Si prega di munirsi di bussola o navigatore

Il 19 aprile comincia un viaggio illustrato alla scoperta della provincia di Cremona. Chi volesse partire è pregato di dirigersi verso il Museo del Violino dove, dal 19 aprile al 18 maggio 2014, verrà allestita la mostra di illustrazione “Aiuto, mi sono perso”, a cura di Tapirulan, commissionata dal Distretto Culturale della provincia di Cremona – uno dei sei Distretti che fanno parte del progetto di Fondazione Cariplo – nell’ambito del proprio piano di comunicazione. In giugno la mostra sarà a allestita a Crema (CR), in collaborazione con la Rete bibliotecaria provinciale, e in autunno a Casalmaggiore (CR).
Con Tapirulan il Distretto racconta le scelte fatte attraverso la narrazione, di luoghi, accadimenti, persone e storie, e tante immagini. Il museo ha una nuova sede e con essa una nuova identità, il mi cantino lancia un nuovo acuto e l’illustrazione, in punta di piedi, siede in silenzio là dove Amati, Guarneri e Stradivari respirano attraverso il legno. Gli illustratori in mostra sono cinquantadue, grandi autori nel panorama italiano e internazionale. Grazie alla loro fantasia le opere esposte percorrono, con tutti i mezzi dell’arte, cento chilometri di territorio, ci ricordano che strumenti ad arco ed eccellenti artigiani vivevano in una terra ricca di storia e tradizioni secolari, le cui testimonianze parlano attraverso monumenti, cattedrali, piccole pievi di campagna, palazzi, nomi di strade che rievocano uomini e battaglie. Le manifatture dei cordai quasi estinti sono ora nuvole nel cielo serale e i meloni hanno la dimensione dell’universo, l’emisfero australe è occupato da mucche al pascolo, i maiali danzano sulle punte dentro la padella rovente, animali e ancora animali, dentro castelli gaudenti, pesci in un mare al contrario, centri storici immobili e surreali come il minuscolo attacchino nero che li tiene vivi con la colla e l’affissione di un evento che chissà quando accadrà. Immagini surreali o grottesche, o realistiche, tanti stili e altrettante tecniche per rivivere i luoghi in maniera inusuale, lasciando spazio all’immaginazione. Ma la mostra è reale e presente, non museo ma viaggio senza motore, dentro le stanze e i cuori di chi guarda le curve e i colori e mormora “mi sono perso”, perché perdersi, non ci crederete, è l’esperienza più bella di un viaggiatore. In occasione della mostra verrà presentata anche la nuova guida della provincia di Cremona, che rappresenta il catalogo della mostra, in cui le illustrazioni sono affiancate dai testi che, in chiave semiseria, descrivono tutte le tappe più significative delle mete turistiche in provincia di Cremona.
In mostra sono esposti sia le immagini che riguardano i paesi della provincia di Cremona, sia le immagini della precedente guida di Cremona, per un totale di 52 autori esposti.