Sabato 9 febbraio alle 17 vedrà la luce Sjette, la sesta antologia di racconti di Tapirulan (clicca qui per vedere le altre). Conosceremo i 15 scrittori pubblicati, a cominciare da un graditissimo ospite, Cristiano Cavina.

E poi scopriremo finalmente che la Norvegia non esiste, cosa fissa una mucca, cosa provoca il mal d’amore, cos’è un nonno da taschino, come misurare il quantitativo di pasta, cosa significa invecchiare e se a Napoli c’è oro.
Vedremo un uomo che non si siede mai, una macchia nera, un bambino miliardario e sicuramente qualcuno che ci assomiglia.
Vi sembrerà di stare al cinema a srotolare liquerizie come una giovane canaglia, oppure vi sembrerà di rivivere antichi mondiali di calcio.
Non vi annoierete, garantito, anche perché ci sarà una mostra di illustrazioni – quelle pubblicate sul libro – e delle armoniose letture di Roberta Taino, ma se proprio proprio dovesse calarvi la palpebra, allora riposate pure: sdraiatevi sul pavimento della nostra sede e dormite, perché “se sogni un po’ sul mio cuscino”, diceva il nostro amico Tancredi, “mi fai un regalo”.

Leggeremo estratti dei racconti di: Cristiano Cavina, Ezio Azzollini, Alessio Pollutri, Umberto Pessina, Angelo Mozzillo, Luca Iori, Giovanni Venanzi, Francesca Bonfanti, Niccolò Pugliese, Stefano Lodi, Gaspare Scimò, Giulia Manno, Paolo Triulzi, Emilia Cesiro, Carmen Verde

Vedremo le illustrazioni di: Dimitri Fogolin, Marina Girardi, Alberto Ipsilanti, Marco De Masi, Andrea De Luca, Luca Fabbri, Giulietta Pastorino, Francesco Caporale, Ombretta Tavano, Daniela Volpari, Guido Rosa, Alessandro Ripane, Marcello Crescenzi, Giulia Ferla, Francesco Buzzi

Ringrazieremo: Guido Scarabottolo e ISIA Urbino – Illustrazione per l’editoria 2

← I vincitori sono molti più di sjette
Ultimi giorni di Caos →