Sabato 3 dicembre il Barone di Münchausen è uscito da un’opera di Renato Casaro ed è arrivato a Santa Maria della Pietà, a Cremona, per condurre la premiazione della dodicesima edizione del concorso internazionale di illustrazione di Tapirulan. Al termine di una lunga e pomposa cerimonia sono stati nominati i 12 autori pubblicati sul calendario: Francesca Ballarini, Francesco Caporale, Marco Caputo, Lorenzo Conti, Federico Conti Picamus, Marcello Crescenzi, Luca Di Battista, Dimitri Fogolin, Agnese Matteini, Giulia Pastorino, Guido Rosa, Roberta Santi. Indi è stata premiata la vincitrice del Premio della Critica, Giulia Pastorino; e il vincitore del Premio Popolare, Lorenzo Conti. Ma i ricchi premi non erano ancora finiti… Abbiamo richiesto una speciale fornitura di Oscar da assegnare ai 5 illustratori più “fedeli”” nella storia del concorso, insomma una sorta di Oscar alla carriera per chi ha partecipato ininterrottamente al premio ed ha anche ottenuto delle menzioni: Manuela Saccani, Alberto Ipsilanti, Arianna Papini, Francesco Buzzi, Ilaria Castellan. Dopo cotanta cerimonia è stata aperta la mostra “”Per un pugno di colori”” che raccoglie oltre 100 opere originali dell’ospite speciale di questa edizione, Renato Casaro. Ma la giornata era iniziata già qualche ora prima, quando nella sede di Tapirulan è stata inaugurata la mostra personale di Sylvie Bello, vincitrice della passata edizione. Ringraziamo sentitamente tutti gli autori che sono venuti a trovarci, a cominciare da Renato Casaro e Sylvie Bello, le istituzioni e gli enti che hanno collaborato all’iniziativa, la giuria del concorso, e il pubblico di grandi e piccini che rende sempre indimenticabile la nostra annuale festa dell’illustrazione. Le mostre rimarranno aperte a Cremona fino al 29 gennaio (qui maggiori informazioni), poi &ndash

Ciak
← Buon Natale
AZ – Premiazione del concorso di racconti →