ha vinto per talento e senza sforzo e doppi demeriti a chi vince nascondendosi dietro a qualità che non gli apparterranno mai.
Questo spiega perchè oggettivamente alcuni selezionati sono accettati mentre altri lasciano delle perplessità ogni anno.

Christian Imbriani | 16.11.2011  16:44 

Posso ben capire che il momento sia bollente e la non selezione lasci delusi, questo vale per ogni concorso o mostra su selezione; quello che non concepisco è prendere questo e quel nome e fare insinuazioni gravi di raccomandazione.

Premettendo che non sarei nemmeno tenuta a spiegare ma in quanto persona iper corretta mi sento più a mio agio in un chiarimento:

- Sono autodidatta (giusto per quelli che "Lei ha amici a questa e quella scuola") tutto quello che so, o un buon 90% l'ho imparato dai miei fallimenti e continuerò a farlo.
- Non ho nessuna raccomandazione come sono sicura nemmeno gli altri 39 selezionati. Che piaccia o meno, l'illustrazione è uno dei pochi ambiti in questo Paese che rimane meritocratico, la questione "gusti" è a parte. Così come accade per la fiera di Bologna e le altri grandi occasioni.
- Non ho vinto chissà quanti concorsi, per cui "i soliti nomi" non so da dove derivi.
- Posso solo pensare che con quell'espressione si facesse riferimento a Roba da Disegnatori, forse? Non so eh, la butto lì, perchè sono un'illustratrice emergente. Ho una pubblicazione cartacea e 5 digitali, non sono un'autrice pluripremiata con libri esportati in 25 Paesi diversi. RDD è un sito che porto avanti con passione e lo faccio perchè mi piace. La signorina Nicolosi stia pur certa che non si viene selezionati perchè si ha una pagina facebook di 12mila iscritti, i criteri più o meno condivisibili questo è certo, sono altri.
Il fatto quindi che tengo un blog di illustrazione non mi impedisce di partecipare a concorsi, ci mancherebbe che dopo che mi rendo utile per molte persone (non retribuita, ci terrei a precisare) mi prendessi pure della raccomandata.

Vorrei invitare chi commenta in queste occasioni che puntare il dito e fare insinuazioni di questa portata è una cosa grossa. State attenti a cosa dite; oltre a ferire chi riceve questi ingiustissimi giudizi, non ci fate una gran figura, se non dei rosiconi, ve lo posso assicurare.

Complimenti a tutti, sia ai selezionati che a certi non selezionati (nomi a caso? Barbara Bargiggia, Alfredo Vullo,Francesco Zito,per dirne alcuni) mentre a chi ancora non ha sviluppato un senso critico sul proprio lavoro faccio i migliori auguri per una crescita artistica e personale più veloce possibile.

Morena

Morena Forza | Homepage | 16.11.2011  15:43 

ehm...voglio solo dire che io non parteciperò più perchè ormai a detta di tutti sono una illustratrice che viene selezionata in base al nome e non alla bravura, e soprattutto per lasciare spazio ai giovani...ah aspetta anche io sono giovane, allora lascerò spazio a chi non ha ancora pubblicato..ah no anche io non ho mai pubblicato...alloooora ritratto tutto, parteciperò ancora:) ringrazio la giuria e i ragazzi di tapirulan che hanno ricevuto tanti prosciutti da tutti i selezionati e che mangeremo assieme appena possibile. io spero che si sia capita l'ironia del mio commento.

Noemi Gambini | 16.11.2011  15:16 

Cari amici, sappiamo che il momento delle selezioni è sempre "bollente" e suscita immancabilmente un po' (o tanto) risentimento. Tuttavia invitiamo tutti i commentatori, che legittimamente esprimono la propria opinione (firmatevi sempre per favore), a tenere presente che anche se gli autori selezionati non sono di proprio gradimento, meritano comunque rispetto. Sarebbe auspicabile che per loro questo fosse un momento di gioia per la selezione e non - paradossalmente - un momento di delusione. La giuria che nominiamo ogni anno fa le proprie scelte in autonomia, probabilmente se alcune persone vengono selezionate in più occasioni potrebbe essere che sono brave. Da parte nostra ribadiamo i nostri complimenti agli autori selezionati, ma anche ai molti che non sono stati selezionati e speriamo di vedervi come sempre numerosi all'inaugurazione della mostra!

La Redazione | 16.11.2011  15:02 

Siccome vedo il mio nome sono costretta a commentare.
Un concorso tra amici?
E' la SECONDA volta che partecipo e la prima non sono stata selezionata nè per calendario nè per i 28 selezionati.

Possiamo evitare di spalare sempre letame a caso sulle persone, grazie?

Inoltre non ho amicizie nell'ambito di Tapirulan.
Non tollero queste infamazioni.

Anche a me è spiaciuto non essere stata scelta la prima volta che ho partecipato ma da qui a dire peste e corna dei selezionati ce ne passa, datevi una regolata, per favore. E crescete.

Morena Forza | Homepage | 16.11.2011  14:47 

scontenta delle scelte effettuate, commento azzeccato da tea e sara.
(io non sono stata selezionata)complimenti hai vincitori, al prossimo anno.

Rosangela Ligammari | 16.11.2011  14:25 

@ Pamela:
lo sa tua sorella che è contro il regolamento (che abbiamo tutti contro firmato) quello che ha fatto?
Poteva mandarlo per conto della bambina e firmare la liberatoria.
In una realtà falsificata e corrotta come quella di oggi,contribuite ad aggiungere al marcio altro marcio.
Complimenti alla bambina, ha un futuro.

