HOMEPAGE MUSICA> MUSICISTA> PECHBLENDA     GLI ALTRI MUSICISTI
home arte fotografia fumetto musica poesia racconti illustrazione

Nome: 
PECHBLENDA
Contatti:
info@pechblenda.com>>


Sito:

www.pechblenda.com

2righe

Discografia

Testi


Foto

::2 righe::

I Pechblènda nascono nel 2002. Subito iniziano un lavoro su richiesta della Fondazione Janua Coeli "Missionari nell´Amore" di Cremona (www.januacoeli.org) che consiste nel mettere in musica delle poesie pubblicate qualche anno prima dal Fondatore Giacomo di Stilo. Il lavoro riscuote interesse e il gruppo lavora due anni a questo progetto, tralasciando qualsiasi tipo di esibizione live per non distrarsi dall´obbiettivo prefissato. In questo tempo il gruppo si affiata sempre di più e trova il proprio modo di esprimere le emozioni che emergono dalla poesie e di trasformarle in musica. Nel novembre del 2004 il CD è finalmente pronto: l´intero ricavato, compresi i diritti, verrà devoluto alla Fondazione che ha un progetto volto all´aiuto delle persone meno fortunate.
La nostra favola, questo è il titolo dell´album, è un buon compromesso tra rock e pop ma con un proprio carattere; racchiude nel titolo il filo conduttore di tutte le canzoni, quasi fosse una sorta di viaggio che attraversa tutte le sfumature e le emozioni della vita di ogni persona, ma allo stesso tempo la favola dei Pechblénda che con la musica hanno la possibilità di contribuire ad una giusta causa.
Nel dicembre 2004 i Pechblènda vengono ammessi alla finale del VI° Premio Nazionale "Un giorno insieme" Augusto Daolio - Città di Sulmona, con la canzone Ultima attesa, trasmessa anche da Radio Rai.
Il 22 gennaio 2005 presentano il loro album "la nostra favola" presso il suggestivo teatro M. Pagano di Canneto sull'Oglio (MN) dove con l'aiuto di comparse e scenografie presentano uno spettacolo che spazia dalla poesia alla musica passando per giochi di luce e saltimbanchi che via via accompagnano lo spettatore alla scoperta di nuove emozioni.
Successivamente partecipano all'Arezzo Wave arrivando alle semifinali regionali della Lombardia.
Nella primavera del 2005 firmano un contratto di promozione con la Viva Music di Bologna che prevede l'inserimento in un catalogo della band e la promozione radiofonica su circa 500 radio nazionali e locali. Poco dopo Stefano lascia il gruppo e viene rimpiazzato da Matteo: la nuova voce. Il resto è storia contemporanea…
Il 30 ottobre ricevono il premio della Giuria popolare al concorso nazionale "La musica nel web" organizzato da Brescia on line (in collaborazione con Heineken, Rockol, Palabrescia e Fandango discolive) con la canzone "Il paesaggio antico".
Anche per il VII° concorso del Premio Nazionale "Un giorno insieme" Augusto Daolio - Città di Sulmona, vengono ammessi alla finale con el nuove canzoni "Intercity" e "Niente da raccontare". Il 6-7-8 dicembre prossimo parteciperanno alla finale.

I componenti dei Pechblènda sono:

Matteo Dalcer – voce
Ale – Alessandro Zimbelli – pianoforte, tastiera e violino
Mattia Chiozzini – Chitarra
Spino – Fabrizio Malaggi – Chitarra
Buro – Oscar Burato – Basso
Nico – Nicola Migliorati – Batteria


TORNA ALL'INIZIO [2righe] [Discografia] [Testi] [Foto]

::Discografia::

LA NOSTRA FAVOLA

01. Attimo 3,2 MB [scarica mp3] [testo]

02 .Confusione

03. Il paesaggio antico

04. Paura

05. Momento 

06. Per me poesia

07. Pensiero

08. Ultima attesa

09. Fotografia

10. A te

11. Orgoglio 

12. La nostra favola  4,5 MB [scarica mp3] [testo]

NB: per scaricare gli mp3 cliccare col tasto destro del mouse su [scarica mp3] e selezionare "salva oggetto con nome".

TORNA ALL'INIZIO [2righe] [Discografia] [Testi] [Foto]

::Testi::

La nostra favola

Brandelli di sogno
svelano l'infanzia
che non vuole morire
che non vuole morire
che non vuole morire
Quando il tatto era un gioco di colori
che tingeva l'anima
plagiata dai balocchi, dai balocchi
La ricerca dei primi suoni
confermava l'esistere
il quale invocava l'amore
il quale invocava l'amore
il quale invocava l'amore
per riscaldare i sogni infreddoliti
dalla paura di un buio
che sentiva di presenze e…
chiudendo gli occhi
violavo le ombre del tempo
che ora mi vive
che ora mi vive
che ora mi vive.

Attimo

D'un tratto mi accorsi
che vagavo assorto
in pensieri confusi
sfiorando essenze di vita nuova;
volevo dare a me stesso risposte,
ma quali?
Mentre la mia mente volava
da me lontana, guardavo e vedevo
la mia vita che correva
ma dove non so;
e scommettevo
con binari convergenti
in punti smarriti nell'immenso
e scommettevo
con binari convergenti
in punti smarriti nell'immenso
e… volevo vedere oltre
ma non riuscivo;
ad un tratto mi destai
e notai che ero solo!
Mentre la mia mente volava
da me lontana, guardavo e vedevo
la mia vita che correva
ma dove non so;
e scommettevo con binari convergenti
in punti smarriti nell'immenso
e scommettevo con binari convergenti
in punti smarriti nell'immenso

TORNA ALL'INIZIO [2righe] [Discografia] [Testi] [Foto]

::Foto::

TORNA ALL'INIZIO [2righe] [Discografia] [Testi] [Foto]