Christian Imbriani | 16.11.2011  13:58 

Qualche giorno fa ho saputo per caso che mia sorella aveva inviato la sua tavola dalla figlia di 4 anni. Mi disse che non voleva pubblicizzare la cosa in famiglia e tra amici perchè voleva che gli eventuali commenti al suo disegno fossero spontanei. Mi fa piacere oggi sapere che anche lei è tra i 28 selezionati. In una realtà falsificata e corrotta come quella di oggi, la Giuria, seppur con tutte le difficoltà del dover scegliere, l'ha sicuramente fatto in modo obiettivo e senza "forzature", almeno per quanto riguarda il caso di mia sorella, e questo è un grandissimo merito. Complimenti a tutti, anche a colorio che non sono stati segnalati, ma soprattutto a tutti quelli che hanno dato questa opportunità gestendo il concorso con serietà e professionalità!!!

Pamela | 16.11.2011  13:33 

A parte per il calnedario,ero sicura di aver trovato alcuni nomi tra i selezionati, e cosi e´stato...naturalmente intendo "i soliti nomi"...cosa si partecipa a fare se tra i selezionati ci sono quasi sempre gli stessi? ci sono anche dei plagi tipo il disegno di Marta Farina identico ad una scultura della biennale di Alessandro Gallo...ma forse la giuria non segue molto il mondo dell´arte.
Noemi Gambini, Morena Forza, Fabio Facchinetti...gli stessi nomi di sempre...
penso sia un concorso di amici

Sara Nicolosi | 16.11.2011  12:45 

Certo sarebbe più facile per gli artisti scartati mandare giù questo brodo bollente se si potesse fornire loro almeno una minima spiegazione di quei fattori che la giuria ha ritenuto essenziali per identificare le illustrazioni "migliori".
In effetti credo che i complimenti non spettino ai vincitori, piuttosto ai "non scelti" che devono sottostare ad una decisione incomprensibile.

Martina | 16.11.2011  11:19 

Oh, bene!
Invece io concordo sulle decisioni della giuria.
Magari, personalmente, avrei inserito tra i 40 un paio di immagini che (del tutto personalmente) mi facevano sognare. Ma il bello delle giurie e dei punti di vista è questo.
Complimenti ai Selezionati!
Io sono una "non scelta" ma per nulla sconsolata o scontenta.
E aggiungerei... che dato che è un concorso (e quindi una gara), così come un "lavoro" professionale, non ci dovrebbe nemmeno essere il bisogno di giustificarsi. Siamo tutti grandi...
E in fondo in ogni competizione a vincere è uno solo... no?
Inutile prendersela, salvo che non ci si sia impegnati.
Al prossimo anno!

Ila

Ila | Homepage | 16.11.2011  10:30 

Come sempre rimango totalmente sfiduciata dalle vostre decisioni. Il calendario come tutti gli anni ha sempre lo stesso colore e forse potrebbe essere stato realizzato tutto dalla stessa persona. Non credevo che il mondo dell'illustrazione fosse così caparbiamente chiuso, ma evidentemente mi sbagliavo!! Complimenti per non esservi smentiti!

Tea | 16.11.2011  09:56 

Auguri.

Christian Imbriani | 16.11.2011  01:34 

SCRIVI UN COMMENTO
Si prega di firmare i propri commenti con il proprio nome e cognome.
I commenti anonimi saranno cancellati a discrezione della Redazione di Tapirulan

Nome:

Email (Obbligatoria - l'indirizzo non verrà pubblicato):

Sito internet:

Commento:  



Inserisci il codice di verifica visualizzato nell'immagine:


 

MENU
ARCHIVIO
CONTATTI
Sede legale
Associazione Tapirulan
via Platina 21
26034 Piadena (CR)

Sede operativa
corso XX Settembre 22
26100 Cremona

info@tapirulan.it

TWEETS
ULTIMI COMMENTI

26.07.17 di staging.bredent
In Concorso calendario
26.07.17 di ecohardwood
In Concorso calendario
26.07.17 di www.ilmuk.org
In Concorso calendario
26.07.17 di www.ecowoodmoves.co.
In Concorso calendario
26.07.17 di bredent.co.uk
In Concorso calendario
26.07.17 di www.matchmakerlondon
In Concorso calendario
24.07.17 di Resourcebase
In Concorso calendario
24.07.17 di Kathaleen
In Concorso calendario
24.07.17 di Debra
In Concorso calendario
24.07.17 di www.ravensbury.manch
In Concorso calendario
22.07.17 di igreenenergy.co.uk
In Concorso calendario
22.07.17 di oceanbluproductions.
In Concorso calendario
22.07.17 di smartmande.co.uk
In Concorso calendario
18.07.17 di jtbtigers.com
In Concorso calendario
18.07.17 di queertimes.net
In Concorso calendario
Pubblicazioni / Edizioni Tapirulan

Associazione Culturale Tapirulan
C.F. 90006350194
P.I. 01521680197

Sede legale
Via Platina 21
26034 Piadena (CR)



Sede operativa
Corso XX Settembre 22
26100 Cremona



Webmaster
French+Coma

Contatti
info@tapirulan.it

Tapirulan su Facebook
Tapirulan su Twitter
Blog.Tapirulan.it

Privacy Policy
Area Privata